NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Non dimentichiamo Pierlibero

Il prossimo 15 agosto ricorre il primo anniversario della morte di Enzo Pezzati, noto anche come Pierlibero, lo pseudonimo adottato durante il fascismo, dall'allora giovane giornalista palermitano, per sfuggire alla censura di Mussolini.
Il professore Enzo Pezzati, pensionato dello Stato (funzionario delle ferrovie prima e professore di diritto in un Istituto tecnico commerciale di Torino successivamente), si era innamorato del Golfo di Policastro durante un soggiorno per fare visita a un amico di Torre Orsaia.
Stabilitosi, con la moglie Gabriella, al villaggio "Le Ginestre" di Villammare (una quarantina d'anni fa), aveva continuato la sua già ricca attività di giornalista che lo aveva visto collaborare con le più importante testate nazionali (La Voce della Sicilia, L'Avanti, Il Giornale d'Italia, il Resto del Carlino, Chiarezza, Carlino Sera).
Dopo una proficua attività a Radio Sapri aveva fondato e diretto I Corsivi, un periodico ancora oggi in edicola. Molto apprezzate le sue Spigolature su 105 tv. Autore dei volumi Il Concordato da stracciare (1970), Spogliatevi tutti (1970), Concubini di Stato (1973), Viaggio a Bali e dintorni (1973), Mussolini l'ultimo laico (1980), Filippo Mancuso il guardasigilli che non volle arrendersi ai politi, nel 2008, con la sua ultima opera letteraria Io C'ero, aveva vinto il Premio Internazionale Mario Soldati.
Strenuo difensore dei diritti civili, nel corso della sua lunga vita (è morto all'età di 93 anni) era stato tra i promotori per il divieto di fumo nei locali pubblici, a favore dell'aborto e delle libertà religiose. Note le sue battaglie condotte nel nostro comprensorio per ottenere una sala multiconfessionale al cimitero di Vibonati, per trasformare una vecchia discarica nell'attuale "Parco Marinella", per dare degna sepoltura nel cimitero di Sapri a un gruppo di militari tedeschi rimasti uccisi durante i bombardamenti del 1943 e per l'eliminazione del crocefisso dai locali pubblici.
Testimone delle vicende amare e dolci dell'ultimo secolo (prigioniero per due anni in Germania), ci ha lasciato un patrimonio di storia e di cultura e la sua smisurata passione a difesa delle Libertà. Il comune di Vibonati (il 14 aprile del 2007) gli aveva conferito la cittadinanza onoraria con la consegna delle chiavi della città.
A Pierlibero, un saluto e un ringraziamento di cuore per tutto quello che ci ha dato, e a tutti quelli che, come noi, gli hanno voluto bene l'invito a non lasciarlo nell'oblio.
Crediamo che l'intitolazione del "Parco Marinella" non sarebbe cosa sbagliata.
L'appello è rivolto al Sindaco e all'Amministrazione Comunale di Vibonati. Vivi ringraziamenti e cordiali saluti.
Sapri, Agosto  2012         
(Mario Fortunato)

Inserito da Golfonetwork lunedì 13 agosto 2012 alle 13:09


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica