NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news

Ci sono 2123 News in 213 pagine e voi siete nella pagina numero 153

Comunicato Associazione Onlus Carmine Speranza: calendario incontri e corsi

L’associazione onlus “Carmine Speranza” vive per la solidarietà sociale, per offrire aiuto e sostegno. Continua ad organizzare con opera incessante  corsi gratuiti BLS D e di primo soccorso in ogni comune del Cilento coinvolgendo i Comuni, le forze dell'ordine, la protezione civile, gli studenti ed ogni singolo cittadino.
L’impegno dell’associazione nasce nel 2009 dopo la scomparsa prematura di Carmine Speranza, per arresto cardiaco presso la struttura sportiva di Torre Orsaia. “Per tenere sempre vivo il suo ricordo e per evitare che simili episodi si verifichino è stata costituita l’ associazione", si legge sul sito.
Ad oggi sono state preparate ai corsi di primo soccorso quasi 1000 persone, sono stati donati 16 defibrillatori semiautomatici e date molte speranze.

Il calendario per i mesi di novembre e dicembre 2011 è fitto di incontri e corsi:

- Rofrano: 20 novembre, ore 9:30-13:30 presso l’aula consiliare del Comune
- Alfano: 26 novembre, ore 15:30-19:30 presso il Ristorante  "Il Centauro"
- Caggiano: 27 novembre, ore 9:30-13:30 presso la palestra scolastica
- Ascea: 3 dicembre, ore 15:30-19:30 presso il Comune
- Marina di Camerota: 4 dicembre, ore 9:30-13:00 -Cinema Bolivar
- Sicignano degli Alburni : 10 dicembre, ore 15,30-19,30

Per info e.mail: info@onlus-carminesperanza.org

Inserito da Golfonetwork mercoledì 9 novembre 2011 alle 11:22 commenti( 0 ) -

Laurito: documento del Comitato Cilento oltre il rifiuto

Documento del Comitato a seguito del consiglio intercomunale svoltosi a Laurito il 31 Ottobre 2011.
 
Il Comitato “Cilento oltre il rifiuto” nella riunione del 6 Novembre 2011 tenutasi in Laurito nei locali sede della Pro Loco
 
constatato che i Sindaci hanno dichiarato la loro contrarietà alla discarica e che a tale dichiarazione devono seguire conseguenti iniziative;

ritenuto:
 
-  che nelle aspettative delle popolazioni i Sindaci devono assumere la guida della protesta in virtù della rappresentanza generale della comunità che a loro spetta e che esprimono ai livelli superiori di governo;
 
- che in virtù della carica che rivestono hanno la possibilità di interloquire con gli enti interessati alla vicenda;
 
- che dispongono di mezzi tecnici ed amministrativi, dati dalle strutture comunali, nonché di risorse economiche necessarie ad intraprendere le azioni di contrasto nei confronti della localizzazione della discarica comprensoriale;
 
- che dopo la chiara presa di posizione delle popolazioni i Sindaci avrebbero dovuto assumere un ruolo maggiormente costruttivo caratterizzato da iniziative e da coordinamento delle attività di protesta;
 
- che gravi interventi registrati sulla stampa da parte di vari assessori provinciali volti ad intimorire le popolazioni e i Sindaci, questi ultimi definiti come irresponsabili, non hanno trovato una adeguata risposta che pure meritavano rispetto all’idea di imporre alla cittadinanza decisioni gravi senza alcun confronto e sulla base di fantomatici studi e dubbie attività istruttorie;
 
- che l’operato dei Sindaci è ritenuto insufficiente rispetto all’esigenza di contrastare la localizzazione della discarica;
 
- che è necessario per il prosieguo che i Sindaci chiariscono le reali loro intenzioni è soprattutto che mettano in campo tutte le possibili iniziative concordandole e condividendole con le popolazioni e il Comitato;
 
- che in mancanza questo Comitato adotterà comunque le proprie determinazioni;
 
tanto ritenuto 

Il Comitato
 
comunica e rende noto al Sindaco di Laurito quanto sopra esposto e chiede di chiarire in maniera definitiva la sua posizione, di confermare cioè la contrarietà alla discarica assumendo però nei fatti la partecipazione positiva alle azioni di contrasto;
 
chiede al Sindaco:
 
- il coinvolgimento dei consiglieri e assessori comunali sembrati al momento estranei alla vicenda, attraverso la convocazione di un consiglio comunale permanente;
 
- auspica la collaborazione attiva del Comune alle iniziative del Comitato;
 
- l’immediata nomina di un legale per impugnare al TAR il decreto di nomina del Commissario Vardè;
 
- il coinvolgimento istituzionale dei Sindaci dei comuni interessati ai quali deve essere richiesta la loro fattiva partecipazione attraverso azioni concrete;
 
- il coinvolgimento degli uffici comunali nelle attività tecniche ed amministrative volte alla partecipazione nel procedimento amministrativo ai sensi della legge 241/90, in atto presso la provincia di Salerno e nel quale il Comune di Laurito e gli altri Comuni devono caratterizzarsi e dichiararsi interessati in nome e per conto della popolazione che rappresentano;
 
- l’acquisizione urgente dei documenti, cartografie, disegni, atti e quant’altro sotto qualsiasi forma prodotto dalla Provincia e dal Commissario Vardè inerente l’ipotesi di localizzazione della discarica;
 
- la condivisione trasparente e leale da parte del Sindaco al Comitato delle informazioni ancorché non realizzate in forma scritta che attengono rapporti con politici, autorità, dirigenti e responsabili di uffici o altri soggetti istituzionali competenti a vario titolo sulla localizzazione della discarica;
 
- l’impegno dell’Ufficio Tecnico del Comune a rilasciare al più presto al Comitato una relazione che individui l’area oggetto dell’intervento ne definisca i vincoli secondo la normativa ed i piani vigenti adottati dal Comune o da altri enti e relazioni in ordine all’esistenza di elementi di rischio circa l’inquinamento di corsi d’acqua, per ragioni geologiche o idrogeologiche e per ogni altro elemento;
 
- di notificare un atto formale alla Provincia contenente il divieto di accedere ai luoghi senza preventiva autorizzazione del Comune medesimo, il quale, a tale scopo, s’impegna a sentire previamente il Comitato;
 
-  altresì di prendere atto, che attraverso il presente documento il Comitato si dichiara soggetto interessato alla partecipazione ai procedimenti amministrativi di competenza del Comune di Laurito e che attengono l’argomento in discussione, ai sensi della legge sul procedimento.

(Comitato Cilento oltre il rifiuto)

Inserito da Golfonetwork martedì 8 novembre 2011 alle 20:08 commenti( 2 ) -

Riceviamo e pubblichiamo: Impianto depurazione Comunale Mulinello


Fare clic sull'immagine per ingrandire


Inserito da Golfonetwork martedì 8 novembre 2011 alle 19:54 commenti( 4 ) -

Lettera aperta di Biagina Grippo al comitato “Cilento oltre il rifiuto”

Lettera  aperta di Biagina Grippo in risposta al comitato "Cilento oltre il rifiuto" su intervista televisiva al consigliere regionale Giovanni Fortunato.
Mi rivolgo al comitato "Cilento oltre il rifiuto" e ad un sito web della provincia di Salerno, perché indignata come giornalista e come cittadina, dopo aver letto la lettera aperta, pubblicata il 2 novembre, demagogica, offensiva e che diffonde false informazioni su questo sito web , che a quanto leggo "volentieri" l'ha pubblicata, senza poi intervistare il consigliere regionale Giovanni Fortunato. E mi chiedo quindi, anche, dov'è il diritto di replica proprio di una corretta informazione. Sono la moglie del consigliere regionale. Lo scrivo prima che qualche "illuminato" che mi conosce lo sottolineerà come "colpa". Ma io affermo che la mancanza di obiettività non sta nei legami di parentela, ma in chi devia la verità dei fatti e il discernimento nell'intelligenza e nella sensibilità di chi legge. Sono giornalista pubblicista iscritta all'albo da 12 anni e sono addetto stampa, a titolo gratuito, presso il Comune di Santa Marina. Ho collaborato e collaboro con quotidiani provinciali, tv private e web e so che la falsa informazione e la diffamazione sono reati. Le frasi ricavate da un contesto televisivo, ed in una diretta (da un tv privata locale del Golfo di Policastro in data 28/10/2011), innanzitutto non possono essere riportate non integralmente e poi su queste si deve intervistare l'autore se qualcosa non è chiaro o può essere distorto. Pensavo fosse lapalissiano, ma continuano invece ad accadere episodi di questo genere che io, e scusatemi l'espressione, schifo con tutta me stessa. Sono avvilita,in quanto cittadina cilentana da questa falsa informazione che ancora una volta mi fa comprendere che una parte del mondo non cambierà mai. Si parla senza cognizione di causa di una persona, senza conoscerla e distorcendone il pensiero. Il consigliere regionale combatte e lavora con impegno quotidianamente a Napoli per il proprio territorio. Voler trovare in Giovanni Fortunato un "colpevole" che ha voluto la discarica a Laurito è da individui che amano fare demagogia, diffondono false informazioni e vogliono gettare fango su una persona perbene. Che populismo becero e malvagio. Siamo tutti abituati al politico ruffiano e falso che prende in giro. Giovanni Fortunato invece è diretto e vero. Dice quello che pensa e con sincerità. Il problema è nella chiave di lettura deviata che viene fatta di parole avulse dal contesto di un'intervista televisiva. Questa ripeto è distorsione della realtà! Questa è diffamazione! Questa è diffusione di false notizie! Ipocrisia, corruzione, vigliaccheria ed incapacità hanno diviso e distrutto il nostro Cilento che purtroppo è composto da una parte di cittadini che sono portati a non riconoscere persone capaci e coraggiose che amano davvero il proprio territorio. Si continua a voler essere presi in giro. Il consigliere regionale Giovanni Fortunato non ha certamente scelto la collocazione del sito e voler trovare un "colpevole" in qualcuno offende le intelligenze dei cittadini. Sul sito in questione il consigliere Fortunato non è certamente contrario ad una diversa ubicazione e ad una discussione civile del problema. Poi come sottolinea con classe il comitato, anche se  "non ha avuto moltissimi voti", è sempre stato in amichevoli rapporti con il sindaco di Laurito. Non fa certamente piacere al consigliere regionale Giovanni Fortunato che il sito sia stato identificato a Laurito, come non fa piacere che non sia nemmeno in altri posti del nostro meraviglioso Cilento. La realtà è che un sito è da identificare. Sulla spazzatura del Cilento penso che nemmeno è giusto far sempre carico gli altri dei problemi personali. Si parla poi nello specifico di un sito che accoglierà soltanto i rifiuti del Cilento e così dovranno fare le altre zone, come ad esempio il Vallo di Diano. Il commissario ha scelto evidentemente in base a studi questa zona. Non certo con un sorteggio. Ed è di impatto ambientale visivo che parlava il consigliere, quando ha affermato che "non si vede dalla costa". Ma i componenti del comitato hanno mai visto siti di raccolta rifiuti in località marine? Il turismo balneare obiettivamente ha grandissima incidenza ed è un traino importante per l'intero territorio. Vogliamo negarlo? E' evidente. Ed è per questo che in certe scelte solitamente vengono escluse le località balneari. Il terrorismo politico verso il consigliere regionale Giovanni Fortunato viene fatto dal Comitato che gli attribuisce parole mai pronunciate "cittadini di serie A-B-C, trogloditi montanari" (complimenti per la fine terminologia!). Questo è l'apice della vergognosa lettera. Un assurdo razzismo non presente nel consigliere, ma da quanto leggo probabilmente negli scriventi del comitato. Per costoro, infatti, i cittadini che adesso hanno discariche nelle loro zone, nelle quali è presente anche la spazzatura del Cilento, la devono conservare, allegramente ed in silenzio, in quanto di infima serie (il tutto secondo la mentalità dei componenti del comitato).I cittadini che ora possiedono la nostra spazzatura (le definirei vittime sacrificali....) devono poi continuare a riceverla, sempre allegramente ed in silenzio, perché noi del Cilento ,per forza, non la possiamo avere nel nostro territorio(la nostra spazzatura), gli altri si. Non solo la loro, ma anche la nostra! E' giustissimo. E' la concezione massima del rispetto per il prossimo. Si deve ragionare con maturità e si deve fare vero giornalismo! Penso con orrore a che mondo devono affrontare i nostri figli dopo aver letto quella lettera aperta intrisa di cattiveria, volgarità e vera approssimazione. Io questo mondo so che non lo cambierò, ma spero di poter far capire a menti aperte la verità. Massima comprensione per i cittadini di Laurito, ai quali so non fa certo piacere la scelta e della quale è giusto discutere con il commissario e con la classe politica dirigente. E' importante si valutino proposte alternative valide nel nostro territorio, ma un sito, comunque, dovrà essere trovato. La verità è questa e non possiamo nasconderla, delegando sempre ad altri i nostri problemi. Il Cilento, il Vallo di Diano ed altre zone, dovranno farsi carico della propria spazzatura. E' una responsabilità civile che riguarda ognuno di noi. Noi cittadini ,invece ,dobbiamo farci carico del controllo, fare in modo che soprattutto nei nostri territori cresca maggiormente una coscienza ambientale. O ce ne ricordiamo solo ora che dobbiamo affrontare un nostro problema? Basta una passeggiata nei boschi e lungo gli argini dei fiumi per vedere che concetto hanno alcuni cilentani del territorio e dell'ambiente. Non nascondiamoci tutti dietro un dito, e adesso, per accusare chi davvero tiene al Cilento e lo difende a spada tratta in ogni contesto. Spero la mia lettera aperta venga pubblicata e possa far capire che il rispetto è fondamentale in ogni ambito. Non si può offendere e diffamare una persona e distorcere la realtà attribuendo pensieri a proprio piacimento. Ripeto sono reati e gravissimi .Sul comitato, infine, mi esprimo dicendo che il loro livello è perfettamente definito dalla lettera aperta in questione. Il politico Giovanni Fortunato è innanzitutto un padre di famiglia con veri valori rimasto nel Cilento per tutelare queste zone e valorizzarle. La lettera aperta è gravemente offensiva. Mi aspetto delle scuse immediate e pubbliche, in relazione alla suddetta, che possano dimostrarmi che chi è in errore sappia ravvedersi, altrimenti riterrò personalmente giusto tutelare e difendere l'immagine del consigliere regionale Giovanni Fortunato, una persona che ama e difende il proprio territorio per il futuro dei nostri figli.
(Biagina Grippo)


Biagina Grippo

Inserito da Golfonetwork martedì 8 novembre 2011 alle 13:28 commenti( 8 ) -

Botta e risposta tra Comitato “Cilento oltre il rifiuto” e Giovanni Fortunato

Lettera aperta al Consigliere Regionale Giovanni Fortunato

Egregio Consigliere Regionale, Consigliere Provinciale, Dott., Ing, Giovanni Fortunato; il comitato cittadino “Cilento Oltre il Rifiuto”, intende esprimere tutto il suo sdegno e preoccupazione, per le parole da Lei proferite in merito alla discarica di Laurito e riportate da una emittente televisiva locale del Golfo di Policastro in data 28/10/2011: “E’ una scelta sana giusta…oculata e attenta, non si vede dalla costa”. E’ gravissimo che una personalità del suo calibro, già sindaco del comune di Santa Marina, faccia delle dichiarazioni offensive nei confronti di un intero territorio e non solo della comunità di Laurito. Anche se, ovviamente, dubitiamo che Lei si sia reso conto della gravità delle affermazioni. Si signor Consigliere, perché è grave che chi dovrebbe rappresentare le istanze del suo territorio, sia in Provincia che in Regione, applichi il solo parametro “ottico” per commentare la giusta installazione di una discarica nel Parco nazionale del Cilento. E’ da irresponsabili dire che “dalla costa non si vede”, vuol dire fare un distinguo tra cittadini, luoghi e turisti di serie A (le “marine”), e cittadini, luoghi e turisti di serie B, i trogloditi montanari. Caro doppio Consigliere Fortunato, Lei di territorio non ci ha capito proprio nulla, lo ha già dimostrato con le corbellerie della questione Cervati. Ma si sa, Lei in geografia è carente, talmente tanto da confondere il suo bacino naturale di voti, il golfo di Policastro ed il suo entroterra, con la Piana del Sele e con l’Agro-Nocerino-Sarnese. Fortunatamente qui da noi sui monti, di voti ne ha presi pochissimi. Comunque Lei ha ragione, da qualche parte bisognerà pur metterla, noi un’ idea l’avremmo…No, non pensi a volgarità Consigliere, il nostro è un piano studiato e ragionato. Il territorio non merita gente approssimativa come Lei, gente che amministra così come parla…Ed è quanto dire!
(Comitato “Cilento oltre rifiuto”)

Emergenza rifiuti solidi-urbani-prodotti dai paesi cilentani!

La lettera aperta, a me indirizzata, che porta la firma di un pseudo comitato cittadino “Cilento Oltre Il Rifiuto” non fa altro che esternare odio e ingiurie verso la mia persona. E’ facile diffamare la gente e nascondersi dietro il nome di un comitato cittadino. Quanta ipocrisia! Solitamente alle lettere anonime non rispondo, questa volta però ho deciso di prendere carta e penna e far capire ai cittadini come stanno veramente le cose. Mettiamo subito in chiaro che il Cilento è anche la mia terra. Un territorio stupendo, tutto, dalla costa all’entroterra. Un territorio che deve però trovarsi pronto alle emergenze, che non deve sottovalutare il problema dei rifiuti che potrebbe paralizzare la nostra economia, arrecando gravi danni di immagine a tutto il comprensorio. La scelta di realizzare una discarica a Laurito non è dipesa certo da me, quando l’ho saputo anche io ho chiesto subito delle spiegazioni. Spiegazioni che sono arrivate tempestivamente e che mi hanno fatto capire perché la scelta sia caduta su Laurito e non su un’altra zona. Alle spalle di questa decisione ci sono mesi di studi tecnici, di sopralluoghi e anche di incontri con amministratori locali. Tutto è stato concordato e studiato nei minimi dettagli per non arrecare danni alle comunità locali, per non deturpare il nostro territorio che, a Laurito come a Palinuro, a Santa Marina e negli altri comuni rappresenta la fonte principale di lavoro. Tutto verrà realizzato nel rispetto delle comunità locali, tenendo conto delle esigenze di un intero comprensorio, per assicurare ai cittadini del Cilento sicurezza dal punto di vista igienico-sanitario. Il ruolo di noi politici non è sempre facile: a volte, per il bene dei cittadini, è necessario fare anche delle scelte impopolari. In passato chi ha rappresentato il Cilento alla Regione e alla Provincia ha pensato solo agli interessi propri dimenticandosi delle esigenze dei cittadini. Per questo, oggi, siamo costretti a dare risposte immediate, senza tentennamenti. Certo, da cilentano, capisco le perplessità dei cittadini di Laurito, ma non accetto chi vuole strumentalizzare questa gente per difendere il proprio orticello. Personalmente sono abituato ad ascoltare sempre i cittadini, anche in questo caso, se ci sono dei siti alternativi che ben vengano. Gli amministratori locali smettano di fare chiacchiere inutili e suggeriscano una soluzione. Questo significa fare politica!
(On. Giovanni Fortunato)


On. Giovanni Fortunato

Inserito da Golfonetwork martedì 8 novembre 2011 alle 13:28 commenti( 5 ) -

Notizie flash

San Giovanni a Piro- Si è dimesso l'assessore ai lavori pubblici Settimio Magliano.

Camerota- L'ufficiale giudiziario ha pignorato gli arredi della sala consiliare comunale.

Inserito da Golfonetwork lunedì 7 novembre 2011 alle 20:01 commenti( 0 ) -

Comunicato stampa PD Lauria (Pz)

Ricostruzione in nome del popolo italiano
Il Partito Democratico è pronto ad un governo per salvare l’Italia

Anche una delegazione di democratici lauriota ha partecipato alla manifestazione di sabato 5 novembre a Roma per dire che questo governo non riesce ad assolvere al ruolo di guida affidatogli dagli italiani nel 2008. Antonino Amato, Domenico Cirigliano, Mimino Ricciardi, Domenico Di Lascio guidati dal segretario Biagio Di Lascio assieme a Geppino Carlomagno di Maratea hanno raggiunto la capitale per dare un forte segnale di sostegno ad un partito che quotidianamente si adopera per l’alternativa di governo.  Lodevoli sono state le esibizioni musicali dei vari artisti, tra cui Vecchioni che si è esibito ed intrattenuto, esplicitando a più riprese un impegno forte e partecipato a tutti. Interventi e video messaggi si sono susseguiti, di rilievo quelli di Jorge Burgos, Vicesegretario del Partito democratico cileno attraverso una clip video; di François Hollande, candidato del PSF alle elezioni presidenziali francesi del 2012 e, infine, di Sigmar Gabriel, presidente Partito Socialdemocratico Tedesco (SPD) che intervenendo sul palco, auspica in tutta l'Europa una politica a favore dei giovani. Un’idea forte di politica europea, fondata sulla reciproca collaborazione è stata esplicitata e ripresa durante l’intervento dallo stesso segretario Bersani. Una piazza fitta, piena di speranza e di attivismo politico, un calore fuori dal normale, certamente un’Italia che vuole un Paese diverso e governato da persone diverse. Notevole i passaggi sul mezzogiorno, sulla pace, sull’equità, sulla crescita, sul lavoro, sulla ricostruzione democratica. "L'Italia è un grande Paese con un popolo che ha sempre avuto la forza di rialzarsi e partire” questa la speranza e la convinzione sulla quale si ritorna sui territori e meticolosamente si lavora. La responsabilità che attiene al nostro partito c’impone un’azione diversa da quella profusa da un governo che tutti i giorni pensa a come galleggiare per non andare ad elezioni anticipate invece di affrontare le questioni che permetterebbero a questo Paese di mettere in campo le migliori politiche atte ad un miglioramento della qualità della vita di tutti i cittadini Italiani.  Con convinzione “Riporteremo l’Italia alla sua dignità, al suo buon nome”

(PD Lauria - Il segretario Biagio DI LASCIO)

Inserito da Golfonetwork domenica 6 novembre 2011 alle 19:00 commenti( 1 ) -

In edicola il numero di Novembre de "I Corsivi"
Mensile di Politica Costume, Cultura e Ambiente diretto da Angelo Guzzo.
Nel I sec. d.C. un padre, straziato dal dolore per la morte del figlio poco più che ragazzo, detta un'accorata epigrafe scolpita su un cippo funerario che oggi si trova in Piazza Plebiscito a Sapri. Dopo duemila anni, un altro padre, provato dallo stesso dolore, trascrive quell'antica epigrafe sulla tomba del figlio e, in cambio, si offre di dare, a proprie spese, nuova veste e più adeguata e giusta visibilità al monumentino funebre di epoca romana. Il direttore Guzzo ha deciso di dedicare la copertina alla "pietra che parla all'anima" e ha illustrato, in uno splendido articolo, la commovente vicenda. L'editoriale di questo mese è incentrato sui fatti tragici di Roma, consumatisi nel corso della manifestazione di protesta contro la grave situazione di crisi internazionale che sta ormai coinvolgendo tutte le nazioni del mondo. Molto interessante, come sempre, l'articolo di Leonardo Guzzo, che, sempre a proposito dei black bloc e della violenza, ricorda quanto sulle misure di prevenzione e di controllo sosteneva Leonardo Sciascia. Provocatorio il pezzo di Filizola, titolato "La Democrazia malata di bizantinismo", mentre Giuseppe Liuccio asserisce con forza e convinzione che la cultura e l'identità sono i cardini dello sviluppo del Cilento. Biagio Moliteri indaga, invece, sul mistero della morte del grande patriota cilentano Costabile Carducci, mentre Salvatore Soprano parla delle strane malattie da cui erano afflitti i componenti della famiglia reale borbonica. Come sempre divertente e ironico l'articolo di Pasquale Carelli, mentre Maria Teresa Falce ricorda i 40 anni della mitica "La canzone del sole", con parole e musica dei leggendari "Mogol-Battisti", la mitica coppia della musica leggera italiana. Dopo le consuete rubriche tra le quali quella sul Turismo, curata da Angelo Gentile, e "Cilento in tavola", curata da Gerardo Parente chiude, come sempre, "Libri in vetrina" con la recensione, questo mese, del recente libro di Giuseppe Liuccio "Me manca lu paese".



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork domenica 6 novembre 2011 alle 13:12 commenti( 1 ) -

Al di la' - spazio religioso Padri Rogazionisti (06/11/2011)

Scarica Flash Player per vedere questo video.
Inserito da Golfonetwork domenica 6 novembre 2011 alle 13:07 commenti( 0 ) -

Policastro Bussentino: in fiamme la motrice di un camion
Policastro Bussentino- E' andata distrutta la motrice di un camion parcheggiata davanti al centro artigianale della Comunità Montana. Nella notte le fiamme hanno avvolto il mezzo riducendolo in cenere. L'allarme è stato lanciato da un cacciatore che alle ore 5 del mattino transitava in zona. Subito giunti sul luogo i Vigili del Fuoco sono riusciti a domare le fiamme ed evitare ulteriori danni. I Carabinieri della Compagnia di Sapri indagano sulle cause dell'incendio mentre la Procura della Repubbica di Sala Consilina ha sequestrato il camion.
Inserito da Golfonetwork domenica 6 novembre 2011 alle 12:21 commenti( 0 ) -


Pagina:   << Precedente   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152  153  154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   Successiva >>


© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica