NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » news_regionali

 







Barbaro (FdI): Franceschini intervenga per salvare storica sartoria teatrale

Cultura. Barbaro (FdI): Franceschini intervenga per salvare la storica sartoria teatrale Canzanella
"Franceschini intervenga per salvare la storica sartoria teatrale Canzanella, su cui purtroppo incombe una procedura di sfratto. A tal fine, ho presentato una interrogazione parlamentare indirizzata al ministro dei Beni Culturali, affinchè intervenga sulla incombente procedura voluta dal Comune di Napoli e che rischia di disperdere irrimediabilmente l’immenso patrimonio sartoriale, ricco di oltre 15mila costumi scenici. Si rende necessario un intervento ministeriale per salvaguardare il patrimonio artistico conservato dalla sartoria teatrale Canzanella al fine di incentivare le attività del 'Museo Permanente del Costume Storico' messo in opera dalla stessa sartoria, insieme all’Associazione artistica culturale A.A.C.39".
Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Claudio Barbaro, componente della Commissione Cultura.
(Ufficio stampa Fratelli d'Italia)

Inserito da Golfonetwork lunedì 1 marzo 2021 alle 20:15 -

Regione Campania: Covid-19, Ordinanza n. 6 del 27 Febbraio 2021
COVID-19, ORDINANZA n. 6 del 27 FEBBRAIO 2021
27/02/2021 – Firmata oggi dal Presidente Vincenzo De Luca l'Ordinanza n. 6 contenente "Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Disposizioni urgenti relative alle attività didattiche".
(Regione Campania)




Ordinanza n. 6 del 27 Febbraio 2021
Fare clic sull'immagine per leggere (formato .pdf)
Inserito da Golfonetwork sabato 27 febbraio 2021 alle 20:38 -

Convegno in teleconferenza: COVID-19. La testimonianza che noi dobbiamo dare
Il 1 marzo 2021, dalle ore 15,00, avrà luogo il convegno in teleconferenza sul tema: "COVID - 19. La testimonianza che noi dobbiamo dare".
Un tema di grande attualità, che si sofferma sulla "legalità", un bene ancor più prezioso e indispensabile in questi mesi terribili e infiniti segnati dalla pandemia. Legalità, sicurezza, salute sono diritti fondamentali per ogni cittadino, ma in particolare per le fasce più deboli della società, meno tutelate. Riflettere sulla figura di Rosario Livatino, magistrato martire, ci aiuta ad affrontare un incerto presente.
Papa Francesco ha riconosciuto il martirio del "Magistrato" Rosario Angelo Livatino, aprendo la strada della sua beatificazione. I suoi scritti dedicano attenzione al rapporto tra "fede e diritto", soffermandosi sulle "prove" dell'"esperienza storica" o più esattamente di "cronaca", perché - come evidenzia Rosario Angelo Livatino - "decidere è scegliere e a volte scegliere fra numerose cose o strade o soluzioni; e scegliere è una delle cose più difficili che l'uomo sia chiamato a fare. Non soltanto perché la scelta dirime una problematica del passato", "ma anche perché molto spesso la scelta comporta una previsione degli effetti a venire". Temi di ricerca di "un confronto a volte armonioso, a volte lacerante, ma sempre vitale, sempre indispensabile", che animano il pensiero politico, nelle sue diverse declinazioni. Una proposta scientifica della cattedra di Storia delle dottrine politiche dell'Università degli Studi di Napoli "Parthenope".
Alle ore 15.00, il Prof. Leone Melillo dell'Università degli Studi di Napoli Parthenope presenterà l'iniziativa. Introdurrà, quindi, i lavori il Prof. Salvatore Insenga, Docente di religione e cugino di primo grado del Magistrato Rosario Angelo Livatino. Il convegno, in teleconferenza, sarà moderato dal Dott. Luigi Vicinanza (Giornalista). Sono previsti gli indirizzi di saluto del Prof. Alberto Carotenuto (Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Napoli "Parthenope"), di S. Em. Rev.ma Mons. Francesco Montenegro (Cardinale, Arcivescovo di Agrigento), di S.E. Rev.ma Mons. Alessandro Damiano (Arcivescovo coadiutore dell'Arcidiocesi di Agrigento), di S.E. Rev.ma Mons. Vincenzo Bertolone (Arcivescovo metropolita di Catanzaro Squillace, Postulatore della causa di beatificazione di Angelo Rosario Livatino), del Dott. Carlo Verna (Presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti), del Prof. Claudio Palazzolo (Presidente dell'Associazione Italiana degli Storici delle Dottrine Politiche). Alle ore 16.00 interverrà la Sen. Avv. Erika Stefani (Ministro per le disabilità), che si soffermerà sulle "nuove fragilità". Avrà luogo, quindi, la "prima sessione" dei lavori del convegno che tratterà il tema "L'umanità provata dal COVID - 19". Discutono il Prof. Paolo Antonio Ascierto (Direttore U.O.C. Oncologia medica e terapie innovative dell'Istituto Nazionale Tumori - Fondazione G. Pascale), il Dott. Maurizio Masciopinto (Questore di Venezia), l'Avv. Maria Masi (Presidente del Consiglio Nazionale Forense), il Prof. Carlo Pietro Campobasso (Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli") il Prof. Massimo Niola (Università degli Studi di Napoli "Federico II"), il Prof. Maurizio Municinò (Direttore U.O.C. Medicina legale, valutativa e necroscopica - Asl Napoli 2 Nord), il Prof. Vincenzo Montesarchio (Direttore U.O.C. Oncologia dell'Ospedale Monaldi di Napoli), il Prof. Roberto Parrella (Direttore U.O.C. Malattie infettive ad indirizzo respiratorio dell'Ospedale Cotugno di Napoli), il Sen. Avv. Francesco Urraro (Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere). Avrà luogo, quindi, alle ore 17.30, la "seconda sessione" del convegno che analizzerà "Il rapporto tra fede, politica e diritto". Discutono il Prof. Dario Caroniti (Università degli Studi di Messina), il Prof. Alessandro Arienzo (Consigliere del Consiglio Universitario Nazionale), il Prof. Francesco Berti (Università degli Studi di Padova), il Prof. Diego Lazzarich (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli), la Prof.ssa Stefania Mazzone (Università degli Studi di Catania), il Prof. Leone Melillo (Università degli Studi di Napoli "Parthenope").
Le relazioni e gli interventi saranno pubblicati nel prossimo numero della rivista scientifica "Il Pozzo. Idee di Storia delle istituzioni e delle dottrine politiche". Sarà possibile seguire la diretta del convegno attraverso questo link.
(Prof. Leone Melillo)



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork venerdì 26 febbraio 2021 alle 21:02 -

Comunicato Anas

CAMPANIA, ANAS: ULTIMATA LA PRIMA PARTE DEI LAVORI DI SOSTITUZIONE DELLE BARRIERE STRADALI LUNGO IL RACCORDO AUTOSTRADALE 2 “DI AVELLINO” AD ATRIPALDA

- la circolazione in carreggiata sud verrà ripristinata nella giornata di domani, sabato 27 febbraio, con l’eliminazione del doppio senso di circolazione istituito sulla carreggiata opposta
- tali attività rappresentano il 2° stralcio di un più ampio intervento di manutenzione programmata; la progettazione relativa al 1° stralcio è in fase di ultimazione

Napoli, 26 febbraio 2021

Ultimato, nel rispetto di quanto precedentemente comunicato, il primo intervento previsto da Anas sulle barriere stradali del Raccordo Autostradale 2 “di Avellino”, nel territorio comunale di Atripalda (AV).
Nel dettaglio, Anas ha eseguito la sostituzione delle barriere stradali su tratti in rilevato lungo la carreggiata in direzione Salerno del RA2, tra il km 30,350 ed il km 29,050, per un investimento complessivo di oltre 1,5 milioni di euro.
Con la smobilitazione del cantiere, nella giornata di domani, verrà ripristinata la circolazione lungo la carreggiata sud, con l’eliminazione dello scambio di carreggiata precedentemente istituito in direzione di Avellino.
Le attività appena concluse rappresentano il 2° stralcio di un più ampio intervento di manutenzione programmata – per un investimento complessivo di circa 5,4 milioni di euro – che prevede, principalmente, la sostituzione delle barriere stradali lungo il Raccordo Autostradale 2, nel territorio comunale di Atripalda.
Relativamente al 1° stralcio dell’intervento – la cui esecuzione è prevista tra il km 27,800 al km 30,200, per un investimento complessivo di oltre 3,8 milioni di euro – è in fase di ultimazione la relativa progettazione.
Nelle more dell’esecuzione di tale intervento è attivo il restringimento della carreggiata nord, in direzione di Avellino, tra il km 29,650 ed il km 29,360.
Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri
(Chiara Biggi)

Inserito da Golfonetwork venerdì 26 febbraio 2021 alle 20:06 -

Governo. Iannone (FdI): su nomine sottosegretari Campania umiliata

"La lista dei sottosegretari ufficializzata tra mille litigi nella maggioranza 'Arlecchino' umilia la Campania. Solo due sottosegretari per una Regione che ha sei milioni di abitanti e che è la più grande del Sud. Un nuovo pessimo segnale per un territorio che avrebbe più bisogno di molti altri. È evidente la mancanza di peso politico della classe dirigente campana dei partiti di maggioranza. Sempre più convinti che per Fratelli d’Italia sia stata la scelta giusta quella di collocarsi all’opposizione".
Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania.
(Ufficio stampa Fratelli d'Italia - Senato della Repubblica)

Inserito da Golfonetwork giovedì 25 febbraio 2021 alle 18:25 -

Cisl Scuola, Gissi: dal ministro Bianchi importanti indicazioni

Gissi: dal ministro Bianchi importanti indicazioni di merito e di metodo. Ci sono le premesse per un buon lavoro
«Un incontro senz’altro positivo, sia per gli obiettivi su cui il ministro intende caratterizzare la sua azione di governo, sia per il metodo di lavoro proposto, che riconosce l’importanza e il valore del confronto con le organizzazioni sindacali. Ci sono dunque le premesse per affrontare in modo proficuo e costruttivo le tante questioni che abbiamo di fronte, nell’immediato e in prospettiva». Così Maddalena Gissi, segretaria generale CISL Scuola, subito dopo la conclusione del primo incontro del ministro Bianchi con i sindacati. «Il ministro si è detto intenzionato a sviluppare in modo continuo e sistematico il confronto, - prosegue la segretaria generale - indicando alcuni temi su cui mettersi da subito il lavoro: conclusione dell’anno scolastico in corso e avvio di quello successivo, reclutamento e formazione, mobilità del personale, Recovery Plan. Temi e urgenze da ricondurre a tavoli di confronto che saranno attivati nei prossimi giorni e presieduti dal capo di Gabinetto».
In apertura del suo intervento il ministro Bianchi, dopo avere espresso apprezzamento e gratitudine per lo straordinario impegno di cui tutto il personale scolastico sta dando prova nella gestione delle attività nella situazione di emergenza determinata dalla pandemia, ha detto di considerare fondamentale la raccolta sistematica di dati che possano alimentare un quadro costante di indicatori sul funzionamento del sistema, in un contesto di massima trasparenza. Tutto ciò non soltanto nell’ottica di una gestione immediata delle tante problematiche legate all’emergenza, ma partendo dalla consapevolezza che la crisi in atto sta evidenziando criticità del sistema da tempo presenti, che possono essere affrontate efficacemente solo assicurando alla scuola centralità di attenzione e di investimenti. Al riguardo, il Recovery Fund rappresenta una straordinaria opportunità e sarà anche il tema di uno dei tavoli tematici cui il ministro intende dare priorità. Non è mancato un accenno del professor Bianchi al rinnovo del contratto, per il quale ha detto di avere già avuto un primo contatto col ministro della Funzione Pubblica.
Di particolare urgenza si è ritenuta l’apertura del tavolo che il ministro ha chiesto di definire come “tavolo 1° settembre”, dedicato a tutte le questioni cui è legata la possibilità di avviare a pieno regime, fin dal suo immediato inizio, il prossimo anno scolastico. In tale ambito si affronterà anche la questione degli eventuali interventi di recupero rispetto alle carenze determinate dalle particolari condizioni in cui da mesi vengono svolte le attività scolastiche. «È positivo che la questione non sia stata posta nei termini semplicistici e banalizzanti di un eventuale allungamento del calendario. – afferma Maddalena Gissi - Se ne discuterà al tavolo 1° settembre, e mi pare la scelta più saggia. Per quanto ci riguarda, confermo che dovranno essere le scuole, sulla base di una puntuale conoscenza del fabbisogno, a valutare ciò che può essere utile e necessario fare e quali modalità utilizzare per eventuali azioni di recupero. Credo sia giusto promuovere e favorire anche il coinvolgimento di altri soggetti (enti locali, terzo settore, ecc.) attraverso “patti di comunità” in cui la scuola diventa punto essenziale di riferimento. Rispettando anche la specificità di profili professionali rivolti alla docenza e non a compiti meramente assistenziali».  Sollevati nel corso dell’incontro anche i problemi che stanno moltiplicandosi sia rispetto ai provvedimenti di sospensione delle attività in presenza decisi a livello locale, sia nella gestione di un piano di vaccinazioni che sta procedendo in modo confuso e disomogeneo. «Ho chiesto al ministro di sottolineare anche in sede di governo la particolare attenzione che va riservata al servizio scolastico quando si varano le misure di contrasto alla pandemia. Il tavolo previsto dal protocollo sicurezza dev’essere convocato al più presto, sia per un aggiornamento legato agli sviluppi della pandemia, sia per dare indicazioni chiare sulla gestione del piano vaccinale, fissando criteri omogenei ed evitando che ogni regione, addirittura ogni ASL, segua regole diverse». Intanto una prima convocazione dei sindacati al Ministero è già partita per un incontro che avrà luogo domani sulla mobilità del personale.
(Cisl Scuola Nazionale)

Inserito da Golfonetwork mercoledì 24 febbraio 2021 alle 13:41 -

Li.Si.Po.: tatuaggi ed esclusione dai ruoli della Polizia di Stato

Il Segretario Generale del Libero Sindacato Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto in data odierna ha inviato una nota riguardante i tatuaggi, causa di esclusione dai ruoli della Polizia di Stato che si riporta: "alla luce dei fatti che hanno visto protagonisti l'Amministrazione da un lato e gli esclusi aspiranti Agenti di Polizia dall'altro, lungi dal voler ripercorrere tematiche già ampiamente dibattute, questa Organizzazione Sindacale sottopone alle superiori determinazioni l'ipotesi di una rivisitazione dei requisiti necessari per l'idoneità individuale, sia in fase concorsuale che dopo l'assunzione. Nella fattispecie, a parere del Libero Sindacato Polizia, nulla volendo togliere all'autorevolezza dei principi che mossero le scelte dell'Amministrazione per definire le qualità soggettive richieste per l'appartenenza al Corpo della Polizia di Stato e per lo svolgimento dei suoi compiti istituzionali, quello inerente all'esclusione per i tatuaggi, ancor più se rimossi, vuol sembrare oltremodo riduttivo circa la valutazione delle qualità personali. Laddove eventuali segni di riconoscimento possano ravvedersi anche in molteplici fattori somatici, nell'attuale società multietnica, anche la vecchia concezione che faceva ricollegare mentalmente il tatuaggio al galeotto si è fatta obsoleta. Ad avviso di questo Sindacato, si potrebbe dare molta più rilevanza a fattori psico-fisici, vocazionali e attitudinali, per avvalersi della collaborazione di giovani Poliziotti motivati ed efficienti".
(Antonio Curci)

Inserito da Golfonetwork mercoledì 24 febbraio 2021 alle 13:34 -

Soggetti fragili in Campania non sanno ancora quando saranno vaccinati

Covid. Iannone (FdI): malati oncologici e soggetti fragili in Campania non sanno ancora quando saranno vaccinati
"Presenterò una interrogazione al ministro della Salute perché in Campania i malati oncologici e i soggetti fragili oltre agli anziani ancora non sanno quando saranno vaccinati. Tutto procede con una lentezza ed una mancanza di programmazione che lascia nell’angoscia chi già vive con la preoccupazione di dover fare i conti con uno stato di salute precario, al quale si aggiunge l’ansia di contrarre il Covid. De Luca sbraita e promette ma come al solito i fatti cozzano con la propaganda".
Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, Commissario Regionale di FdI in Campania.
(Ufficio stampa Fratelli d'Italia - Senato della Repubblica)

Inserito da Golfonetwork lunedì 22 febbraio 2021 alle 20:10 -

SS372 Telesina nel beneventano, comunicato Anas

CAMPANIA, ANAS: AVANZANO I LAVORI DI SOSTITUZIONE DEI GIUNTI DI DILATAZIONE DI ALCUNI VIADOTTI DELLA SS372 “TELESINA” NEL BENEVENTANO
- da mercoledì 24 febbraio sarà attivo il restringimento della carreggiata per attività sul viadotto al km 65,810 e sui viadotti ‘Casino Russo’ e ‘Sambuchi’
- un investimento complessivo di 1 milione di euro

Napoli, 19 febbraio 2021
Proseguono i lavori per la sostituzione dei giunti di dilatazione di alcuni viadotti della strada statale 372 “Telesina”, in provincia di Benevento, per un investimento complessivo di 1 milione di euro.
Nel dettaglio, già terminate le attività sui viadotti ‘Seneta’ al km 41,48 e ‘Santo Stefano 2’ al km 46,660, attualmente l’intervento interessa il viadotto ‘Pica’, al km 59,749.
A partire da mercoledì 24 febbraio, poi, i lavori interesseranno il viadotto al km 65,810 ed i viadotti ‘Casino Russo’ (al km 70,020) e ‘Sambuchi’ (al km 70,620); per l’esecuzione degli interventi saranno attivi restringimenti della carreggiata in tratti compresi tra il km 65,000 ed il km 72,140, in funzione dell’avanzamento delle attività.
Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri 
(Chiara Biggi)

Inserito da Golfonetwork venerdì 19 febbraio 2021 alle 20:20 -

Vaccini Covid: problemi per personale scolastico campano che lavora nel Lazio

Covid. Iannone (FdI): “personale della scuola campano che lavora nel Lazio non sa da chi deve essere vaccinato”

“Presenterò una interrogazione al Ministro della salute e al Ministro dell’Istruzione perché migliaia di operatori della scuola campani che ogni giorno si recano a prestare il loro servizio nel Lazio non sono previsti nel piano vaccinale di nessuna delle due Regioni. Nel momento in  cui accedono alla piattaforma della regione Lazio, regione in cui non risiedono, gli viene impedito di prenotarsi per la vaccinazione; se provano a prenotarsi sulla piattaforma della regione Campania, in cui risiedono, non risultano in servizio in nessuna scuola campana. Pertanto è impossibile effettuare la prenotazione in ogni caso.
Chiedo che il Governo intervenga per risolvere questa situazione. Ogni giorno migliaia di docenti e personale ATA si spostano dalla Campania al Lazio ed è impensabile che nessuno abbia tenuto in considerazione questi soggetti.”
Lo dichiara il Senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone, Capogruppo in Commissione Istruzione del Senato.
(Ufficio stampa Fratelli d'Italia Senato della Repubblica)


Inserito da Golfonetwork giovedì 18 febbraio 2021 alle 19:14 -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2009-2014

© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica