NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news

Ci sono 2123 News in 213 pagine e voi siete nella pagina numero 157

Laurito: NO del Partito Democratico alla discarica
Laurito- Il territorio Cilentano non può e non deve pagare l’incapacità della Regione e della Provincia nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti. Da tempo, come Partito Democratico, chiediamo il superamento della gestione emergenziale e il funzionamento ordinario del ciclo dei rifiuti attraverso l’attribuzione ai comuni della Regione Campania, singolarmente o in forma associata, delle funzioni in materia di gestione del ciclo dei rifiuti solidi urbani. E’ ora di attuare le misure necessarie per far sì che la gestione dei rifiuti da problema divenga un’opportunità di sviluppo sostenibile, soprattutto in un territorio come quello cilentano in cui esiste il Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Per queste ragioni siamo contrari all’apertura della discarica di Laurito, una soluzione provvisoria e logisticamente discutibile che non risolve alcunché ma che serve a differire nel tempo la risoluzione della questione. Riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero e investimenti: questa è la Politica che bisogna perseguire in tema di gestione integrata dei rifiuti solidi urbani. In queste ore alcuni tecnici stanno carotando un terreno in un'area che ricade nel territorio comunale di Laurito.Non sono soltanto i siti ad essere colmi, è la misura del popolo italiano ad essere colma; "carotare" (nel senso di "dare a intendere fandonie o fiabe", e ci scuserete il vezzo letterario) è una pessima abitudine della politica italiana. Le famiglie oneste, già gravate da una TARSU elevata, non possono più sostenere tali approssimazioni gestionali. (PD Salerno)
Inserito da Golfonetwork venerdì 28 ottobre 2011 alle 13:09 commenti( 0 ) -

Il comune di Diamante è il più "virtuoso" della Calabria
Diamante (Cs)- E' Diamante il comune calabrese più "virtuoso" in termini finanziari. Secondo un'analisi di Legautonomie Calabria, infatti, il comune di Diamante è l'ente che sulla base del concetto di "virtuosità" stabilito dalla manovra di agosto, si pone nella migliore posizione tra quelli con più di 5 mila abitanti. "La manovra di ferragosto - è scritto in una nota della segreteria di Legautonomie - ha anticipato al 2012 il concetto di virtuosità per gli enti locali prevedendo quattro differenti classi. I comuni riconosciuti virtuosi, infatti, potranno beneficiare delle nuove regole e saranno pertanto esclusi dalla stretta dei tagli e dai vincoli di stabilità". Legautonomie ha analizzato i certificati consuntivi 2009 dei comuni calabresi con popolazione superiore a 5 mila abitanti (82 comuni). In particolare dai parametri presi in considerazione Diamante è al primo posto per autonomia finanziaria (87,3%). E' comunque il dato generale che premia la cittadina tirrenica. "Il comune di Diamante - è scritto infatti nella nota - è senz'altro quello che fa registrare le migliori condizioni in tutti gli indicatori". Il risultato dell'analisi di Legautonomie è stato accolto con grande soddisfazione dal Sindaco di Diamante, l'Avv. Ernesto Magorno. "il dato che emerge dall'analisi di Legautonomie premia chiaramente il costante impegno della Amministrazione Comunale nel tenere in ordine i bilanci e gestire con oculatezza ed onestà le finanze comunali. Un dato unico nella storia della nostra città che ci da ragione e ci invoglia e convince a proseguire nella nostra azione politica che ha prediletto il rigore e la sobrietà, consentendo al contempo di realizzare iniziative di grande respiro che hanno dato visibilità al nostro paese. Desidero pertanto esprimere - ha concluso il Sindaco - a nome di tutta l'Amministrazione Comunale di Diamante, il nostro ringraziamento all'assessore al bilancio Michele Trifilio, ai responsabili degli uffici comunali ed a tutto il personale del comune per il lavoro fin qui egregiamente svolto che ci consente di fregiarci del titolo di comune calabrese più "virtuoso". (Comune di Diamante)
Inserito da Golfonetwork venerdì 28 ottobre 2011 alle 13:04 commenti( 0 ) -

Sapri: va in pensione il Luogotenente dei Carabinieri Giuseppe Resciniti

Il Luogotenente dei Carabinieri Giuseppe Resciniti va in pensione dopo 43 anni di intensa attività nell'Arma. Ha prestato servizio, presso la Compagnia di Sapri, come comandante del N.O.R. Nucleo Operativo e Radiomobile. Durante la sua lunga carriera ha eseguito oltre cento arresti ed ha coordinato numerose operazioni anticrimine nel territorio del Golfo di Policastro e delle zone limitrofe. Il 7 settembre del 2009 è stato decorato, da parte del Generale Giuseppe Barraco del Comando interregionale dei Carabinieri di Napoli, con la medaglia Mauriziana per i suoi meriti. L'onorificenza è stata concessa con decreto del Presidente della Repubblica per la sua lunga carriera.


Il Luogotenente Giuseppe Resciniti al Comando interregionale CC. di Napoli
mentre viene decorato dal Generale Giuseppe Barraco con la medaglia Mauriziana

Inserito da Golfonetwork venerdì 28 ottobre 2011 alle 11:53 commenti( 0 ) -

Matrimonio misto cattolico ortodosso. Il primo nel Golfo di Policastro

Celebrato domenica 23 ottobre il primo matrimonio misto, cattolico-ortodosso, nel Golfo di Policastro fra Cristina Marcela Struna’, 32 anni, rumena proveniente da Dorohoi, e Luciano Bianco, 32 anni, di Villammare. I due abitano a Policastro Bussentino, convivono da 7 anni e hanno deciso di sposarsi dopo la nascita del figlio, Gerardo Luca, 4 mesi, che nello stesso giorno è stato battezzato con rito ortodosso. Nella chiesetta di Santa Croce, a Sapri, padre Nicola Budui del patriarcato romeno ha celebrato le due funzioni. Un momento davvero emozionante per i presenti, in particolare i cattolici che hanno ascoltato e vissuto un rito al quale non avevano mai assistito prima. Padre Budui ha prima fidanzato i due sposi e poi ha celebrato il matrimonio con canti, preghiere e letture in lingua rumena ed italiana. 4 i testimoni: 2 italiani cattolici e 2 rumeni ortodossi. Durante il rito incoronazione degli sposi che diventano imperatori della loro casa. Il prete ed i testimoni mettono corona e anelli nuziali agli sposi. La fede viene prima posta sulla mano  destra, perche è la mano che rappresenta la forza e poi i coniugi da soli la mettono sulla mano sinistra che rappresenta i sentimenti. Vengono poi fatti tre giri intorno al tavolo preparato davanti all’altare da prete,testimoni e sposi tenendosi per mano. Altra usanza e’ che gli sposi ed i testimoni, insieme, dopo la cerimonia, ricevono gli auguri di tutti gli invitati. Per il battesimo del figlio i genitori non sono presenti davanti all’altare, ma solo i testimoni. In questo caso due cattolici ed una ortodossa. Il bambino nudo viene immerso completamente nell’acqua per tre volte e durante la stessa funzione viene anche cresimato. Anche dopo questi Sacramenti il prete ed i testimoni fanno per tre volte un giro intorno al tavolo mano nella mano. La chiesa ortodossa  è la terza maggiore confessione cristiana e con il cattolicesimo ci sono molte differenze, fra le quali: il battesimo per triplice immersione, l’eucarestia con pane lievitato ed il vino, i sacerdoti che possono essere sposati  ed inoltre nel matrimonio ortodosso, se il vescovo accerta la fine dell’amore, possono essere ammesse seconde o terze nozze. Nel Golfo di Policastro è perfetta l’integrazione con altri popoli anche di religioni diverse, perché esistono reciproco riconoscimento e rispetto. Ed avviene tutto con maggiore facilita’ quando ad unire è l’amore. (Biagina Grippo)


Gli sposi e foto del giro al tavolo davanti all'altare


Foto del battesimo e un momento prima dell'immersione

Inserito da Golfonetwork giovedì 27 ottobre 2011 alle 20:41 commenti( 0 ) -

Laurito: assemblea del comitato contro la discarica


Fare clic sull'immagine per ingrandire
Inserito da Golfonetwork giovedì 27 ottobre 2011 alle 11:50 commenti( 0 ) -

Sapri: nuove operazioni dei Carabinieri
Sapri- Sono stati segnalati alla Prefettura di Salerno dai Carabinieri della Compagnia di Sapri due ragazzi di 20 anni detentori di droga per uso personale. Dopo essere stati sottoposti a perquisizione sono stati rinvenuti 4 grammi di marijuana. Inoltre sono stati segnalati alla Questura di Salerno altri 5 giovani, con un'età compresa tra i 19 ed i 30 anni, per l’emissione del provvedimento di divieto di ritorno nel comune. L'attività di contrasto al crimine continua su tutto il territorio del Golfo di Policastro. Qualche giorno fa, sempre a Sapri, c'era stato il tentativo, per fortuna fallito, di scassinare il bancomat della filiale della Banca della Campania situata nei pressi della villa comunale ed il controllo del territorio, da parte delle forze dell'ordine, è stato ulteriormente potenziato. 
Inserito da Golfonetwork mercoledì 26 ottobre 2011 alle 19:02 commenti( 0 ) -

San Giovanni a Piro: vendeva CD contraffatti, denunciato un uomo di 40 anni
San Giovanni a Piro- I Carabinieri hanno denunciato un uomo di 40 anni, proveniente dalla provincia di Napoli, per la vendita di supporti musicali contraffatti e di provenienza illecita. L'uomo aveva posto in vendita 44 supporti (contenenti file audio e video) abusivamente riprodotti. Il materiale è stato sequestrato.
Inserito da Golfonetwork mercoledì 26 ottobre 2011 alle 18:51 commenti( 0 ) -

Campagna geologica nel Golfo di Policastro

Attività didattica del Corso di Laurea in Scienze Geologiche dell’Università Federico II° di Napoli – Nel quadro di un accordo con l’Università Federico II di Napoli (Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio e Dipartimento di Scienze della Terra) è stato possibile realizzare una attività didattica sul campo per gli studenti del Corso di Laurea in Scienze Geologiche. Gli studenti sono stati ospitati nella foresteria messa a disposizione gratuitamente dal Comune di Torre Orsaia e grazie alla convenzione con i ristoratori locali hanno speso mediamente 12-13 euro al giorno per il vitto. La campagna è durata 4 giorni; tre sono stati guidati dallo scrivente ed uno dal Prof. Giuseppe Nardi. L’attività didattica ha consentito di osservare e rilevare significative caratteristiche geoambientali del territorio, dalla zona costiera a quella collinare e montana. Il primo giorno di campagna geologica si è svolto attraverso un percorso via mare da Sapri ad Acquafredda di Maratea e un percorso via terra da Passo Colla, valico tra Maratea e Trecchina, fino al Cristo di Maratea. E’ stato osservato lo spettacolare dissesto avvenuto nel dicembre 2010 lungo il versante a monte della strada che collega Sapri con Maratea. Il dissesto si è verificato in località Ruotolo dove si rinvengono decine di massi franati dalla parte alta del versante in corrispondenza dell’affioramento di brecce cementate in precario equilibrio. La località Ruotolo è caratterizzata dalla presenza di una grande sorgente sottomarina alimentata dall’acquifero del Monte Coccovello. La sorgente è stata parzialmente captata per uso potabile. Il secondo giorno di campagna geologica si è svolto attraverso un percorso a terra lungo il versante meridionale del Monte Cervati per osservare e rilevare le caratteristiche stratigrafiche, strutturali e morfostrutturali della zona dove affiorano rocce carbonatiche e rocce prevalentemente argillose di differente età. E’ stato effettuato il rilevamento geologico utilizzando una carta topografica in scala 1:5000 (CTR della Regione Campania scaricabile gratuitamente dal sito della Regione). Sono stati individuati e seguiti i limiti stratigrafici e tettonici. Il confronto con la carta geologica d’Italia in scala 1:50.000 ha evidenziato alcuni seri errori cartografici: chi ha sbagliato non è stato il gruppo di giovani rilevatori guidato dallo scrivente. Il terzo giorno di campagna geologica si è svolto attraverso un percorso a terra lungo il versante nord occidentale del Monte Bulgheria nella zona di Sanseverino nel Comune di Centola e lungo la costa tra Scario e Capitello. Sono evidenti, tra San Giovanni a Piro e Scario, i grandi dissesti di versante che coinvolgono le rocce carbontiche e le sottostanti formazioni prevlentemente argillose sulle quali è sovrascorso il Monte Bulgheria. E’ stata rilevata la struttura su cui sorge il Borgo Medievale di Sanseverino che si prolunga verso ovest fino a Foria. In quest’ultima zona è stata rilevata la presenza di una faglia trascorrente destra con evidenze morfostrutturali indicatori cinematici lungo le superfici di faglia. Intercalati nei sedimenti carbonatici straterellati tipo scaglia si rinvengono olistoliti carbonatici di dimensioni variabili da alcuni mc a migliaia di mc. Tra Scario e Capitello è stata rilevata l’attuale morfologia derivante dalla evoluzione naturale e dalla realizzazione di interventi umani come il porto di Policastro, opere di difesa costiera emerse e soffolte. Sono evidenti gli impatti di queste opere sulla morfologia costiera e sull’assetto socio-economico locale.
(Franco Ortolani)








Fare clic sull'immagine per ingrandire




Fare clic sull'immagine per ingrandire
Inserito da Golfonetwork mercoledì 26 ottobre 2011 alle 12:51 commenti( 1 ) -

Bretella 585: siamo alle battute finali?

Ad un anno dalla nascita del comitato il Presidente Ricciardi traccia il bilancio.
Restano attuali i rischi e i danni avvertiti dall'Avvocato Nicodemo se l'opera non ripartirà.
Continua la battaglia civica del comitato pro bretella presieduto da Mimino Ricciardi che a distanza di un anno dalla sua costituzione fa il punto della situazione e traccia un bilancio delle attività svolte.
"E' stato posto in essere un importante impegno al fine di mobilitare le istituzioni interessate al completamento dell'opera - spiega Ricciardi-. Ciò è stato possibile grazie alla grande sensibilità dei cittadini, degli amministratori locali e dei professionisti che si sono impegnati in questa direzione. Un ringraziamento deve rivolgersi a loro, ai Consiglieri Regionali Pici e Pittella, all'ex Sindaco di Lauria Pisani e all'attuale Sindaco Mitidieri. Grazie alla mobilitazione dei cittadini e delle istituzioni la Bretella 585 è oggi una priorità infrastutturale in Basilicata. Grazie anche al nostro Comitato e al supporto tecnico e legale che ci ha rivolto l'Avvocato Giovanni Nicodemo, sia nei rapporti con le amministrazioni, sia nell'esame dei profili che riguardano i rischi e i danni derivanti dall'opera incompiuta. Tali rischi, come ci ha compiutamente spiegato l'Avvocato Nicodemo, restano tali se, nonostante l'impegno finanziario, i lavori non ripartono. Noi non abbasseremo la guardia - annuncia Ricciardi - e sollecitiamo l'Anas a porre in essere con celerità tutti gli atti amministrativi necessari alla riapertura dei lavori". (Comitato Pro Bretella 585)



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork martedì 25 ottobre 2011 alle 22:40 commenti( 0 ) -

Comunicazione sociale: Dianova








Ascolta l'audio
Inserito da Golfonetwork martedì 25 ottobre 2011 alle 22:31 commenti( 0 ) -


Pagina:   << Precedente   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156  157  158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   Successiva >>


© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica