NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Comune di Vibonati: comunicato stampa Parco delle sughere

Accogliendo l'istanza di annullamento (Delibera di Giunta n. 6 dello 09/01/2012) formalizzata dall'amministrazione comunale di Vibonati,  la Regione Campania con D. di G. del 12 aprile 2012 ha ritirato il provvedimento con cui aveva illegittimamente istituito il Parco urbano delle sughere. Su un iniziativa che non rispecchiava la nostra volontà, la verità dei fatti viene finalmente ristabilita. Ancora una volta esprimiamo il nostro rammarico per le strumentalizzazioni che la minoranza ha posto in essere sull'intera vicenda.
(Il gruppo di maggioranza)
Vibonati 13 Aprile 2012

Inserito da Golfonetwork venerdì 13 aprile 2012 alle 19:13


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.196.69.xxx - da: Vibonati. Scritto lunedì 16 aprile 2012 alle 21:11
Qui parla il "solito scienziato". Vorrei far presente, ancora una volta, che a Villammare tra qualche decina di mesi (speriamo, se non prima) la spiaggia non esisterà più. Qualche collega scienziato si sta muovendo nel giusto senso per rimediare ad una catastrofe sicura (e non enfatizzo il termine catastrofe, visto che è l'unica ricchezza del paese)? Spero che davvero ci si stia attivando... anche se, conoscendo i miei polli, il pollaio e i vari galli che cantano chissà se è meglio sperare che stiano fermi e che le onde, oltre alla spiaggia, sommergano anche il resto. Che peccato: un posto sì meraviglioso per l'incanto della natura quanto sfortunato per l'inconcludenza dei più

Commento di: Utente non registrato - Ip: 31.158.0.xxx - da: Vibonati. Scritto lunedì 16 aprile 2012 alle 16:29
Ringraziamo Di Pietro

Commento di: Utente non registrato - Ip: 109.104.226xxx - da: Vibonati. Scritto lunedì 16 aprile 2012 alle 15:45
L'ambiente in cui viviamo lo abbiamo avuto in eredità dai nostri genitori ed in prestito dai nostri figli; le sughere stanno scomparendo, accanto al "seminario" di pietradama si sta consumando un orribile scempio edilizio; nessuno vede...sembra di rileggere "la quercia caduta" ogniuno loda, ogniuno taglia! le beghe politiche non ci fanno vedere più in la del nostro naso!!!!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.11.195xxx - da: Vibonati. Scritto lunedì 16 aprile 2012 alle 00:31
il commento dell'ip 2.226.58.6 è di una idiozia esemplare. Per te Caro Utente 2.226.58.6 la minoranza dovrebbe tacere e far finta di non vedere gli errori della maggioranza ? Dovrebbe smettere di fare politica ? Come Ragioni ? E' questo il nuovo che avanza ? 4 anni passano anche in fretta e la gente vi avrà realmente valutato.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 79.20.50.xxx - da: Italia. Scritto domenica 15 aprile 2012 alle 23:48
Tanto tuonò, che piovve.
L'ip 2.32.107.5xxx, con le sue osservazioni, lascia intendere che
la minoranza abbia messo KO Sindaco, Giunta e Segretario.
Con una fava, incredibile a dirsi, a Vibonati sono stati presi tre piccioni ?
Se è vero, prescindendo dall'esame di merito della vicenda, quello che sconcerta è il fatto cha la Giunta abbia adottato un atto deliberativo proprio del Consiglio.
L'opposizione, che ha una funzione di controllo, bene ha fatto, allora, a far rilevare l'accaduto alla Regione, che avrebbe dovuto agire "motu proprio".
Sarebbe auspicabile che la strategia
d'interventi mirati -e discreti- diventasse patrimonio di altri gruppi di minoranza.
La ricorrente prassi di sbraitare non
paga, come ricorda la saggezza popolare: "il cane che abbaia, non morde".
Al bando, allora, le monotone interrogazioni e più colpi alle parti deboli degli avversari, per una
diversa trasparenza.
Cordialità.
Nicola

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.4.245xxx - da: Italia. Scritto domenica 15 aprile 2012 alle 21:48
Ci sono due questioni che vanno tenute distinte. 1) Sul piano "politico" la Delibera di Giunta Comunale del 25.05.2010 varava e approvava un "progetto-studio" da riempire di "contenuti" e da portare, poi, una volta condiviso negli stessi contenuti, evidentemente al vaglio e all'approvazione del Consiglio Comunale ( organo democratico e rappresentativo della maggioranza e della minoranza dei cittadini elettori). Questo era e doveva essere il passaggio istituzionale che, mi pare di aver capito, non c'e' stato. Con tutta evidenza questo passaggio "amministrativo e istituzionale" non c'è stato, e nel frattempo la Giunta regionale, che aveva deliberato "illegittimamente" riempiendo di "contenuti" diversi il progetto inizialmente ipotizzato dalla Giunta comunale di Vibonati (che non prevedeva, ad esempio, il divieto di caccia) ha dovuto ritirare il provvedimento. Vorrei ancora sottolineare che la "rappresentatività" politica e istituzionale del Sindaco (e della sua Giunta) e del Consiglio Comunale sono nettamente distinte e separate. Infatti sul piano "politico" il Sindaco potrebbe capeggiare anche più liste di candidati.. e poi "nominare" suoi assessori anche cittadini (anche non residenti) non eletti. Se la Legge attribuisce determinati poteri di delibera al Consiglio comunale è anche perchè lo stesso potrebbe (volendo) anche sfiduciare il Sindaco facendo sciogliere il Consiglio comunale per nuove elezioni. Le maggioranze e le minoranze sono l'espressione del voto e con coerenza dovrebbero rimanere tali per tutto il mandato. Ma la Legge considera il Consigliere Comunale "senza vincolo di mandato" nell'esercizio delle sue funzioni pubbliche, proprio per bilanciare i poteri dei Sindaci e delle loro Giunte, qualora sorgano conflitti politici all'interno delle Istituzioni pubbliche. Spero che almeno la mia spiegazione non sia considerata "arte eristica", ma semplicemente un tentativo di razionale spiegazione. Pronto a entrare in qualsiasi altro dettaglio della vicenda così dibattuta e per la quale anch'io ero decisamente contrario non tanto all'istituzione del "parco della sughereta", ma al vincolo arbitrario della Regione Campania circa l'esercizio della tradizionale caccia. In virtù del quale anche la Giunta comunale di Vibonati era contraria in linea di principio e nei contenuti ipotizzati. Prof. Eduardo Rina

Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.226.58.xxx - da: Vibonati. Scritto domenica 15 aprile 2012 alle 14:22
sempre le solite chiacchiere, siete patetici, avit pers e avit schiattà i rabbia

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.13.10xxx - da: Italia. Scritto sabato 14 aprile 2012 alle 20:23
Il pasticcio del "Parco".
Approfitto della segnalazione di un
refuso nel mio precedente commento:
"polita" in luogo di "politica", per
esternare il mio rincrescimento per il
contenuto del comunicato sul "Parco delle sughere".
Esso, per come formulato, lascia supporre che l'addetto stampa non
conosca i fatti o che sia un comunicatore che sottovaluta l'intelligenza dei navigatori del
Network.
L'assunto " La G. R. ha ritirato il
provvedimento, ecc. " infatti, crea sconcerto.
E' da ritenere più probabile, invece,
che il Comune abbia chiesto ed ottenuto
un provvedimento, poi dallo stesso disconosciuto, per la sua impopolarità.
Che i bambini ricorrano alle bugie, quando presi con le mani nella marmellata, è comprensibile, ma che lo facciano gli adulti, mi pare proprio no.
Cordialità.
Nicola


Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.32.107.xxx - da: Vibonati. Scritto sabato 14 aprile 2012 alle 14:58
Dall'ultimo comunicato stampa pubblicato dalla maggioranza del Comune di Vibonati, avente ad oggetto il Parco delle sughere,appare evidente come i suoi componenti siano campioni nell'arte dell' " Eristica" ( dal greco Erizein, battagliare con le parole, senza considerare se il contenuto del discorso sia vero o falso, avendo quale unico fine, quello di confutare l'avversario e di persuadere l'uditorio circa le proprie ragioni, mediante la retorica ).
In esso si legge, enfaticamente, che la Regione Campania, con D. di G. del 12 aprile ha revocato il provvedimento con cui " illegittimamente" aveva istituito il parco delle Sughere, ma senza chiarire nulla circa il "perchè" della illegittimità.
Orbene il provvedimento de quo era illegittimo, in quanto l'atto ad esso presupposto era viziato da eccesso di potere, perchè in data 25.05.2010 la Giunta Comunale deliberava di approvare il progetto-studio relativo al "Parco urbano intercomunale delle sugherete del Golfo di Policastro" redatto dall'Ing. Alfonso De Nardo, mentre tale competenza spetta, secondo il diritto amministrativo, il quale, è il caso di ricordarlo, fa parte del diritto pubblico, e quindi è costituito da norme cogenti e inderogabili, al Consiglio Comunale, organo democratico per antonomasia, in quanto contempla la presenza delle minoranze.
Nel comunicato stampa, si legge ancora, che il provvedimento in questione non rispecchiava la volontà della maggioranza..........!!!!!!!
A questo punto sia scontato chiedersi :" ma cisono o ci fanno"???
Tecnicamente una delibera raccoglie la volontà dell' organo che l'ha emanata, quindi almeno il 25.05.2010 la Giunta collegialmente era orientata per l'istituzione del parco urbano, ma siccome " fortuna iuvat audaces sed etiam ignorantes", grazie a un vizio di legittimità, in sintesi, ad un errore sulla competenza dell'organo legittimato ad emanare il provvedimento, si è potuti tornare indietro.
Infine per quanto riguarada le presunte strumentalizzazioni della minoranza, vale la pena sottolineare, che rientra tra i compiti istituzionali di quest'ultima rilevare gli errori di chi governa dando voce alle proteste dei cittadini,quindi se l'atto era illegittimo non costitusce strumentalizzazione segnalarlo; sarebbe, cari signori, troppo comoda un' opposizione silente !!!

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.13.10xxx - da: Italia. Scritto sabato 14 aprile 2012 alle 10:38
Lotte intestine: imbarbarimento della
polita.
Nella democrazia indiretta il popolo, con le votazioni, sceglie i propri rappresentanti, che si dicono di maggioranza e di minoranza.
Nella maggioranza si riscontrano, poi, Sindaco, Assessori e consiglieri. Nella
minoranza, invece, solo consiglieri.
Entrambi i gruppi, nel rispetto dei
propri ruoli, svolgono funzioni utili
per la Comunità di appartenenza: di
governo e di controllo.
In contesti non avvelenati da lotte
intestine, la contrapposizione, anche
se vivace, si contiene entro
limiti civili.
Più frequentemente, invece, essa assume
i connotati di una battaglia ad armi
bianche, con ricadute negative sulla gente e sul territorio: vedi Sapri,
Vibonati, ecc.
L'alternanza politica, da promuovere
con idee e progetti innovativi, si
rivendica, al contrario, con la macchina del fango e con le mistificazioni.
La caduta di un masso su una strada, una mareggiata, un temporale, una scelta per un'opera pubblica diventano
occasioni per far gridare "governo ladro", se non peggio.
La gente comune, ignara dei diabolici
meccanismi di lotta politica, si
disorienta.
Buon senso, allora, suggerirebbe moderazione e rispetto per gli elettori, al fine di contenere la
dilagante disaffezione verso le
Istituzioni, anticamera dei regimi
totalitari.
Cordialità.
Nicola


Commento di: Utente non registrato - Ip: 2.197.33.xxx - da: Villammare. Scritto venerdì 13 aprile 2012 alle 21:55
Ennesima dimostrazione che il gruppo di maggioranza non ha nessuna considerazine dei suoi cittadini.
Possibile che credono che la gente non abbia capito? Ma a chi volete prendere in giro? Assumetevi le vostre responsabilità, avevate preso un'iniziativa e siete ritornati sui vostri passi perchè avete fatto un grave errore di valutazione.
Una figuraccia senza precedenti, solo per accontentare le ambizioni di un illuso che voleva fare il presidente...
Vergognatevi, perfino Borrelli vi ha sbugiardato con le sue ammissioni di colpa in consiglio comunale.



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica