NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Sapri, prestigiosa rivista dedica alla baia copertina ed inserto scientifico
Grazie al giovane professionista saprese Antonio Scarfone, la rivista " Ambiente Società Territorio", pubblicizza la splendida baia di Sapri, con immagini da satellite e foto del bombardamento aereo del 1943.
"La città di Sapri, vista da satellite, riesce un pò a nascondere le sue ferite, forse perchè non si vedono gli uomini che , negli ultimi trent'anni, l' hanno maltrattata ! ". Questa riflessione, che condivido, me la esterna, attraverso una mail, il mio giovane e talentuoso amico dottor Antonio Scarfone, che mi invia anche il primo numero on-line della rivista dell' Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, presieduta a Salerno dal professor Vincenzo Aversano, grande esperto di toponomastica e cartografia storica, insieme alla professoressa Silvia Sinisalchi: entrambi insegnano a Scienze della Formazione a Fisciano. Questa Associazione- mi confida Scarfone- è un' Associazione di protezione ambientale. Ma, cari lettori, ciò che fa notizia è la splendida baia di Sapri , portata , grazie ad Antonio Scarfone, in copertina e nell' inserto scientifico all' interno della prestigiosa rivista. " Le immagini- osserva Scarfone- sono state prese, grazie alla collaborazione del professor Maurizio Fea, dall' archivio Dell' European Space Agency, con sede a Frascati. Su quella a colori naturali, è stato applicato un laborioso processo di elaborazione per ottenere quella in falsi colori, al fine di esaltare alcuni dati. " Completano il lavoro- continua soddisfatto Scarfone- le immagini radar per lo studio del territorio e della sua evoluzione ambientale! ". Dunque, vi propongo queste suggestive immagini ( ci sono anche quelle del bombardamento aereo del 1943, scattate da un aereo americano! ) e stralcio dal testo quanto segue: " E' sufficiente confrontare le foto riprese dagli aerei dell' aviazione degli Stati Uniti nel mese di settembre del 1943 con le recenti immagini da satellite per constatare sia l' effetto dell' erosione costiera sia la scriteriata regimazione dell' alveo del torrente Brizzi: nelle foto aeree, riprese prima e durante i bombardamenti dei ponti sul torrente, si osserva la striscia di spiaggia uniformemente ampia varie decine di metri su tutto l' arco della baia (erano 23 m ancora nel 1960) e il largo alveo del torrente ( sulla destra dell' edificato), mentre nell' immagine da satellite si può notare che , nella costa occidentale, la spiaggia è scomparsa del tutto ( è stato fatto un muraglione di protezione alla strada ! ) e che l' alveo è stato irreggimentato tra due stretti argini, con ridotta capacità di deflusso dell' acqua in caso di forti piogge ". (Tonino Luppino)



Fare clic sull'immagine per ingrandire




Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork lunedì 13 febbraio 2012 alle 11:51


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.209.xxx - da: Italia. Scritto martedì 14 febbraio 2012 alle 12:23
"Dictum sapienti sat est" (Per il savio basta una parola).
Quando parlo, concludo sempre.
Non meno, quindi, il can per l'aja.
L'autore del commento, a causa del
suo carattere sanguigno, ha preso assi
per figure.
I miei assunti non sono di parte e si
riferiscono a fatti.
I Sindaci di Sapri sono stati sempre
eletti dalla gente.
A volte, poi, sono stati anche riconfermati.
Se le aspettative non si sono concretizzate, è da dire, allora, che "chi è causa del suo mal, pianga se stesso".
Le liste non sono state mai espressione della base- primarie-, ma
del leader di ogni compagine.
Il paramentro di riferimento nella scelta dei candidati consiglieri, a meno di eccezioni, è stato il grado di
obbedienza e fedeltà al capo e non quello di autonomia intellettiva e di capacità logica.
Nell'esercizio del mio diritto di voto,
ho sempre badato ai progetti degli aspiranti Sindaci e non ai vincoli di parentela.
Di conseguenza, nessuna contraddizione.
Come sempre, andrò a votare e la mia scelta cadrà sul meno peggio per Sapri,
non per me.
"Questo o quella, per me pari sono".
Affettuosità.
prof. Nicola Pisani

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.3.158xxx - da: Sapri. Scritto martedì 14 febbraio 2012 alle 10:24
A Sapri bisogna archiviare anche la parola Speranza, sono daccordo con Lei prof.....a Sapri nulla di nuovo !!!!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 217.200.2xxx - da: Sapri. Scritto lunedì 13 febbraio 2012 alle 18:50
Esimio prof. Nicola, le sembrerò irriguardoso ma è più forte di me... e fa parte del mio carattere sanguigno.! Se da una parte apprezzo tutto ciò che ha scritto dall'altra mi corre l'obbligo di ripetere (a modo mio..) "intelligentibus pauca" ( agli intelligenti ..poche parole.!)perchè proprio in questa locuzione troviamo la contraddizione di tutto ciò che ha detto. Non tiri il "can per l'aia" e non "suggerisca"...lasci che il popolo decida cosa è bene e cosa è sbagliato.! Con tutto il rispetto, non faccia anche lei "il tribuno", perchè come Antonio ..anche lei è "interessato",visto che al sindaco uscente che si ripropone lo lega un "parentato". Con stima Angelo Luppino

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.209.xxx - da: Italia. Scritto lunedì 13 febbraio 2012 alle 16:10
Riflessione ..che non condivido.
Sapri, da decenni, segna il passo ed
arretra.
L'involuzione, però, non è attribuibile solo a chi l'ha amministrata, ma anche alle discutibili scelte degli elettori.
Questi, infatti, hanno fatto prevalere
i loro piccoli interessi personali a
quelli generali della Comunità.
E' da auspicare una svolta, che porti
al superamento delle vecchie strategie.
Anche le liste non dovrebbero essere più funzionali al leader -capo- delle
compagini antagoniste (Insieme per Sapri- SapriDemocratica), ecc), ma alla gente e al territorio.
L'individuazione degli aspiranti consiglieri non dovrebbe essere riferita al potenziale grado di
fedeltà, ma a quello di autonomia intellettiva.
Un buon management, ovviamente, non s'improvvisa.
Esso implica doti umane e formazione
culturale adeguate.
In mancanza, la comprensione della
differenza tra autorità e autorevolezza diventa ostica.
Un Sindaco, che è autorità, è veramente
tale se ha anche autorevolezza.
Essa dev'essere riconosciuta dagli altri, che idetificano in quella persona competenza, capacità, ecc.
La quantificazione del gradimento,
da verificare periodicamente, dovrebbe
indurre a tempestive sterzate.
Ho sperimentato in certi contesti sapresi, invece, rottura totale di rapporti.
Un cianciolo, condotto da un timoniere che d'inverno sta al caldo, non torna a riva, se la "ciurma" che sta al freddo non rema.
Buon senso indurebbe ad autocritica
e a ripensamenti, prima di una nuova
spedizione.
Il dramma è che: "chi nasce tondo non può morire quadrato".
Intelligenti pauca.
Cordialità.
prof. Nicola Pisani



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica