NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Diritto di Cronaca, prossimamente in onda su Telearcobaleno 1 e Golfonetwork
Su Golfonetwork e Telearcobaleno 1 andra' presto in onda "Diritto di cronaca"  un programma televisivo condotto dalla collega Olga Marotta e da me. In regia e al montaggio, rispettivamente, Francesco ed Alessandro Polito. Nella trasmissione affronteremo in studio, con o senza ospiti, vari argomenti, prendendo spunto da articoli di giornali locali e nazionali, o ripresi sulla rete. Le notizie potranno essere proposte anche dai telespettatori. Il programma nasce da un'esigenza di verita', che spesso viene nascosta o deviata, e di professionalità da parte degli operatori nel settore delle comunicazioni, che spesso è assente. Purtroppo, a volte, si tace per omerta', vigliaccheria o ignoranza, oppure si parla e scrive, senza avere cognizione di causa, professionalita' e valori. E' un grave dato di fatto sul quale non è possibile tacere. "Diritto di cronaca" è una pura discussione giornalistica insieme a colleghi, cittadini,o anche da sole, non certamente con il proponimento di ergersi a salvatori della Patria o portatori di verita' assolute, ma con il solo, esclusivo, ed umile, intento di spingere a considerare diversi punti di vista, cercando di andare a fondo nelle vicende. Non dobbiamo sempre credere che cio' che leggiamo o ascoltiamo è legge, e non puo' essere assolutamente discusso o contraddetto. Il diritto-dovere di noi giornalisti è quello di fare cronaca, raccontare sempre la verita' e commentare lucidamente, senza trasporti emozionali o indiscutibili prese di posizione, senza filtri e censure, senza paure e remore. Nella prima puntata di "Diritto di cronaca" si parlera' di: "Note del direttore" che risale al trimestrale ottobre-dicembre 2011 del giornale locale "Il Palistro", della polizia sovranazionale, l'Eurogendfor, e del trattato di Velsen, firmato anche dall'Italia. Ospite illustre e gradito, Tonino Luppino, dirigente regionale, giornalista, speaker radiofonico e scrittore.
Anticipo brevemente il primo argomento. Mi è stato segnalato da alcuni cittadini: "Note del direttore", e su questo commento, mi sono sorte spontanee delle considerazioni.......Il direttore, sul giornale che dirige, si eprime, su questa nota, sulla pubblicazione di un articolo anonimo, dal quale "si dissocia" e del quale "accusa" un collaboratore. Una questione che avrebbe dovuto, secondo me, essere risolta in maniera privata, non coinvolgendo assolutamente i lettori. Il collaboratore di un giornale non deve essere accusato, ripeto, in maniera pubblica: "di avere agito in maniera sprovveduta, di ingenuita', di causare disagi ad una redazione e di essere la zizzania". Queste sono alcune parti della nota che ho riportato. Compito di un collaboratore di un giornale è anche registrare e riportare disagi e dissensi. Compito della redazione tutta, e soprattutto del direttore responsabile, è decidere se prendere o meno in considerazione gli articoli anonimi, vagliare ogni articolo, decidere tagli o censure, e deciderne la pubblicazione o la non pubblicazione, in base alla linea editoriale adottata. L'ultimo giudizio e la responsabilita' sono sempre del direttore responsabile che DEVE leggere gli articoli. Il direttore responsabile allora prima che venga pubblicato il giornalino non legge, come di regola dovrebbe, tutti gli articoli che cura la sua redazione? E dopo scrive una nota pubblica contro una collaboratrice che altro non ha fatto se non il proprio dovere? E la redazione in questa vicenda? Non cerco risposte e ogni mio ulteriore commento e' inutile..... Dall'episodio segnalatoci abbiamo preso spunto per una discussione generale sulla professione giornalistica. Personalmente, e come mia regola di vita, ritengo che non è certamente negando la realta' o i problemi che si cresce. Questi problemi poi bisogna affrontarli nel modo giusto. Non si correggono gli errori commettendone altri. Non è facendo finta che il problema non esista che il problema si risolve. Non è permettendo l'ingiusto che il giusto prevale. Forse il menefreghismo, l'indifferenza, l'egoismo e la mancanza di coraggio nel gridare la verita' stanno rovinando il mondo. Mi ribello a tutto questo e lo faro' finche' avro' vita, con forza e consapevolezza. Affronteremo durante la trasmissione anche un argomento, per il quale un giornalista è stato minacciato di morte. Non parlo del secondo tema trattato, perche', altrimenti, scrivo un poema, ma invito i telespettatori a seguire il programma. Buona visione e arrivederci in onda. (Biagina Grippo)


Scarica Flash Player per vedere questo video.
Un breve estratto del programma



Biagina Grippo e Olga Marotta

Inserito da Golfonetwork giovedì 26 gennaio 2012 alle 20:14


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 151.75.xxx - da: Sapri. Scritto martedì 31 gennaio 2012 alle 09:33
Per dimostrare la propria imparzialità sarebbe opportuna una trasmissione sugli avvisi di garanzia a Policastro!!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.51.254.xxx - da: Italia. Scritto venerdì 27 gennaio 2012 alle 22:46
L'informazione.
Il delicato tema dell'informazione sta
suscitando, un poco ovunque in Italia,
vivo interesse.
A Verona, Fondazione Centro Studi
Campostrini, è partito proprio oggi
27.01.2012, ore 18, il ciclo dal titolo: "Vedo, sento........parlo e racconto ?", con Paolo Biondani, giornalista del settimanale L'Espresso,
che si è intrattenuto su "Il giornalismo d'inchiesta".
Il programma prevede altri incontri
con Santo della Volpe, con Steve Scherer e Domenico Iannaccone.
Ha introdotto i lavori Pierpaolo Romani, di Avviso Pubblico, che ultimamente ha tenuto a Sapri-Sala Consiliare- una conferenza su "Enti
Locali" promossa dalla LUsss, col patrocinio di Libera e del Comune.
E' emerso, nel corso della presentazione: "che il diritto di cronaca consiste nel diritto a raccontare i fatti per come accadono, con ogni mezzo ritenuto idoneo; che tale diritto deriva direttamente dalla norma che tutela la libertà di espressione, sancita dall'art. 21 della Costituzione della Repubblica Italiana; che esso si applica in primis ai giornalisti, ma che si
estende a chiunque voglia raccontare
ad altri vicende avvenute, ecc."
Le trasmissioni, con la regia dei fratelli Francesco ed Alessandro Polito, avranno una valenza culturale epocale, poichè solleciteranno il
confronto e scoraggeranno le mistificazioni.
Felicitazioni.
prof. Nicola Pisani

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.196.10xxx - da: Italia. Scritto venerdì 27 gennaio 2012 alle 20:38
la verita' sul centro le rose e' possibile saperla? ovviamente con le due parti interessate.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 82.60.27xxx - da: Villammare. Scritto venerdì 27 gennaio 2012 alle 13:07
Siamo molto contente per gli argomenti proposti dai lettori. Li affronteremo nella prossima puntata di "Diritto di cronaca". Olga Marotta e Biagina Grippo.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.196.30.xxx - da: Italia. Scritto venerdì 27 gennaio 2012 alle 00:21
e' possibile portare a conoscenza i cittadini del cilento sulla situazione discarica di laurito e far incontrare per un chiarimento e spiegare le proprie idee in merito il comitato oltre il rifiuto e l'onorevole fortunato?

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.196.30.xxx - da: Sapri. Scritto giovedì 26 gennaio 2012 alle 21:20
diritto di cronaca sul caso degli avvisi di garanzia nel comune di santa marina. se e' possibile sapere la verita'?



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica