NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » comunicati

 






Svincolo Angri nord, appello di Vicinanza al prefetto

Svincolo Angri nord, appello di Vicinanza al prefetto: "Chieda al ministro di bloccare la chiusura"
"Serve fare presto sullo svincolo autostradale di Angri nord. Ribadisco il mio appello: il prefetto di Salerno chieda al ministero dei Trasporti di bloccare la chiusura del casello storico per i mezzi in entrata ed evitare che la vicenda abbia un seguito giudiziario". Così Gigi Vicinanza, componente nazionale della segreteria Cisal Metalmeccanici, interviene nuovamente sulla vicenda dello svincolo della Napoli-Salerno per ora bloccata con un'ordinanza del sindaco di Angri. "Leggo di lectio-magistralis sulla mobilità nell'Agro nocerino sarnese, ma poi si ritorna sempre al punto di partenza e ai litigi verbali tra politici", ha detto Vicinanza. "Forse non è chiaro a qualcuno che chiudere lo svincolo in entrata di Angri nord significa bloccare mezzi diretti verso le aziende dell'Agro e dell'hinterland vesuviano in una stagione estiva ancora più carica di aspettative visto il periodo che stiamo vivendo. Dunque al prefetto di Salerno chiedo tempi brevi per trovare un'intesa tra ministero, Autostrade Meridionali e Comune di Angri e partorire una soluzione che soddisfi tutti. Ribadisco che sia sbagliato, inoltre, bloccare i lavori dello svincolo di intersezione tra la A3 e la Statale 268, un'arteria che questo territorio aspetta da anni. Un gioco di potere, che ora rischia di finire al Tar e al Consiglio di Stato, che le aziende e i lavoratori non possono accettare".
(Cisal Salerno)


Luigi Vicinanza


Inserito da Golfonetwork sabato 11 luglio 2020 alle 12:33 commenti(0) -

Salerno: i volontari di Greenpeace ripuliscono la spiaggia di Torrione
Per sensibilizzare la cittadinanza alla salvaguardia delle spiagge cittadine i volontari del gruppo locale di Salerno hanno organizzato a Salerno, il giorno 8 luglio 2020 sulla spiagga libera di fronte al Bar Marconi una pulizia spiaggia alle ore 17.00 a tema PLASTICAZERO: un mondo senza plastica usa e getta per salvare i nostri mari è possibile a partire da ognuno di noi.
I partecipanti hanno raccolto, differenziato e catalogato tutti i materiali trovati unendosi all'appello di Greenpeace, e di moltissime associazioni ambientaliste in tutto il mondo, per chiedere la tutela dei nostri mari.
“Ogni giorno attraverso l’uso di detergenti per il bucato, le superfici e le stoviglie rilasciamo materie plastiche nell’ambiente e nel mare e per gran parte di queste – le plastiche in forma liquida e semisolida – non conosciamo ancora gli impatti ambientali. I nostri mari già soffocano per via dell’inquinamento da plastica solida, oggi scopriamo una nuova potenziale minaccia per l’ecosistema più grande del Pianeta” dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile campagna inquinamento di Greenpeace. “Le aziende hanno già trovato il modo per aggirare l’imminente proposta dell’ECHA sulle microplastiche solide ricorrendo alla plastica liquida o semisolida, continuando così a fare profitti a scapito del Pianeta”.
Proprio in questi giorni Greenpeace ha rilasciato il suo ultimo rapporto "Plastica liquida: l'ultimo trucco per avvelenare il nostro mare" il quale denuncia la presenza di componenti dei detersivi quali plastica liquida, semisolida o solubile nell'ambiente e nel mare, accompagnato dalla petizione FERMIAMO LE MICROPLASTICHE, sottoscrivibile a questo link, rivolta al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa.
(Greenpeace Gruppo Locale Salerno)




Inserito da Golfonetwork sabato 11 luglio 2020 alle 12:29 commenti(0) -

Vertenza Cofaser, l´appello della Uil Fpl Salerno

Vertenza Cofaser, l'appello della Uil Fpl Salerno: “Salviamo i posti di lavoro. La politica si prenda le proprie responsabilità”.
"Quanto successo alle farmacie del consorzio Cofaser insegna che una cattiva gestione, aziendale e politica, rischiano di far fallire anche un'attività che in altre realtà d'Italia resta un fiore all'occhiello. Portare in Tribunale i libri contabili di un consorzio farmaceutico è un record di cui non andare per niente fieri. Peccato a pagarne le spese saranno soltanto i lavoratori".
Così Donato Salvato, segretario generale della Uil Fpl Salerno, interviene sul momento delicato che attraversa il Cofaser, con il Cda che ha chiuso le farmacie per 15 giorni sperando di trovare una soluzione che eviti il default. "Da oltre un anno avevamo dato la giusta soluzione alle amministrazioni comunali di Sarno e Mercato San Severino, facendo leva sui dipendenti pubblici e sulle carenze di personale che vivono attualmente i due Enti. Si sarebbe recuperato il denaro utile per non arrivare a quello che invece si è concretizzato. Si sarebbero incrementati i servizi dei Municipi, ma invece hanno prevalso altre dinamiche".
Una situazione surreale per Salvato, che ora chiede uno sforzo ai soci del consorzio: "Non si può scaricare la colpa solo sul passato. La magistratura farà il proprio lavoro sulle indagini già avviate, ma adesso serve salvare i lavoratori e un patrimonio importante come quello delle farmacie. In altre parti d'Italia queste attività portano anche utili e non riesco a capire perché nel Salernitano queste realtà facciano sempre fatica. Come sindacato, siamo al fianco dei lavoratori e pronti a ragionare su qualsiasi iniziativa utile per evitare il fallimento. I Comuni possono, come noi abbiamo sempre chiesto, di assorbire ancora adesso i lavoratori in eventuale esubero. Insieme agli altri sindacati abbiamo chiesto un incontro urgente con la proprietà per lunedì dove ribadiremo la fattibile soluzione che la Uil Fpl ha sempre sostenuto. La politica almeno adesso assuma il proprio ruolo, impegnandosi a garantire i servizi e garantire i livelli occupazionali".
(Uil Fpl Salerno)


Donato Salvato


Inserito da Golfonetwork sabato 11 luglio 2020 alle 12:22 commenti(0) -

SR 367a: Consegna lavori a San Valentino Torio

Nei prossimi giorni la Provincia di Salerno consegna i “lavori urgenti per la messa in sicurezza di viadotti e muri di contenimento sulla SR 367/a ricadenti nel Comune di San Valentino Torio”.
“L’intervento - dichiara il Presidente Michele Strianese e Sindaco di San Valentino Torio - ricade nel territorio di San Valentino Torio, esattamente mentre noi come Amministrazione comunale abbiamo fatto lavori di pertinenza comunale, sempre sulla ex SS 367, alla rotatoria uscita verso il nostro comune. Abbiamo provveduto all’illuminazione a led, al rifacimento del manto stradale e alla sostituzione di nuovi guardrail a norma.
Ora la Provincia inizia altri lavori di messa in sicurezza sulla SR 367a, con il coordinamento del settore Viabilità e Trasporti, diretto da Domenico Ranesi. L’avvio del cantiere è previsto fra il 13 e 14 luglio e il termine per il 24 luglio. L’importo è di euro 23.645,10.
La Provincia di Salerno apre un altro cantiere. Proseguiamo con la messa in sicurezza di tutta la nostra rete viaria. Dopo il lockdown per l’emergenza sanitaria epidemiologica che ha paralizzato l’intero Paese, ora, si riparte, anche con lo scopo di promuovere sviluppo e occupazione nei nostri territori. La Provincia va avanti e continuiamo a lavorare in assoluta vicinanza alle nostre comunità.”
(Maria Rosaria Greco)




Inserito da Golfonetwork sabato 11 luglio 2020 alle 12:09 commenti(0) -

Notizie Flash (11/7/2020)

Sanza- Annullata l'edizione 2020 del Meeting del Cervati: non ci sono le condizioni di sicurezza per garantire le norme di contenimento del Covid-19. 

Marina di Camerota- Schianto in moto: morto il farmacista Federico Giuliani (32 anni), proclamato il lutto cittadino.

Serre- Adesca una minorenne di 12 anni sui social: arrestato dai Carabinieri un militare dell'Esercito Italiano di 30 anni in servizio presso la caserma di Persano.

Camerota- Comparsi sui muri e in alcune gallerie delle strade cilentane nuovi messaggi minacciosi contro il sindaco di Camerota Scarpitta. Le indagini proseguono per risalire agli autori.

Villammare- Sequestrati sulla spiaggia ombrelloni lasciati incustoditi. I blitz, da parte della Polizia Municipale, nei prossimi giorni proseguiranno.


Inserito da Golfonetwork sabato 11 luglio 2020 alle 11:34 commenti(0) -

Stipendi al minimo, protestano i lavoratori della caserma di Persano

Stipendi al minimo, protestano i lavoratori della caserma di Persano. Rispoli (Fiadel): «Il prefetto intervenga o sarà sciopero»
Retribuzioni al minimo, pronti allo sciopero i lavoratori della caserma di Persano. La mobilitazione è stata annunciata nei confronti dell’azienda Ladisa, che insieme all’Althea gestisce il servizio mensa all’interno della struttura per conto del ministero della Difesa. A scatenare il malcontento dei lavoratori, la situazione dei pagamenti, ulteriormente peggiorata con l’emergenza Covid. «Abbiamo ripetutamente richiesto alla Ladisa, azienda che occupa più dipendenti tra le maestranze di Persano, un incontro sulle problematiche azienda – spiega Angelo Rispoli, segretario provinciale della Fiadel – Siamo in presenza di una violazione contrattuale, con i lavoratori che ricevono retribuzioni da fame e una situazione che si è accentuata a seguito del ricorso alla cassa integrazione per l'emergenza Covid. Ormai la situazione è insostenibile, non ci si può trincerare dietro le mura della caserma per violare i diritti dei lavoratori. Abbiamo chiesto un incontro in prefettura per avviare la procedura di raffreddamento dei conflitti». Appello dunque al prefetto di Salerno, Francesco Russo, affinché le parti trovino una soluzione condivisa. In alternativa, ci sarà un inasprimento della protesta. «Se non arriva la convocazione, i lavoratori saranno costretti a scioperare e ci dispiace molto per i militari, che avranno sicuramente un enorme disagio».
(Csa Fiadel Salerno)


Il segretario provinciale Csa, Angelo Rispoli



Inserito da Golfonetwork venerdì 10 luglio 2020 alle 15:24 commenti(0) -

Internazionalizzazione: UniSa a Malta

La delegazione UNISA, guidata dal Rettore Vincenzo Loia, è in visita istituzionale a Malta nell’ambito del Programma di internazionalizzazione di Ateneo. La visita, che ha preso il via mercoledì 8 luglio, segue all'accordo di cooperazione sottoscritto con Malta Enterprise in Ateneo lo scorso febbraio. L'obiettivo è quello di promuovere attività di ricerca e sviluppo condivise, nuove opportunità di formazione per i giovani e favorire l'attrazione di nuovi investimenti nell'area del Mediterraneo.
Il Rettore, accompagnato dai proff. Antonio Pietrosanto (Delegato alle Risorse strumentali) e Raffaele D’Alessio (Referente dei Rapporti con Malta), ha visitato dapprima la sede del “Malta Council for Science and Technology” (MCST), ospite del dott. Jeffrey Pullicino Orlando (CEO MCST). A seguire ha incontrato, presso il Memorial building workers Union - sede del General Workers Union (GWU) -, il dott. Kevin Camilleri (Deputy Secretary General GWU) e il dott. Josef Bugeja (GWU Secretary General). Il programma della visita istituzionale si è concluso nella giornata di ieri, presso la sede di Malta Enterprise, dove la delegazione è stata accolta dal dott. Kurt Farrugia (CEO Malta Enterprise) e dal dott. Mario Galea (Chairman National FDI screening supervisory board).
“Una visita assolutamente significativa per consolidare il nostro impegno sul fronte degli scambi internazionali e delle collaborazioni” - ha affermato il Rettore Loia. “I nostri giovani hanno bisogno di nuovi spazi e opportunità e le Università hanno il compito di accompagnarli e supportarli  verso nuove prospettive di crescita e di occupazione”.
Si allegano alcune immagini degli incontri programmati.
(Università degli studi di Salerno)


Tavolo UniSa-Malta


Kart Farrugia (Malta Enterprise) - Rettore Vincenzo Loia


Rettore Vincenzo Loia - Dott. Mario Galea


Rettore Vincenzo Loia - Staff GWU


Inserito da Golfonetwork venerdì 10 luglio 2020 alle 15:18 commenti(0) -

Ruggi: Emergenza coronavirus, la Uil Sanità chiede chiarezza

Emergenza coronavirus, la Uil Sanità chiede chiarezza sulle operazioni di sanificazione al “Ruggi” di Salerno.

Non ancora del tutto chiare le vicende della sanificazione del Ruggi di Salerno per l’emergenza  Covid-19. A invocare trasparenza è il segretario della Uil Sanità, Angelo Rambaldi, che chiama in causa i vertici dell’amministrazione dell’Azienda: “Più volte abbiamo chiesto chiarimenti riguardo la sanificazione del plesso ospedaliero Ruggi di Salerno, ma abbiamo ricevuto solo risposte vaghe sui punti incriminati, l’Azienda non ha voluto o non ha potuto rispondere”.
Alla Uil Sanità risulta che una singola persona si sia occupata dell’intera sanificazione, un dipendente della ditta che tiene l’appalto della pulizia, che addirittura risulta essere in servizio 24 ore su 24, dorme in ospedale da 90 giorni e dice di non vedere la famiglia da allora. Poi resta il giallo dei dipendenti interni del servizio di stoccaggio. Ancora non è chiaro i turni che facciano, ma al sindacato risulta che per mesi hanno fatto una intera notte di straordinario per poi essere in servizio ordinario il giorno successivo. “Quello che ci chiediamo è: la sanificazione durava tutta la notte, oppure i lavoratori riposavano anche loro all’interno del Plesso, ma sotto timbratura? Era necessario lasciarli sotto timbratura oppure era più conveniente per tutti attivare delle disponibilità per far fronte alle esigenze? Addirittura risulta che le maestranze non avessero nemmeno i titoli per effettuare la sanificazione, cosa molto grave che se appurata porta sotto inchiesta chi li ha utilizzati”, ha continuato Rambaldi. “Cosa ancora più grave è che gli stessi risultano nei mesi scorsi con all’attivo quasi 200 ore di straordinario mensile, cosa impossibile per un essere umano, che supera abbondantemente tutte le deroghe concesse in situazioni sia pure eccezionali come il Covid-19, dietro il quale non bisogna nascondersi per estorcere fondi pubblici tolti agli altri lavoratori che non si vedranno riconosciuti una fascia economica perché poi mancheranno i fondi”.
La Uil Sanità, dunque, chiede agli organi competenti in primis l’Ispettorato del Lavoro ma anche la direzione generale del Ruggi di far luce sull’accaduto e di punire i responsabili, che invece di vigilare hanno probabilmente approfittato della situazione per accontentare i loro amici e magari anche se stessi. Inoltre chiede le dimissioni dei responsabili in caso contrario che sia l’Amministrazione dell'Azienda a provvedere ad allontanare gli stessi dai loro incarichi.
“Non ci fermeremo”, ha detto Rambaldi. “I lavoratori si sentono presi in giro, soprattutto chi è stato a contatto diretto con i pazienti affetti da Covid-19 rischiando di infettarsi e non vedendosi riconosciuti dalla Regione nemmeno quel minimo incentivo. Se sarà necessario invieremo tutto il fascicolo alla Procura della Repubblica di Salerno”.
(Uil Fpl Salerno)


Inserito da Golfonetwork venerdì 10 luglio 2020 alle 15:05 commenti(0) -

Scuole: Approvata dal Ministero la proposta della Provincia

Scuole - Approvata dal Ministero la proposta della Provincia di Salerno sull’utilizzo delle mascherine in classe

Nei giorni scorsi la Provincia di Salerno ha partecipato alla videoconferenza con il Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, On Giuseppe De Cristofaro, sulla definizione delle misure anti Covid da adottare nelle scuole all’apertura prevista per settembre prossimo.
“É stata approvata la proposta avanzata dai nostri tecnici – afferma il Presidente della Provincia, Michele Strianese – in particolare da Angelo Michele Lizio, dirigente del settore Edilizia Scolastica e Patrimonio. il CTS ha inviato una nota al Ministero dell’Istruzione con la quale ha chiarito che gli alunni, alla ripresa dell’anno scolastico, dovranno indossare la mascherina solo in movimento, mentre da seduti decade l’obbligo di indossarla.
In tal modo i banchi possono essere posizionati più vicini tra loro, consentendo di raddoppiare il numero di alunni che svolgeranno attività in presenza. La decisione risolve numerosi aspetti critici evidenziati dai dirigenti scolastici relativi al rispetto delle misure di distanziamento.”
(Maria Rosaria Greco)


Inserito da Golfonetwork giovedì 9 luglio 2020 alle 20:07 commenti(0) -

Servizio 118 Asl Salerno, interrogazione di Cirielli (FdI) a Speranza

Servizio 118 Asl Salerno, interrogazione di Cirielli (FdI) a Speranza: “Si accerti la regolarità del bando”
“Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro della Sanità Roberto Speranza per avere delucidazioni sulle modalità di indizione della gara dell’Asl Salerno per l’assegnazione del servizio 118”. Lo annuncia, in una nota, il Questore della Camera e parlamentare salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli, a seguito delle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dal presidente dell’associazione di volontariato “Humanitas” Roberto Schiavone di Favignana. “Le sue parole - dichiara Cirielli - sono molto gravi e lanciano ombre e sospetti sui requisiti richiesti per la partecipazione al bando, che potrebbero essere stati redatti, magari, per favorire qualche associazione a scapito di altre. Se le anomalie denunciate dal presidente Schiavone, anche su vicende pregresse, fossero acclarate dai fatti, ci troveremmo difronte ad un modus operandi dietro al quale potrebbe trincerarsi un vero e proprio sistema di controllo della gestione del servizio del 118. Al riguardo, sono convinto che la Magistratura starà facendo le sue verifiche sulla regolarità del bando in questione, su quelli precedenti e sull’eventuale commissione di reati. Ma, per noi, è fondamentale soprattutto accertare la regolarità delle procedure, al fine di offrire il miglior servizio possibile ai cittadini. La sanità salernitana e campana, ormai politicamente monopolizzata dal sistema di potere deluchiano, che contiamo di smantellare con la vittoria del centrodestra alle prossime elezioni regionali, deve garantire servizi di assistenza e soccorso efficienti, nella massima legalità e trasparenza, senza l’ombra di alcun sospetto” conclude Cirielli.
Salerno, 9 luglio 2020
(Ufficio stampa on. Edmondo Cirielli)


Inserito da Golfonetwork giovedì 9 luglio 2020 alle 20:05 commenti(0) -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2015-2017
Archivio news 2014
Archivio news 2013
Archivio news 2011-2013
Archivio news 2008-2011


© 2020 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica