NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Villammare:presentazione del libro "Se Steve Jobs fosse nato a Napoli"
"Se Steve Jobs fosse nato a Napoli" è il libro del giornalista e blogger Antonio Menna pubblicato da Sperlin&Kupfer. L'opera in poche settimane è diventata un caso editoriale nazionale. L'associazione Noi Ci Siamo, Sabato 14 Aprile, a partire dalle 18.45, presso il Gusto Divino sul lungomare di Villammare presenta uno dei successi letterari del momento "Se Steve Jobs fosse nato a Napoli". All'iniziativa interverranno l'autore Antonio Menna, il dirigente scolastico Corrado Limongi e l'Avv. Emiliano Torre consigliere di maggioranza presso il Comune di Salerno. Moderatore Manuel Borrelli. La presentazione, oltre che parlare del libro, sarà l'occasione di fare un'analisi sul nostro territorio e sulle difficoltà che i giovani riscontrano a "sfondare". Il libro racconta della storia di due giovani dei quartieri spagnoli di Napoli che, nonostante abbiano tantissime qualità, non riescono ad emergere perché si trovano impantanati tra camorra e burocrazia. Nel libro si giunge alla conclusione che se Steve Jobs fosse nato a Napoli, probabilmente avrebbe avuto un destino differente a causa delle condizioni sfavorevoli che lo circondano. Il testo non è un'autocommiserazione del nostro territorio, ma un richiamo a fare qualcosa per impedire il cristallizzarsi di questa situazione.
(Associazione Noi Ci Siamo)



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork giovedì 12 aprile 2012 alle 11:35


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.24.216.xxx - da: Italia. Scritto giovedì 12 aprile 2012 alle 22:06
Noi ci siamo.
Alla presentazione del libro parteciperemo anche noi -idealmente-, nonostante la distanza che ci separa.
I momenti di aggregazione hanno sempre
valenza culturale.
Essi, pertanto, dovrebbero trovare il
coinvolgimento di gente ed autorità,
a prescindere dell'appartenenza politica.
Nei piccoli contesti, invece, chi si
prodiga nell'impegno civile viene spesso guardato con sospetto.
Gli insicuri, non solo non danno apporti, ma quanto minimizzano o osservano da lontano, con distacco.
Manuel, comunque, sta seminando,
convinto come è che lo scambio di idee
crea nel tempo evoluzione.
Felicitazioni.
Nicola e Maria




Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica