NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsold

 



Torna alle news dal Golfo

Scario: atto vandalico al cimitero

Scario, atto vandalico al cimitero. Abbattuti a colpi di accetta nove pini marittimi posti lungo il muro di cinta lato mare. Gli alberi piantumati qualche anno fa attorno al camposanto (per abbellimento e protezione dalle mareggiate) avevano creato proteste e denunce alla Capitaneria di porto anche “perché impedivano ai defunti la vista del mare”. Il gesto vandalico effettuato da ignoti - in coincidenza con la festa dei defunti, forse per dare maggiore risalto - viene condannato dalla maggior parte della gente, ma non manca chi si schiera per la vista a mare aperto. “A prescindere da ogni considerazione è un atto vandalico da condannare. Informeremo l’autorità giudiziaria per le opportune indagini” afferma il vicesindaco  Pasquale Cariello. Ad accorgersi degli alberi abbattuti il custode del camposanto e sua moglie Ermelinda. “Ho pensato che fosse stato il vento ma abbiamo poi verificato che erano stati tagliati, presumibilmente con l’accetta. Un gesto bruttissimo: come tagliare le gambe a una persona” affermano in coro Rocco e sua moglie. Il noto  scrittore originario di Scario, Angelo Guzzo, recentemente premiato a Paestum,  lancia anche un appello all’amministrazione comunale. “Un atto da perseguire che non trova alcuna giustificazione. A parte il fatto ornamentale gli alberi sono importanti come protezione dall’erosione che tanti problemi crea al nostro territorio costiero. Vorrei anche aggiungere che i cipressi nel cimitero versano in condizioni pietose e vanno al più presto potati e ripuliti dai rami secchi per evitare che muoiano”. Sulla polemica relativa alle piante che impedirebbero “la vista del mare ai defunti”, un anziano commenta: “Sarebbe bello se i morti potessero guardare il mare”. (Mario Fortunato)


Rocco, il custode del cimitero di Scario e gli alberi abbattuti

Inserito da Golfonetwork sabato 3 novembre 2007 alle 20:06


Commento di: VENOM - Ip: 217.222.102xxx - da: Italia. Scritto giovedì 8 novembre 2007 alle 12:28
L'IGNORANZA NON ha confini...
L'idiota che ha abbattuto degli alberi, ha "ucciso" degli esseri viventi a favore di qualcuno già morto!!
Visto che gli alberi impedivano la vista del mare ai defunti, perchè NON ha abbattuto anche i muri delle cappelle, le lapidi e sfasciato le bare?
VERGOGNATI CAZZONE!!!

Commento di: Santone - Ip: 80.67.124xxx - da: Estero. Scritto sabato 3 novembre 2007 alle 20:53
...i defunti non hanno limiti spazio-temporali per vedere il "mare"!
viviamo proprio in una zona culturalmente arretrata! N'gnurant!



Per lasciare un commento in questa sezione
è necessaria la registrazione su Golfonetwork.it.
Registrati cliccando sul pulsante presente in basso:


Se sei un utente già registrato su Golfonetwork:





Se non sei un utente registrato su Golfonetwork:




Già eseguito il login?




© 2020 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica