NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » news_regionali

 







Bando Ariano International Film Festival 2017 V Edizione
L'Ariano International Film Festival ha inaugurato ufficialmente il bando di concorso della prossima edizione. Sei le sezioni in concorso a tema libero: lungometraggi, documentari, cortometraggi, animazione, serie web e cortometraggi scuola.
Ad arricchire la quinta edizione non poteva mancare, anche quest'anno, la sezione speciale denominata "AIFF GREEN", rivolta esclusivamente ai documentari che affrontano il tema dell'ambiente nella sua accezione più variegata, valorizzandone le diverse e molteplici implicazioni socio-culturali: il cinema sull'ambiente inteso come mezzo sia di denuncia, sia di riflessione.
L'iscrizione al concorso "AIFF" è gratuita e la scadenza è fissata per il 30 Aprile 2017. Le opere saranno valutate da una giuria di professionisti del settore cinematografico, e i vincitori avranno un riconoscimento in danaro. Le premiazioni avverranno durante le giornate del Festival.
Come ogni anno, un lungo red carpet sarà calcato da attori, registi e produttori. Inoltre, non mancheranno rassegne, seminari e premi a personalità di rilievo in campo artistico, sociale e culturale. L'Ariano International Film Festival si terrà nella Città di Ariano Irpino (AV), di Savignano Irpino e di Flumeri, dal 29 Luglio al 5 agosto 2017. Fare clic qui per informazioni.



Inserito da Golfonetwork giovedì 23 marzo 2017 alle 12:18 -

Federcepicostruzioni alla Camera dei Deputati

Il presidente Antonio Lombardi: "Piu' investimenti e meno burocrazia"
"Battesimo" alla Camera dei Deputati per FEDERCEPICOSTRUZIONI, una cui delegazione, guidata dal presidente nazionale di CEPI, Rolando Marciano, e dal presidente di FEDERCEPICOSTRUZIONI Antonio Lombardi, è stata ricevuta questa mattina a Montecitorio per presentare la nuova realtà associativa del settore delle costruzioni, che raggruppa già oltre 8.000 imprese in tutta Italia.
L'incontro, che ha visto la partecipazione tra gli altri dell'On. Marco Di Lello, componente della Commissione Giustizia, e dell'On. Antonio Cuomo, membro della Commissione Lavoro, ha consentito ai vertici nazionali CEPI di illustrare, in maniera articolata e dettagliata, l'impegno che si andrà a profondere sul territorio per sostenere e rilanciare le imprese dell'edilizia, attraverso le 190 sedi attive in Italia e le 15 operanti all'estero.
Il presidente di FEDERCEPICOSTRUZIONI Antonio Lombardi, dopo una articolata presentazione della nuova realtà associativa, ha chiesto un impegno forte della politica per il rilancio del comparto edile, attraverso un piano di investimenti che punti con decisione sul fronte della recupero del gap infrastrutturale Italia-Europa (e, all'interno del nostro Paese, tra Mezzogiorno ed aree economicamente più avanzate) ma anche per la messa in sicurezza degli edifici, a partire da quelli pubblici, dal rischio sismico e idrogeologico.
"Abbiamo rivendicato un impegno più energico - ha dichiarato il presidente Lombardi - per il rilancio degli investimenti in infrastrutturew ed opere pubbliche. Ma anche interventi incisivi per risolvere problemi annosi, e non più sostenibili, quali i ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione e la burocrazia farraginosa, cui il nuovo Codice non ha messo mano in maniera risolutiva".
FEDERCEPICOSTRUZIONI ha inoltre chiesto un impegno forte per la definizione di un piano per il monitoraggio e la manutenzione programmata delle strade di competenza regionale e provinciale.
All'incontro hanno partecipato anche il Presidente di FEDERCOMTUR, Claudio Pisapia e, per FEDERCEPICOSTRUZIONI, il vice presidente Angelo Grimaldi, il tesoriere Aniello Lanzara, e i componenti del Consiglio direttivo delegati ai Lavori all'estero (Michele Allegretti), ai Rapporti con gli enti bilaterali (Antonio Lanzara), ai giovani (Emanuele Radano), alle Normative tecniche e di settore (Adriano Gugliucciello) e alla Comunicazione (Guglielmo Saracca).
(Ufficio Stampa FederCepiCostruzioni)



Inserito da Golfonetwork giovedì 23 marzo 2017 alle 12:12 -

Campania, Cirielli: dimissioni Polimeni rappresentino svolta

Campania, Cirielli: dimissioni Polimeni rappresentino svolta, no nuovo commissario
“Le dimissioni di Polimeni da commissario di governo per la sanità in regione Campania rappresentino un momento di svolta nelle scelte del governo nazionale”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.
“Ci auguriamo che la decisione – spiega – non sia quella di nominare un nuovo commissario. Auspichiamo, invece, che termini il commissariamento in quanto tale. Dopo dieci anni, la regione Campania ha bisogno di responsabilità e normalità. In questo modo, nessuno avrà più scuse per eventuali disservizi e ritardi”.
Roma, 22 marzo 2017
(Ufficio Stampa On. Edmondo Cirielli)

Inserito da Golfonetwork mercoledì 22 marzo 2017 alle 19:31 -

Mobilità docenti, il giudice ordina al Miur di rilasciare l'algoritmo

Vertenza mobilità docenti 2016/17: il giudice ordina al MIUR di rilasciare l’”algoritmo”. La soddisfazione dei sindacati scuola.

Il Tar Lazio dà ragione a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal che insieme avevano presentato ricorso contro il Miur per non aver fornito gli atti da cui poter desumere la procedura (l’algoritmo) in base alla quale sono state effettuate le operazioni di mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/17. I giudici amministrativi hanno ordinato al Miur di rilasciare alle organizzazioni sindacali ricorrenti “copia dei cd. codici sorgente del software dell’algoritmo di gestione della procedura della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 di cui all’O.M. M.I.U.R. n. 241 del 2016 nel termine di 30 (trenta) giorni decorrenti dalla notifica a cura di parte”.
I segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil scuola e Snals Confsal esprimono grande soddisfazione per la vittoria riportata sul piano legale. "È questo un primo risultato positivo della battaglia che abbiamo portato avanti per fare piena luce sull'applicazione errata del Ccni sulla mobilità. Finalmente si apre una strada di verità che potrebbe rendere giustizia a migliaia di docenti, vittime incolpevoli degli errori dell'amministrazione"

(Francesco Sinopoli - Flc CGIL)  
(Maddalena Gissi - Cisl Scuola)  
(Giuseppe Turi - UIL Scuola RUA)    
(M. Paolo Nigi  SNALS Confsal)

Inserito da Golfonetwork mercoledì 22 marzo 2017 alle 11:01 -

Vendita online di prodotti falsi: indagate 17 persone

Napoli- I finanzieri del Comando Unità Speciali hanno smantellato l’ennesimo gruppo criminale dedito alla vendita on-line di capi di abbigliamento contraffatti. Dall’alba di questa mattina i Militari del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche, in collaborazione con i colleghi del Comando Provinciale di Napoli, stanno eseguendo, in 5 Regioni, 17 decreti di perquisizione emessi dal G.I.P di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, nonché l’oscuramento/sequestro dei 381 siti e dei 15 profili FB. L’indagine, durata oltre 1 anno, è il risultato del continuo monitoraggio della Rete operato dalle Fiamme Gialle, per la repressione dei reati di natura economico – finanziaria. I Militari – sotto la direzione del Dott. Fausto Zuccarelli, Procuratore Aggiunto della Repubblica di Napoli e della Dott.ssa Roberta Simeone, S. Procuratore – hanno individuato i citati siti web ed i profili Facebook riconducibili a 17 cittadini italiani residenti in Campania, Puglia, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto, che avevano creato veri e propri negozi virtuali dove vendevano abbigliamento contraffatto dei più famosi brand. L’operazione si inserisce nell’ambito di un progetto internazionale di cooperazione tra forze pubbliche volto al contrasto della contraffazione online. Per la prima volta in Italia sono stati rimossi permanentemente dal web siti che, pur avendo suffisso .IT, si trovavano all’estero. Ciò rappresenta un vero e proprio salto di qualità poiché, contrariamente a quanto avveniva finora, i siti incriminati sono stati cancellati per sempre da Internet. Con le tradizionali metodologie, invece, venivano soltanto oscurati a livello nazionale, ma restavano, comunque, disponibili online per il resto del mondo. Inoltre, è stata informata anche l’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers – Ente internazionale responsabile delle assegnazioni degli indirizzi IP), con sede a Los Angeles, per intraprendere le iniziative di propria competenza. Infine, gli investigatori del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche hanno ottenuto la rivelazione in chiaro del vero indirizzo IP che molti siti web nascondevano intenzionalmente. La contraffazione continua ad essere una vera piaga per l’economia e le imprese italiane, specie in un momento di crisi come questo. Oltre alle tematiche legate alla perdita di posti di lavoro e al tema della scarsa sicurezza e pericolosità dei prodotti, il mercato del falso alimenta il lavoro nero, l’evasione fiscale e si presta a legami con la criminalità organizzata. Inoltre, sempre maggiori sono gli effetti dannosi per i consumatori sul piano della salute e della sicurezza. Il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza, in poco più di 4 anni ha oscurato oltre 2.500 siti internet.

(Guardia di Finanza)

Inserito da Golfonetwork martedì 21 marzo 2017 alle 20:59 -

Napoli: Il Consiglio Comunale boccia il plauso ai tutori delle forze dell´ordine

Napoli: Il Consiglio Comunale boccia il plauso ai tutori delle forze dell'ordine feriti durante i violenti scontri del corteo anti Salvini di sabato scorso.
Il Coisp :"Napoli la Città di pace e giustizia ma i poliziotti restano agnelli sacrificali"
La seduta del Consiglio comunale tenuta ieri a Napoli ha approvato la delibera che eleva il capoluogo partenopeo a "città di pace e giustizia, ma con i voti della maggioranza e del Movimento Cinque Stelle bocciava la mozione per espressione di solidarietà agli agenti feriti nel corso degli scontri di sabato scorso 11 marzo nel corso del corteo anti Salvini tenutosi a Fuorigrotta e contestuale costituzione di parte civile negli istituendi processi penali a carico degli autori dei gravi fatti.
Giuseppe Raimondi,  Segretario Generale Provinciale pro tempore del Sindacato indipendente di Polizia Coisp di Napoli, a margine dell'assemblea sindacale fatta in Questura, ha cosi dichiarato :" Resto sbalordito dalla notizia appresa sui maggiori quotidiani locali e nazionali. La condanna alla violenza  in ogni sua forma dovrebbe essere spontanea, così come la solidarietà ai feriti specialmente nei palazzi istituzionali, una mozione del genere non andrebbe assolutamente messa ai voti. Purtroppo il messaggio che ne viene fuori è che nella città di pace e giustizia i poliziotti e tutti i dipendenti del Comparto sicurezza restano gli agnelli sacrificali. Ribadisco  la massima  solidarietà ai colleghi feriti - conclude il leader provinciale del Coisp - ai quali offriamo la massima collaborazione per ogni evenienza. Uno dei principi della Costituzione è la Libertà di espressione e va sempre garantita; il problema di fondo resta quello di capire le motivazioni di tanta violenza,  e come già detto in passato, la Politica italiana , senza soluzione di continuità, dovrebbe interrogarsi su questi fattori."
Napoli  21 marzo 2017
(L'addetto stampa Luigi Fusco)

Inserito da Golfonetwork martedì 21 marzo 2017 alle 16:45 -

Napoli: Conferenza stampa di presentazione del “Road to…Napoli Fitness Event”

Conferenza stampa di presentazione del  “Road to…Napoli Fitness Event”, mercoledì 22 marzo, ore 17:00, via Cappella Vecchia 4, sede SUGC.
Si svolgerà mercoledì, 22 marzo, alle ore 17:00, presso la sede del SUGC – il Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania in via Cappella Vecchia 4, Napoli, la conferenza stampa di presentazione del “ROAD TO…Napoli Fitness Event” il  nuovo e affascinante progetto per tutti gli appassionati del fitness e della salute in arrivo nel capoluogo partenopeo.
Dopo la realizzazione del primo grande evento targato “Napoli Fitness Event”, organizzato presso ”L’ ippodromo di Agnano” lo scorso ottobre, con ottimo riscontro di pubblico e di utenza,  Donatella Carafa,  affermata manager sportiva napoletana, rilancia il progetto con una originale e avvincente formula in vista della seconda edizione. L' iniziativa, sarà illustrata alla stampa alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello e del segretario del SUGC Claudio Silvestri. Il Tour sportivo prevede, per tutti gli atleti e i semplici appassionati delle varie discipline sportive legate al mondo del fitness, un viaggio itinerante nei luoghi più belli e suggestivi di Napoli con l’intento di praticare sport e di vivere nuove emozioni.
Il prossimo appuntamento, si terrà domenica mattina, 26 marzo,  presso l'Agorà Morelli e la Galleria Borbonica, "Holistic & Sensory Emotion Day”, giornata dedicata completamente al settore Olistico in un ambiente tra l'altro assolutamente idoneo per  atmosfera e suggestione e un percorso sensoriale con lo Yoga nella splendida galleria borbonica. 
(Giancarlo Borriello)

Inserito da Golfonetwork martedì 21 marzo 2017 alle 16:39 -

Coisp: Proseguono i lavori propedeutici al congresso provinciale

Coisp:"Proseguono i lavori propedeutici al congresso provinciale,  decisa la presenza di una forte quota rosa nell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli "
Stamattina presso la sala convegni della Caserma Virgilio Ranieri, sede operativa dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli si è tenuto il congresso locale propedeutico alla celebrazione del VII Congresso provinciale del Sindacato di Polizia Coisp.  La manifestazione  ha interessato l'Ufficio controllo del territorio della locale Questura, che vede il Coisp quale sindacato maggioritario,  e l'ufficio di gabinetto della Questura. Gli oltre 100 partecipanti al congresso locale hanno alla fine eletto quale Segretario di Sezione, Maria Rosaria Ulini e in veste di vice segretari, Rita Di Brino e Vincenzo Esposito Vulgo Gigante ai quali si affiancheranno gli altri delegati al prossimo congresso provinciale che si terrà il 30 marzo.
Giuseppe Raimondi,  Segretario Generale Provinciale pro tempore, del Sindacato indipendente di Polizia Coisp presente al congresso, ha cosi dichiarato :" Sono stato molto contento della massiccia partecipazione dei colleghi al congresso locale, segno tangibile della attenzione che è rivolta all'attività sindacale. Mi piace dare risalto all'elezione di due donne, valide poliziotte e valide sindacaliste, nel ruolo di segretario di sezione e vice, segno del cambiamento,  perché il Coisp è questo; la prossima segreteria provinciale segnerà un cambio netto nella gestione delle relazioni sindacali, ma avremo tempi e modi per parlarne. Ringrazio i tanti colleghi intervenuti ed auguro alla segreteria sezionale un buon lavoro".
Maria Rosaria Ulini, neo eletta segretaria di sezione ha aggiunto: " Ringrazio i colleghi per la partecipazione e la fiducia accordatami che spero riuscirò a ripagare grazie all'aiuto dei miei collaboratori appena eletti, in un ufficio con molteplici peculiarità e quindi svariate esigenze. Sono sicura che con il lavoro riusciremo nei nostri obiettivi" Anche Rita Di Brino ha commentato:" Mi associo ai ringraziamenti per la fiducia accordataci, in sinergia con la Segreteria Provinciale continueremo a crescere con il supporto dei tanti colleghi".
Napoli  20 marzo 2017
(L'addetto stampa Luigi  Fusco)

Inserito da Golfonetwork lunedì 20 marzo 2017 alle 20:37 -

Bullismo, la riflessione e le proposte di Claudio Gubitosi

Bullismo, la riflessione e le proposte del  fondatore e direttore artistico del Giffoni Film Festival Gubitosi sull'episodio di Mugnano del Cardinale
L'ultimo brutale vergognoso episodio di bullismo che la cronaca ci ha riportato da Mugnano del Cardinale, in provincia di Napoli, è diverso non nella pressione esercitata alla vittima di turno, ma dall'azione del genitore di denunciare e pubblicare la foto del figlio dal volto tumefatto.
Non credo che abbia avuto coraggio questo padre, né tanto meno abbia potuto pensare di prendersi un momento di notorietà. Chi lo pensa si dovrebbe vergognare.
Non è quindi un eroe, ma un padre normale che ha un figlio normale e i due dialogano e si sono trovati uniti nel denunciare l'aggressione.
Io sto con questo padre e condivido la scelta di pubblicare la foto e i fatti accaduti a suo figlio, a dispetto di quanti, il giorno dopo, si sono attivati a criticare e commentare negativamente la decisione.
I nostri ragazzi sono consapevoli, informati, coscienti, che le loro bravate, in gruppo o da soli, sono reati da perseguire e punire. I nostri ragazzi, bravissimi ad avere tutto e subito dai social, sono consapevoli del danno e del dolore che provocano con le loro azioni pur se minori o perfino sotto la soglia di punibilità.
Sono anni che insieme a tante organizzazioni discutiamo e promuoviamo campagne contro il bullismo e cyber bullismo.
Credo che gli episodi più o meno similari, se non hanno un eco nella vita del singolo o del gruppo attraverso i social di per se restano senza voce.
L'argomento principale è dimostrare agli altri di essere dominanti senza ragioni, leader, senza essere riconosciuti, forti, pur essendo i più deboli, uomini, pur essendo i più stupidi.
Non escludo affatto da questa mia riflessione immaginare il dolore dei genitori dell'ultima gang, ne eludo il disagio interiore di questi ragazzi in formazione che compiono gesti infami. Vanno studiati certo, ma vanno anche protetti. Ma questo non è un gioco e lo debbono capire. E se dal loro punto di vista lo è, debbono sapere che è destinato a far male e farsi male.
Purtroppo non saranno certo le mie riflessioni a modificare il corso di questo tempo impazzito, schiavo totalmente dei social fino a diventarne malati.
Analizzate un po' voi alcuni episodi eclatanti successi in Italia negli ultimi mesi.
La compulsione a scrivere giudizi pesanti, a pubblicare video e foto personali intimi sta dilagando a dismisura, salvo poi il giorno dopo a chiedere scusa. Una ipnosi collettiva devastante. Da cattolico so che il perdono è un ...Dono, ma credo che non si possa applicare su tutto e a tutti.
Il perdono si concede quando si è coscienti dei reati commessi, emerge il pentimento e si è consapevoli del dovere scontare le pene.
Questi ragazzi non hanno solo difficoltà ambientali, sociali, economiche. Ogni volta si va a scavare nelle loro vite.
Ci saranno certamente argomenti validi di discussione che non possono essere sempre giustificati. E ancora una volta leggo e sento ovunque che la scuola non fa troppo, anzi viene perfino additata come responsabile. Che la famiglia non controlla, non forma, non dialoga. Ma cosa devono fare di più.
Mi rifiuto anche questa volta nel caricare la scuola e la famiglia e di additarli come capi espiatori. Non posso immaginare che la scuola non formi e non insegni i diritti e i doveri oltre al sapere che è chiamata a promuovere.
E i genitori oltre a pensare ogni giorno a non perdere il lavoro o a trovarlo, ad assicurare alla famiglia a volte il minimo per andare avanti, non dia ai figli le regole più elementari della convivenza civile.
Certo si può fare di più e si deve andare oltre. Sono convinto che queste generazioni e quelle che stanno per emergere, abbiano si un disagio ed una mancanza di supporti in grado di gestire al tempo dei social i sentimenti, le passioni, la scoperta dell'amore, le relazioni umane e la bellezza di una vita in comune che fa crescere, aiuta, forma. Vita reale, non da un computer o da uno smartphone.
Ci sarebbe tanto da dire ma mi limito a fare la mia parte come direttore di Giffoni Experience e quindi anche come formatore.
Non mi risultano casi che, pur avendo avuto centinaia di migliaia di giurati di piccola e media età, abbiano inflitto abusi o promosso azioni meritevoli di punizione. Far parte di Giffoni, e lo dico con orgoglio, è uno stile di vita ed è per questo che sto pensando ora a due argomenti.
Il primo: invitare il Ministro dell'Istruzione e il suo team di consulenza di inserire con urgenza nei piani di studio anche una nuova materia, già dalle elementari. La butto così: i social, le opportunità e come gestirli.
Una rivoluzione nella materia che già si studia come educazione civica. Ma non possono farlo solo i docenti, c'è bisogno di una nuova classe di maestri. Alle opportunità evidenziare naturalmente i rischi, i pericoli e gli abusi.
La seconda riguarda i ragazzi di Mugnano del Cardinale. Voglio stare al loro fianco e a quello delle rispettive famiglie. Se accettano e le autorità danno il consenso, li voglio inserire d'ufficio nelle nostre giurie. Non è un premio credetemi, né una punizione; ma è solo un'opportunità che da padre vorrei dare a questi ragazzi per fargli conoscere la bellezza del rispetto per gli altri, la comprensione delle differenze, il valore delle diversità. Sarà un'occasione anche per fargli rendere conto che sono pochi, quelli che si incamminano in questi errori e che ci sono migliaia di ragazzi che ogni giorno vivono e crescono bene senza creare problemi a se stessi e agli altri. Forse si renderanno conto che non ne vale assolutamente la pena.
A Giffoni si rispettano le regole e potrebbe essere questo un buon motivo per creare un cortocircuito tra il mondo reale e quello virtuale per far emergere i valori positivi che ogni ragazzo e ragazza ha ma che purtroppo sempre più spesso non domina e non governa.
Naturalmente l'invito è anche per il ragazzo di Mugnano che ha subito l'aggressione.
L'affetto di Giffoni non gli può mancare.
(Claudio Gubitosi)

Inserito da Golfonetwork lunedì 20 marzo 2017 alle 13:44 -

Corsi di Sostegno: comunicato n.2 Federazione Cisl Scuola

Gissi: sui corsi di sostegno non basta cambiare la data dei test

Bene ha fatto il MIUR a sospendere il D.M. 141 sui corsi di specializzazione per il sostegno, invitando le Università a non procedere all'emanazione dei bandi in attesa di ulteriori comunicazioni. Che ci sia qualcosa da rivedere ci sembra più che evidente, e non può trattarsi solo delle date di svolgimento dei test di ammissione: troppi gli squilibri nel numero di accessi previsti dai diversi Atenei, una situazione incomprensibile e insostenibile, come abbiamo già denunciato. Ci aspettiamo che anche a questo si metta mano, oltre che alla calendarizzazione delle prove selettive. Diversamente non si entrerebbe nel vivo dei problemi veri, in primo luogo quello di una programmazione dell'offerta formativa che lascia a dir poco perplessi e che ne genera immediatamente un altro, su cui chiediamo di vigilare opportunamente: quello della qualità dei percorsi di formazione, che dev'essere comunque garantita su tutto il territorio nazionale, sapendo bene quanto le modalità di organizzazione e gestione dei corsi e il numero dei partecipanti non siano, a questo riguardo, variabili di poco conto. 
Roma, 18 marzo 2017

(Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola)

Inserito da Golfonetwork sabato 18 marzo 2017 alle 13:05 -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2009-2014


© 2017 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica