NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news dal Golfo

Sapri: All'IIS "Leonardo da Vinci" corso di Educazione Finanziaria per tutti

All'IIS "Leonardo da Vinci" di Sapri secondo appuntamento con il corso di Educazione Finanziaria.

Si è tenuto questa mattina presso l'Aula magna "G. Iantorno" dell''IIS "Leonardo da Vinci" di Sapri, il secondo incontro, aperto anche alla cittadinanza, con esperti del settore bancario finalizzato alla cura del proprio denaro e alla riflessione su scelte consapevoli in materia economico-finanziaria. L’incontro, promosso dal Dirigente scolastico, prof. Giuseppe Caruso, dalle professoresse Gerarda Cantelmo e Maria Teresa Tancredi – in partenariato con l’ABI, Associazione Bancaria Italiana e con il Consorzio Patti Chiari – è inserito in un vasto programma di educazione finanziaria che mira ad aiutare le imprese, le famiglie e i giovani ad acquisire la disciplina necessaria a risparmiare per l'acquisto della prima casa o per l'educazione dei figli, a stimolare i lavoratori a pianificare una strategia di investimento efficace che possa assicurare un livello di vita adeguato alle loro aspettative per quando andranno in pensione, a fornire strumenti adeguati alle categorie a basso reddito per ricavare il massimo da ciò che hanno, utilizzando i servizi finanziari disponibili a costi minori.

Inserito da Golfonetwork martedì 27 novembre 2012 alle 14:51


Eventuali commenti non visibili sono in fase di approvazione.

Commento di: Utente non registrato - Ip: 87.11.19xxx - da: Sapri. Scritto martedì 27 novembre 2012 alle 19:03
Produzione, consumo e risparmio.
L'iniziativa promossa dal Dirigente
Scolastico prof. Giuseppe Caruso & C.
trova la mia condivisione.
Essa, però, avrebbe dovuto far seguito ad altro corso sulla produzione.
Il problema di Sapri, infatti, è proprio questo.
Troppe persone, secondo me, vivono di
espedienti e/o a carico dei familiari,
poiché svogliate o magari con dipendenze:gioco, fumo, alcool, ecc.).
Produrre, bisognerebbe far capire loro,
è creazione di utilità (attitudine dei
beni a soddisfare bisogni umani).
Cosa questa ottenibile col lavoro
autonomo: agricoltura, artigianato, ecc.
L'assurdo, che è sotto gli di tutti, è
che certi mestieri non trovano più
apprendisti e scompaiono.
Calzolai, sarti, idraulici, elettricisti, panettieri, muratori, falegnami, ecc. o non si trovano o
sono costosi.
Le Istituzioni locali, specialmente in
questo particolare momento storico di recessione, potrebbero incentivare l'orientamento e la formazione.
La dipendenza economica, specialmente
in passato, era l'arma della conservazione del potere.
Nell'era della globalizzazione, però,
bisognerebbe voltare pagina.
A presto.
prof. Nicola Pisani



Vuoi riservare il tuo nick?
Registrati su Golfonetwork:


Se sei un utente registrato:





Se non sei un utente registrato:




Già eseguito il login?




© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica