NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Riceviamo e pubblichiamo da Mario Colicchio

Ieri il Tribunale di Sala Consilina, presieduto dal Dott. Antonio Sergio ROBUSTELLA, a conclusione del processo in primo grado, ha condannato l'ing. Alberto Ciorciaro alla pena di mesi quattro di reclusione (pena sospesa) per il reato di omissione di atti di ufficio, ed al risarcimento dei danni subiti da Mario Colicchio, assistito dall'Avv. Giuseppe CALICCHIO,  che si era costituito parte civile in detto processo, da liquidarsi in separata sede nonché al risarcimento delle spese legali sostenute dal Colicchio.

I fatti
Il Colicchio, titolare di una azienda artigiana, autocarrozzeria, da diversi anni aveva più volte sollecitato il Comune di Sapri affinchè provvedesse ad effettuare in suo favore la consegna di una particella di terreno, ricompresa nel lotto della zona PIP che gli era stato assegnato, e di cui egli non aveva potuto prendere interamente possesso poichè era occupato da altri soggetti i quali arbitrariamente lo occupavano , realizzandovi anche delle opere abusive.
Inoltre il Colicchio, per tali fatti , subiva anche danni di notevole entità, derivanti non solo dal pregiudizio subito per la mancata utilizzazione dell'area spettantegli, ma anche per il fatto che egli comunque negli anni aveva provveduto a pagare, per tale terreno, l'ICI ed il canone di concessione al Comune di Sapri .
Il Colicchio , non avendo MAI ottenuto risposta dal Comune di Sapri alle numerose istanze formulate, si vedeva costretto nell'anno 2007 a denunciare il SINDACO D'AGOSTINO e l'Ing. CIORCIARO alla Procura della Repubblica di Sala Consilina, la quale, svolte le opportune indagini, formulava imputazione nei confronti del Responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Sapri Ing. CIORCIARO., per il reato di omissione di atti di ufficio (art.328 C.P.). commesso in danno del Sig. COLICCHIO Mario.
La consegna di detta particella avveniva finalmente solo nel marzo scorso quando IL COMMISSARIO PREFETTIZIO, Dott. Vincenzo AMENDOLA, che nel frattempo era subentrato al Sindaco D'agostino, a seguito di istanza del Colicchio, presa conoscenza dei fatti, dava immediatamente le dovute disposizioni (in un solo mese) perchè si procedesse alla consegna della particella di terreno, della quale, finalmente, il 14 marzo 2012 il sig. Colicchio poteva prendere possesso.
La vicenda sopra riportata non è isolata, ma si aggiunge ad altre che si sono susseguite dal 2007 in avanti costringendo sempre il Colicchio a fare ricorso alla giustizia per ottenere il riconoscimento dei suoi diritti, che il Comune di Sapri gli aveva ostinatamente e immotivatamente negato, senza mai degnarsi non solo di adempiere a quanto dovuto, ma addirittura di rispondere alle istanze sollecitatorie formulate dal cittadino .
Il 6.11.2008 già il TAR di Salerno aveva condanato l'Amministrazione Comunale di Sapri , con allora il Sindaco D'AGOSTINO,  al pagamento di un indennizzo, per la illegittima eliminazione di alcune aree di parcheggio, ed il Colicchio aveva anche intrapreso cause civili per ottenere il pagamento di somme delle quali era creditore nei confronti del Comune di Sapri . E' da precisare che tali somme non gli erano mai state pagate in via bonaria e spontanea da parte dell'Ente, così determinando, a seguito delle condanne dei Giudici che quantificavano la somma spettante al Colicchio, un aggravio di spese a carico delle casse comunali dell'Ente, che un riconoscimento bonario, avrebbe evitato.
La condanna inflitta dal Tribunale di Sala Consilina all'ing. Ciorciaro rappresenta un confortante segnale di come un cittadino, a distanza di numerosi anni, abbia finalmente potuto ottenere soddisfazione e giustizia nel riconoscimento dei propri diritti, che il Comune di Sapri , allora guidato dal Sindaco D'AGOSTINO, in via amministrativa gli aveva ingiustamente negato.
(Mario Colicchio)

Inserito da Golfonetwork venerdì 6 aprile 2012 alle 13:03


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 95.231.102.xxx - da: Sapri. Scritto mercoledì 11 aprile 2012 alle 12:14
già la cassazione
in Usa la corte max si occupa di 50 casi anno, in Italia anche delle beghe di condominio .. e l'Italia affonda nelle scartoffie

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.216.xxx - da: Italia. Scritto martedì 10 aprile 2012 alle 21:02
Una gestione straordinaria per un Comune é come una purga per il
corpo umano.
L'ip. 188.152.198.xxx, con le poche parole del suo commento, ha
fatto il rendiconto dell'ultimo ventennio di vita amministrativa saprese.
Egli ha asserito testualmente: " E' stato fatto più in questi mesi di commissariamento che in venti anni...".
E' da ritenere che, nonostante le
promesse di circostanza, il nuovo
quinquennio sarà come quelli passati.
Essi, infatti, hanno visto Sindaco
Vito o Giuseppe, che si sono riproposti.
Il Vice Prefetto, dott. Vincenzo Amendola, ha operato per tutti e ha
indicato una via: il rispetto delle
norme, senza distinzioni.
Egli, poi, ha saputo ascoltare la gente, guardandola negli occhi e
condividendone le ansie ed i disagi,
disponendone i rimedi.
Il Commissario resterà per la popolazione un'icona di riferimento, che consentirà comparazioni e
perseveranza nelle rivendicazioni.
Per gli Amministratori sarà più difficile in futuro la disparità di trattamento tra figli e figliastri.
E' questo il senso, ritengo,
dell'esternazione dell'arguto intenauta anonimo.
Cordialità.
prof. Nicola Pisani

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.216.xxx - da: Italia. Scritto martedì 10 aprile 2012 alle 11:21
Il "buontempone" di turno !?
Essere seri signifa anche fare corretta e completa informazione.
Il buontempone, contrariamente a quanto
ipotizzato, non ha inteso dare una lettura strumentale della vicenda
Ciorciaro/Colicchio.
Egli, invece, si è limitato ad osservare che, al momento, il tecnico
comunale, ai sensi dell'art. 27 della Costituzione, non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva della Cassazione.
Cordialità.
Nicola

Commento di: Utente non registrato - Ip: 151.75.1xxx - da: Sapri. Scritto martedì 10 aprile 2012 alle 09:21
peccato che tanta solerzia sia apparsa solo dopo che i parcheggi sono tornati,come è giusto che sia ,alla gestione comunale con grande ristoro per le finanze civiche!
Meditate anche su questo!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 188.152.198xxx - da: Villammare. Scritto domenica 8 aprile 2012 alle 15:31
è stato fatto più in questi mesi di commissariamento che in vent'anni...

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.32.110.1xxx - da: Sapri. Scritto domenica 8 aprile 2012 alle 11:38
Non poteva ovviamente mancare il solito
buontempone di turno che cerca di dare una lettura strumentale alla vicenda!
Impariamo ad essere seri e a distinguere
le responsabilità almeno quando una sentenza le ha sancite!!!!
Povera città!!!

Commento di: sapri53 - Ip: 151.50.95xxx - da: Sapri. Scritto sabato 7 aprile 2012 alle 16:24
"E io pago"
Meditate, questo e' il periodo giusto per meditare

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.216.xxx - da: Italia. Scritto sabato 7 aprile 2012 alle 15:59
L'inamovibilità.
L'ordinamento giuridico italiano, ad oggi, riconosce ai pubblici dipendenti
una garanzia.
Essi, cioè, non possono essere rimossi
dalle loro funzioni, senza una giusta
causa.
L'aspettativa dell'ignoto internauta,
pertanto, non potrà essere mai esaudita, in mancanza di eventi dolosi
gravi.
Gli ingegneri, poi, per il rigore
scientifico degli studi fatti, pervengono tutti allo stesso livello di formazione mentale.
Essi, a differenza di altri laureati,
sono simili al jolli delle carte di
ramino e quindi inseribili ovunque.
Cambiare, alla luce di tanto, non dà
risultati e non assicura altro viso
solare.
La gente va valutata sempre per le
cose buone e non per le antipatie per
eventuali dinieghi di richieste non
accoglibili.
Cordialità.
Nicola

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.35.31xxx - da: Italia. Scritto sabato 7 aprile 2012 alle 10:22
Mi auguro che questo ingegnerie venga definitavente tolto dal Comune...

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.216.xxx - da: Italia. Scritto venerdì 6 aprile 2012 alle 23:04
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.
Il detto popolare, che non richiede
spiegazione, ha una sua valenza, ma
al momento non è riferibile al
responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Sapri, nè all'allora Sindaco.
Ciò in virtù dell'art. 27.1 della
costituzione, che sancisce il principio
della non colpevolezza fino alla condanna definitiva e quello della
personalità della pena.
Mario, comunque, ha parlato di un fatto
e non di una sua opinione.
Egli, nonostante qualche illazione politica maliziosa, ha acceso i fari
su un annoso problema, che non è solo di Sapri: il vezzo di amministratori e responsabili di servizi di non dare risposte alle istanze dei cittadini.
Il mal costume si è radicato su certi
territori a causa della scarsa cultura
giuridica di certi cittadini.
La gente comune, purtroppo, non sa
che per far scattare il rigore penale
bisogna seguire un iter, possibilmente con l'assistenza di un
legale, e non limitarsi alla lamentela formale.
Il rispetto della persona umana dovrebbe occupare il primo posto del
programma elettorale di ogni compagine
politico-amministrativa.
SapriDemocratica e Insieme per Sapri
se la sentono di prendere un impegno
così importante sul piano sociale ?
La realizzazione, tra l'altro, è a costo zero per la popolazione e per
l'Ente.
Io ho i miei dubbi sul futuro, osservando il passato prossimo e remoto.
Una svolta in tal senso eviterebbe
le piccole vendette e il godimento
per i disagi altrui -avversari-.
Colicchio, comunque, resta un'icona
di riferimento per la sua diligenza,
dignità e perseveranza.
Complimenti.
Nicola

Commento di: Utente non registrato - Ip: 151.75.8xxx - da: Sapri. Scritto venerdì 6 aprile 2012 alle 19:35
Sembra che anche essere assolti sia una colpa!
Povero paese nostro!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 82.55.157xxx - da: Sapri. Scritto venerdì 6 aprile 2012 alle 19:04
Non posso entrare nel merito non conoscendo i fatti specifici, ma in generale ho sempre sostenuto che il reato piu' diffuso in Italia e' l'omissione di atti d'ufficio da parte di persone che a volte dimenticano di essere pagate dalla collettività per compierli quei fatti

Commento di: Utente non registrato - Ip: 95.231.50xxx - da: Sapri. Scritto venerdì 6 aprile 2012 alle 16:28
Giustizia è fatta !!! Complimenti a Mario Colicchio purtroppo questo era il modo di amministrare il comune di Sapri.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 149.132.3xxx - da: Sapri. Scritto venerdì 6 aprile 2012 alle 14:28
Bravo Colicchio, cittadino attento a farsi rispettare.
Ma oltre che per le spese per il patrocinio legale dell'Ing. Ciorciaro, le casse comunali dovranno servire anche al risarcimento di Colicchio o a questo dovrà pensare direttamente l'ing. Ciorciaro? Sarebbe davvero interessante saperlo e soprattutto dovrebbe essere reso noto a tutti i cittadini sapresi se i soldi uscirebbero dalle casse del comune



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica