NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news

Ci sono 2123 News in 213 pagine e voi siete nella pagina numero 101

San Giovanni a Piro: Festa del Primo Maggio
La Festa del Lavoro o dei Lavoratori che intende ricordare l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori riconosce la valenza fondamentale di innumerevoli lotte operaie che portarono alla conquista di un diritto ben preciso: l’orario di lavoro di otto ore, approvato nell’Illinois (U.S.A.) con una legge promulgata nel 1867. In Italia dal 1990 i vari sindacati italiani (CGIL, CISL e UIL) organizzano annualmente a Roma il famoso Concerto del Primo Maggio, a cui partecipano migliaia di ragazzi provenienti da tutta Europa. La Festa del Primo Maggio 2012 nel Cilento, a cura dell'Associazione Culturale EVENT art & people e patrocinata dalla CGIL Salerno, in programma a San Giovanni a Piro Martedi 1 Maggio 2012 dalle ore 18 – Area ex Parco Giochi c/o Municipio, reca due sottotitoli ("In economia" e "Terranostra"), ovvero l'uno tende a riconoscere nella contingente crisi economica la volontà e la passione di un gruppo di giovani lavoratori di allestire COMUNQUE l'iniziativa puntando sulla creatività e sulla passione e non potendo contare su altre risorse che non siano il volontariato, la partecipazione ed il supporto sindacale del maggiore sindacato italiano. L'altro invece vuole evidenziare come questo territorio, mai come in questo ultimo anno, abbia subito attacchi scellerati da parte di multinazionali pronte a trivellare il Vallo di Diano alla ricerca dell' oro nero; oppure che il Cilento interno abbia rischiato di vedersi allocare nel bel mezzo di una splendida valle una mega-discarica da adibire a pattumiera d'Italia. Solo la forza silenziosa e determinata dei comitati civici spontanei ha impedito il peggio ed ha acceso i riflettori su tematiche ambientali che sono esplose in tutta la loro drammatica attualità, sia in ambito di tutela e valorizzazione del paesaggio che in termini di prospettiva economica ed occupazionale. Nel mezzo di queste tematiche si incastrano emergenze purtroppo consolidate come il lavoro nero, la precarietà, il futuro incerto delle nuove generazioni e vicende "tutte nostre" come la tortuosa situazione dei "forestali" delle Comunità Montane, che vedono il loro futuro sempre più nero a causa di una inconsistente programmazione lavorativa e finanziaria nel medio-lungo periodo, soprattutto perchè la medesima vertenza è impantanata in un vorticoso groviglio politico-partitico che stenta a trovare il risvolto definitivo che si aspettano centinaia di famiglie. Alla luce di tutto questo è stato convocato per le ore 18 un dibattito che metterà a confronto studenti (Alberico Sorrentino e Sandro Cartolano), riferimenti di associazioni politiche (Pasquale Sorrentino e Ferdinando Palazzo) e delegazioni di lavoratori (Pino Magliano del Centro Le Rose) con consiglieri regionali ed ex parlamentari (Cobellis, Mucciolo, Pica, Brusco), allo scopo di cercare (e trovare) una soluzione ad un focolaio di crisi che si può e si deve contrastare con ogni mezzo. La CGIL sarà presente nella persona di Raffaele Cammarano. La Festa prosegue in serata sul palco in piazza dove, tra suoni e degustazioni popolari della tradizione cilentana, e in seguito agli interventi di Domenico Vrenna (Responsabile di zona CGIL) e dei Comitati Cilento Oltre il Rifiuto, Labo 31, Salute Pubblica, No al Petrolio nel Vallo di Diano, Coordinamento 9-1-2012, andranno in scena i concerti di Volume, Antolin Ferran Taylor, Paranza Vibes+Effetto Serra, accompagnati dal "writers" locale Pierangelo Abbate. Arte, rock, reggae e afro per una miscela sonora completa, intrigante, rinnovata. A seguire DJ set "piazza in movimento" per suggellare l'evento a ritmo di world music. Organizzazione a cura di: EVENT art & people



Fare clic sull'immagine per ingrandire



Fare clic sull'immagine per ingrandire
Inserito da Golfonetwork martedì 24 aprile 2012 alle 17:55 commenti( 1 ) -

Sapri: Il Sud R-esistente: giovani di ieri e di oggi


Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork martedì 24 aprile 2012 alle 17:44 commenti( 1 ) -

Comune di Vibonati: comunicato stampa progetto Votiva+
Nell'ambito della campagna europea Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per conto della Provincia di Salerno, il Comune di Vibonati ha aderito al progetto votivA+ . A titolo assolutamente gratuito, l'iniziativa è promossa in collaborazione con la società GESCO Srl accreditata presso l'Autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG) e con il supporto della Direzione Energia e Trasporti della Commissione Europea, del Ministero dell'Ambiente, del Ministero dello Sviluppo Economico e dell'associazione Amici della Terra Italia.
Presso il cimitero comunale di Vibonati, in sostituzione delle normali lampade votive, sono state istallate circa 600 lampadine a led. Secondo i calcoli sviluppati dalla stessa AEEG nella relativa scheda tecnica, provvedendo all'installazione delle lampade votive a LED in luogo delle tradizionali lampade ad incandescenza, la struttura cimiteriale potrà risparmiare sulla propria bolletta energetica fino al 90% rispetto alla situazione preesistente. A tali risultati vanno poi ad aggiungersi i risparmi legati alla minore manutenzione dei dispositivi sostituiti. Infatti, mentre una lampada votiva ad incandescenza ha una vita utile non superiore alle 2.000 ore, le lampade votive a LED omaggiate con il progetto votivA+ durano almeno 50.000 ore, riducendo così di ben 25 volte gli interventi di sostituzione altrimenti necessari.
Il gruppo di maggioranza
Comune di Vibonati - Assessorato alle politiche ambientali



Fare clic sull'immagine per ingrandire
Inserito da Golfonetwork martedì 24 aprile 2012 alle 17:39 commenti( 0 ) -

Sapri: GdF scopre evasione fiscale per un milione e mezzo di euro

I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Sapri, coordinati dal Comando Provinciale di Salerno, a seguito di una rilevante attività investigativa hanno scoperto un’ingente frode fiscale posta in essere dall’associazione sportiva dilettantistica calcistica “ASCD EBOLITANA”.
L’attività, iniziata nel mese di luglio 2011 con l’esecuzione di perquisizioni locali ed accertamenti bancari, ha permesso di appurare che la citata associazione, per gli anni d’imposta 2006, 2007, 2008, 2009, 2010 e sino al 30 giugno 2011:
- non ha istituito o comunque ha occultato la documentazione contabile amministrativa;
- non ha effettuato alcun versamento di imposta ai fini IVA e imposte sui redditi;
- non ha presentato le prescritte dichiarazioni fiscali (ai fini del reddito e dell’IVA - modello unico per gli enti non commerciali). Contestualmente, l’associazione, pur rientrando nel campo del regime fiscale “agevolato”, quindi tra i soggetti esonerati da alcuni obblighi contabili, ai sensi della legge 16 dicembre 1991, n. 398, e della legge 27 dicembre 2002, n. 289, ha emesso una serie di fatture di vendita nei confronti di svariati soggetti economici, non ottemperando agli obblighi imposti fiscali imposti dalla normativa.
Le gravi e ripetute irregolarità riscontrate dagli investigatori nella gestione amministrativa contabile, nonché il superamento della soglia d’imponibile annua di € 250.000,00, hanno determinato la perdita del trattamento del regime fiscale c.d. speciale (o agevolato), facendo considerare l’associazione sotto il profilo fiscale come un “ENTE NON COMMERCIALE”, quindi compreso tra i soggetti passivi dell’IRES, di cui all’articolo 73, comma 1, lettera c) del T.U.I.R., e tra quelli passivi ai fini dell’I.V.A., ai sensi articolo 4 del D.P.R. n. 633/1972.
L’attività d’indagine, condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, ha permesso di riscontrare i reati fiscali di omessa presentazione della dichiarazione ed occultamento di documenti, contemplati dal D. Lgs. n. 74/2000, a carico di 3 persone fisiche facenti parte - a vario titolo - della stessa associazione, con un’evasione quantificata in €. 1.500.000,00, di cui €. 300.000,00 riferiti ad I.V.A. dovuta e non versata. A conclusione dell’intera attività, il G.I.P. presso il medesimo Tribunale di Salerno, tenendo conto della gravità e del contesto in cui i reati sono stati consumati e soprattutto a garanzia del credito erariale evaso con le condotte illegittimamente poste in essere, ha disposto l’esecuzione di una misura cautelare reale di sequestro preventivo “per equivalente” di quote sociali dell’associazione, di beni mobili ed immobili per un valore di circa €. 80.000,00, a carico di uno degli indagati, già presidente e rappresentante legale della prefata associazione. L’operazione in rassegna conferma ancora una volta l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela dei cittadini, dimostrato dalla grande attenzione che viene posta a tutela del bilancio dello Stato ed al quotidiano recupero delle imposte evase in tutti i settori economici compreso quello sportivo dilettantistico. (Guardia di Finanza)

Inserito da Golfonetwork martedì 24 aprile 2012 alle 12:03 commenti( 0 ) -

Comunicati Anas
Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, Anas: aperti al traffico il nuovo svincolo di Lauria Nord e due chilometri a doppia carreggiata
Ciucci: “Non stiamo ammodernando il vecchio tracciato, ma stiamo costruendo una nuova autostrada molto più sicura, con lavori impegnativi svolti per di più in presenza di traffico.
Si tratta del più grande intervento infrastrutturale mai realizzato nel Sud Italia”.
L’Anas ha aperto il nuovo svincolo di Lauria Nord e due chilometri a doppia carreggiata dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, in Basilicata.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il Sindaco del Comune di Lauria, Gaetano Mitidieri; l’Assessore alla Viabilità e Trasporti della Provincia di Potenza Nicola Rocco Valluzzi, l’Assessore alle Infrastrutture e Opere pubbliche della Regione Basilicata Agatino Mancusi e l'Amministratore unico di Anas Pietro Ciucci.


Inserito da Golfonetwork lunedì 23 aprile 2012 alle 21:00 commenti( 0 ) -

Viabilità, Feola: "2,5 milioni di euro per messa in sicurezza Mingardina"

E' stato pubblicato il bando di gara per l'adeguamento della Mingardina e per la messa in sicurezza dello svincolo di Roccaglioriosa sulla Cilentana, mediante la realizzazione di una rotatoria, per un importo di 2,5 milioni di euro. "Si tratta - dichiara l'assessore ai Lavori Pubblici, Marcello Feola - di un intervento importante per migliorare il collegamento tra la Cilentana e la fascia costiera, in corrispondenza dei comuni di Centola-Palinuro e Camerota". "Un altro tassello  fondamentale - conclude - per l'ammodernamento della rete viaria provinciale che dimostra l'impegno incessante dell'amministrazione Cirielli, in particolar modo, verso la zona a sud della nostra provincia".
(Provincia di Salerno - Palazzo Sant'Agostino, 23 aprile 2012)

Inserito da Golfonetwork lunedì 23 aprile 2012 alle 18:20 commenti( 0 ) -

Sapri. Ospedale “Immacolata”, gli ammalati giudicano medici e infermieri

Mercoledì 18 aprile, in occasione della VI Giornata Europea per i diritti del malato, è stata effettuata un’indagine conoscitiva sui livelli di gradimento dell’utenza che fruisce dei servizi offerti dall’ospedale “Immacolata”. L’indagine condotta dal Tribunale per i diritti del malato, a mezzo di questionari, ha registrato la massiccia partecipazione di ben 96 persone. Alle persone che si recavano ai reparti e agli ambulatori del nosocomio saprese veniva chiesto di esprimere il proprio giudizio sulla pulizia, sul vitto, sull’assistenza, nonché di formulare anche suggerimenti ed eventuali lamentele. Gli utenti, che hanno compilato la scheda di valutazione in modo anonimo, hanno partecipato con disponibilità ed interesse; e lo sportello ascolto, di cui la raccolta dei dati a mezzo  questionario è una delle iniziative, si conferma essere strumento prezioso di interfaccia tra l’utenza e l’amministrazione ospedaliera.
La sezione del Tribunale del malato “Golfo di Policastro”, nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, continuerà ad attivare tutti i canali utili per consentire l’espressione critica e propositiva dell’utenza. Ai questionari si aggiungono: la presenza presso la sede (situata al piano terra, adiacente al centralino, dell’Ospedale “Immacolata”) di un volontario nei giorni di lunedì e venerdì (dalle 10 alle 12) e il mercoledì (dalle 15 alle 17) e l’attivazione di un indirizzo di posta elettronica (tdmsapri@libero.it). A conclusione, i dati raccolti (che saranno resi noti) serviranno a dare una visione più ampia sul gradimento dell’utenza e anche a fornire idonei suggerimenti per formulare le richieste finalizzate al  miglioramento e all’umanizzazione dei servizi che costituiscono l’attività prioritaria del Tribunale per i diritti del malato.
(Tribunale del malato Sezione “Golfo di Policastro” - c/o Ospedale “Immacolata” di Sapri)

Inserito da Golfonetwork lunedì 23 aprile 2012 alle 17:54 commenti( 0 ) -

Anche il treno si è fermato a Eboli

Con l’entrata in vigore dell’orario invernale (novembre-giugno 2012), sono stati soppressi i treni a lunga percorrenza dal Nord al Meridione d’Italia e viceversa. Il provvedimento attuato da Trenitalia, presumibilmente, per ragioni economiche ha di fatto diviso il Paese in due tronconi ferroviari: la zona A comprendente il settentrione, il centro e una buona parte della Campania fino alla città di Salerno che offre servizi eccellenti, sia a livello di quantità che di qualità; la zona B con il Cilento, la Basilicata , la Calabria e la Sicilia dove non viene garantito neanche il minimo vitale a livello di sevizi ferroviari. In pratica, da Milano a Salerno e viceversa, il viaggiatore ha a disposizione una serie di soluzioni offerte dall’orario ferroviario, con treni di diverse categorie (espressi, rapidi, intercity, eurostar, AV) per tutte le destinazioni più importanti del centro e del nord: Roma, Firenze, Bologna, Milano, Torino, Venezia, Bolzano, Genova, eccetera. Diversa la situazione per chi vorrà servirsi del treno nella tratta da Salerno-Villa San Giovanni-Sicilia: qualche rapido Roma-Sicilia (Palermo-Siracusa), pochi eurostar (di scarsa qualità) solo fino a Reggio Calabria; pochissimi espressi Roma-Reggio Calabria (notturni con materiale fatiscente); nessun collegamento a lunga percorrenza (Nord-Sud e viceversa), sia diurno che notturno.
Cosicché, il viaggiatore che da Palermo voglia raggiungere Firenze, Bologna, Milano, Torino o qualsiasi altra località del Nord è costretto a cambiare treno nelle stazioni di Salerno, Napoli e Roma. Ai disagi dovuti al “cambio treno” si aggiungeranno le difficoltà dovute al rispetto delle coincidenze, che sulla linea Tirrenica meridionale diventano una vera e propria chimera per effetto dei ritardi, e al fatto che in alcune stazioni (come Napoli) non vengono garantite neanche le sale d’attesa. Scandaloso è anche il costo dei treni Frecciarossa, inaccessibili a chi vive del proprio lavoro, alle famiglie, agli studenti eccetera. Enormi disagi per i passeggeri che dalla Sicilia, dalla Calabria, dalla Basilicata e dal Cilento vogliono andare al Nord. E abbiamo appena conclusi i festeggiamenti per l’Unità d’Italia!! Buona parte di questi viaggiatori (migliaia di persone che quotidianamente si spostano dal Meridione al Nord Italia), non potendo godere di collegamenti ferroviari diretti, preferisce utilizzare gli aerei, i pullman che la fanno da padrona e i mezzi privati, che più delle volte sono anche più economici. Una dimostrazione viene data proprio dai pullman che, a partire dal giorno dopo la soppressione dei treni a lunga percorrenza, hanno moltiplicato le corse prevedendo partenze quasi  “porta a porta” per le più importanti destinazioni. Esempio: da qualche mese, dalla stazione di Sapri è possibile fruire di pullman diretti a Milano pagando  circa 50 euro e impiegando meno di 10 ore. Utilizzando il treno (regionale per salerno ed eurostar per Milano) si impiegano mediamente più di 8 ore  e si spendono quasi 100 euro. E’ evidente la cattiva politica dei servizi attuata, non solo negli ultimi anni, a favore delle lobby private (soprattutto trasporto su gomma) che hanno costretto ad allontanare i viaggiatori dal treno considerato da sempre il principale e più sicuro mezzo di trasporto pubblico:  per la comodità e il costo. Pertanto, considerato che le Ferrovie sono tuttora di proprietà dello Stato (quantomeno il 51%), crediamo sia giusto che continuino a svolgere una funzione sociale per tutto il Paese. Si rammenti che il meridione d’Italia sconta un’assenza totale di infrastrutture stradali, cosa che al centro nord non si avverte. Non ci pare corretto (anche in rispetto ai principi costituzionali) che in alcune zone (le più ricche) si portino avanti progetti e finanziamenti per migliorare il trasporto ferroviario e in altre (Sud) non si riesce neanche a progettare seriamente la prosecuzione dell’Alta Velocità e a garantire qualche treno a lunga percorrenza, almeno per venire incontro alle categorie meno abbienti, cioè alle persone che vivendo con una pensione che supera di poco i 500 euro non potranno certamente servirsi dell’aereo o del mezzo proprio. Quante volte le popolazioni meridionali devono pagare per gli abbandoni istituzionali di queste terre? Quanti sono i giovani meridionali che, per l’assenza totale di sbocchi occupazionali, sono costretti al pendolarismo settimanale? E’ onesto far pesare soltanto ai meridionali le cattive gestioni delle risorse nazionali?
Per questi, e per tantissimi altri motivi, ci pare legittimo chiedere l’immediato ripristino (già a partire dal prossimo orario estivo) di almeno tre coppie di treni a lunga percorrenza dal Sud al Nord Italia: due dalla Sicilia con destinazione Milano-Torino e viceversa e uno dalla Calabria.  Tali treni, finanziati al 50% dallo Stato (in qualità di treni “sociali” come vengono sovvenzionate le linee e i treni del Nord), recupererebbero tranquillamente i restanti costi con la vendita dei biglietti. Basterebbe prevedere tempi di percorrenza veloci, fermate adeguate (solo nei grandi bacini di traffico) e prezzi concorrenziali. Esempio: i treni Sud-Nord (alcune vetture di 1^  2^ classe, più vagoni letto e cuccette) dovrebbero effettuare il carico dei viaggiatori solo nelle stazioni meridionali più importanti (individuati come “grandi bacini di traffico”) e proseguire la corsa facendo tappa soltanto a Firenze e Bologna, per velocizzare il viaggio. La sinergia tra regioni, province e comuni potrebbe garantire una sorta di “metropolitana integrata” (gomma-ferro) con minibus e treni leggeri (massimo due vetture) per raccogliere i viaggiatori su tutto il territorio, facendoli affluire con i pulmini nelle piccole stazioni e attraverso “le littorine” nelle località ferroviarie individuate come grandi bacini di traffico (linea Tirrenica meridionale: Villa San Giovanni, Gioia Tauro, Vibo Pizzo, Lamezia Terme, Paola, Sapri); stazioni che hanno da sempre svolto un ruolo di primaria importanza nel traffico ferroviario e classificate fra le più importanti d’Italia già dalla vecchia Azienda ferroviaria. Diverrebbero treni appetibili, veloci, convenienti che sottrarrebbero, così, tanti clienti ai pullman con benefici enormi per l’ambiente e la sicurezza stradale. Per incentivare ulteriormente l’utilizzo del treno, si dovrebbero prevedere, sempre in collaborazione con le regioni interessate: bonus per i meridionali che lavorano al centro e al nord (esempio: biglietto e cuccetta al prezzo di 50 euro andata e ritorno), solo per i treni cospetti “sociali” e fino a esaurimento dei posti a disposizione; sconti per “viaggi vacanze o viaggi mare” come è già previsto per le località di Rimini e Riccione e biglietti per la “metropolitana integrata” (minibus e treni leggeri) al prezzo di 1,50 euro come è previsto per tutti gli altri cittadini italiani che utilizzano treno e metrò.
Il ripristino di alcuni treni a lunga percorrenza (per Milano/Torino e viceversa circolano attualmente quattro treni a lunga percorrenza, che sono stati cancellati solo da Salerno in giù!) costituirebbe solo un minimo risarcimento di soldi che in termini di servizi pubblici spettano solo alle popolazioni meridionali. Non si tende, quindi, la mano per chiedere l’obolo, ma il riconoscimento di un diritto sancito dalla nostra Costituzione. Ai politici e agli amministratori locali il compito di recuperare parte di questi diritti e la dignità dei cittadini continuamente ignorata.
Cittadinanzattiva  -  Regione Campania
Comitato 1987 Assemblea Territoriale  “Golfo di Policastro”  a difesa del trasporto ferroviario e Il coordinatore a tutela del diritto alla mobilità    
Corrado Limongi                                                                                       
Mario Fortunato


Inserito da Golfonetwork lunedì 23 aprile 2012 alle 11:28 commenti( 5 ) -

Grave incidente stradale sulla SS18 a Policastro, un morto

Policastro Bussentino- Questa mattina (domenica 22 aprile 2012) sulla strada statale 18 "Tirrena Inferiore", al km 204,700 (nei pressi della distributore di carburante Erg di Policastro Bussentino, nel comune di Santa Marina), si è verificato un grave incidente stradale che ha coinvolto più veicoli. Per la precisione un'auto Mazda 3 di colore nero ed un furgone Ape 50 Piaggio. Nello scontro una persona è deceduta. Al volante dell'auto c'era Giocondo Arenare di 37 anni e di professione guardia carceraria. Lavorava presso la casa circondariale di Paola (Cs). Purtroppo ha avuto la peggio ed è deceduto durante il trasporto d'emergenza presso l'ospedale di Sapri. I due veicoli erano diretti entrambi verso Torre Orsaia. All'altezza del distributore Erg l'Ape 50 Piaggio stava per entrare nell'area di servizio quando, per un sorpasso della Mazda 3 di Arenare è stata centrata allo sportello sinistro dal paraurti destro dell'automobile. A causa dell'impatto l'Ape 50 Piaggio ha terminato la sua corsa sul bordo destro della carreggiata mentre la Mazda 3 impattava violentemente contro lo spigolo del muretto all'ingresso del distributore di benzina. Arenare riportava un grave trauma alla testa che causava la morte mentre l'autista dell'Ape 50, Giovanni Bartilotti, 80 anni di Policastro, veniva sottoposto ad intervento chirurgico per asportare la milza presso il nosocomio saprese e successivamente veniva trasferito presso l'ospedale San Luca di Vallo della Lucania per le sue gravi condizioni cliniche.  Sul posto della tragedia è intervenuto il personale medico, le squadre di pronto intervento Anas e le Forze dell'ordine (i poliziotti della stradale di Sapri Lucio Fiorillo e Anna Fusco) per la gestione della viabilità e per gli accertamenti sulla dinamica dell’incidente. Sulla carreggiata è stata segnalata presenza di olio e detriti. Giocondo Arenare, primo di tre figli, lascia la moglie ed una bambina piccola avuta dopo tanti anni di attesa e speranze.

Inserito da Golfonetwork domenica 22 aprile 2012 alle 17:01 commenti( 0 ) -

Sapri: incontro sul tema "I diversi volti della legalità"
Questa mattina, presso il polo liceale di Sapri, si è tenuto un incontro sul tema "I diversi volti della legalità". Tra i relatori era presente anche il Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania Dott.ssa Elisabetta Garzo.

Scarica Flash Player per vedere questo video.
Inserito da Golfonetwork sabato 21 aprile 2012 alle 20:48 commenti( 0 ) -


Pagina:   << Precedente   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100  101  102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   Successiva >>


© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica