NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » comunicati

 



Torna alle news dal Cilento

Ci sono 6655 News in 666 pagine e voi siete nella pagina numero 2

Sport: Jomi Salerno, Casale: «Non sottovalutiamo Teramo»

Trasferta abruzzese per la Jomi Salerno. La compagine salernitana sarà, infatti, di scena sabato 20 gennaio con inizio alle ore 18:30 sul campo della Globo T.M.S. Bioapta Teramo nel match valevole quale seconda giornata di ritorno della Regular Season del torneo di massima serie di pallamano femminile. Questa settimana a presentarci la sfida di Teramo è Laura Casale: "Abbiamo iniziato nel migliore dei modi il 2018, portando a casa i primi due punti in occasione del match contro il Flavioni. Cercheremo di continuare a vincere ed allungare la nostra scia di successi per tutto il nuovo anno. Sabato ci attende la prima trasferta del nuovo anno. Sappiamo benissimo che le gare lontano da casa nascono sempre mille insidie anche se Teramo, considerata anche la sua attuale posizione di classifica, potrebbe essere considerato un avversario non molto ostico. Non dobbiamo assolutamente sottovalutare la compagine abruzzese - continua Laura Casale - che ha un roster di tutto rispetto, formato da giocatrici importanti sia dal punto di vista tecnico che tattico". Laura Casale poi conclude: "Affronteremo al meglio della concentrazione questa gara e soprattutto cercheremo di affrontare la partita da un punto di vista fisico, cercando di dare velocità al nostro gioco e di applicare al meglio i dettami del nostro allenatore Neven Hrupec".
(Pdo Salerno)

Inserito da Golfonetwork venerdì 19 gennaio 2018 alle 13:15 commenti( 0 ) -

Eboli: vittoria della Lega

Dopo la notizia che ad Eboli sarebbero stati ospitati in una struttura privata un gruppo di minori extracomunitari non accompagnati e il malcontento dei cittadini della contrada La storta Papaleone, zona nella quale erano destinati i nuovi arrivi, la LEGA ha organizzato un'assemblea per discutere insieme ai residenti della questione. In un comune di 40.000 abitanti circa dove risiedono più di 5.000 extracomunitari (il 12,5% della popolazione residente) regolari e quasi altrettanti irregolari non censiti, per un totale di circa il 24% della popolazione ebolitana, sarebbe stato un atto criminoso chiedere ai cittadini di ospitarne altri. La sezione di Eboli della LEGA guidata da Vincenzo Albano si è immediatamente mobilitata per contrastare questa nuova iniziativa. Nella serata di ieri in una ennesima assemblea organizzata dai cittadini in contrada Papaleone alla quale sono stati invitati il sindaco di Eboli Massimo Cariello ed il vice coordinatore regionale della LEGA Mariano Falcone i residenti hanno di nuovo manifestato la loro ferma volontà di opporsi a questi nuovi arrivi. Dal sindaco a nome dell'amministrazione, al quale va il nostro plauso, l'assicurazione che non un solo immigrato sarebbe arrivato nel territorio ebolitano visto che i numeri già alti non permettono di gestire ulteriormente altri arrivi, questo fintanto che le sue funzioni di pubblico ufficiale lo avrebbero consentito; ribadendo che sarebbe stato in ogni caso vicino ai cittadini. Il vice coordinatore regionale della LEGA Mariano Falcone ha dichiarato nel contempo la sua disponibilità e quella del partito a sostenere le lotte della gente in qualsiasi momento chiedendo al sindaco di farsi anche promotore di due iniziative: insistere con le autorità competenti affinché, visti i continui atti criminosi come lo spaccio di droga, la prostituzione dilagante e i reati predatori che avvengono sul territorio ebolitano, venga richiesto l'intervento dell'esercito ed inoltre, di far costituire il comune parte civile nel caso vengano appurate gravi responsabilità da parte dei gestori delle strutture ospitanti per quanto riguarda la loro conduzione e vigilanza. Un grazie va al sindaco ed al gruppo della LEGA di Eboli per l'ottimo lavoro di monitoraggio e prevenzione in difesa degli italiani residenti.
Salerno 18/01/2017
(Lega - Salvini Premier - Il coordinamento provinciale di Salerno)

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 20:21 commenti( 0 ) -

Camerota, strada chiusa: sindaco ottiene ripristino postazione 118

Camerota, strada chiusa: sindaco ottiene in tempi record il ripristino della postazione del 118
A seguito della chiusura della strada provinciale 66, meglio nota come 'Ciglioto', che collega la frazione Licusati del Comune di Camerota con la strada regionale 562 'Mingardina', il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, ha chiesto il ripristino della postazione del 118 ubicata sul porto Turistico di Marina di Camerota.
"A causa della frana che ha causato la chiusura della provinciale 66, i tempi di assistenza e di pronto soccorso si allungano notevolmente con maggiore pericolo per l'incolumità e la salute degli abitanti del Comune di Camerota", ha dichiarato il sindaco Scarpitta.
In tempi record l'Amministrazione Comunale ha ottenuto il ripristino del servizio del 118 almeno fin quando la provinciale 66 non sarà riaperta. "A nome di tutta l'Amministrazione, il sindaco ringrazia il dottor Di Fluri, il dottor Montello e il dottor Violante per aver concesso l'autorizzazione e per il grande senso di responsabilità dimostrato" ha concluso Scarpitta.
(Comune di Camerota)

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 20:19 commenti( 0 ) -

Operai del Consorzio di Bacino Sa2 senza stipendio di dicembre e tredicesima

Operai del Consorzio di Bacino Salerno 2 senza stipendio di dicembre e tredicesima, scatta la denuncia della Fiadel provinciale. Il segretario Angelo Rispoli: “Si sta violando il contratto di lavoro. Servono risposte immediate per evitare tensioni tra le maestranze”.
Mancata retribuzione della mensilità di dicembre e saldo della tredicesima. Queste le richieste avanzate da Angelo Rispoli, segretario provinciale della Fiadel provinciale, per conto dei lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno. In una nota, indirizzata al vertici dell'Ente, al sindaco della città capoluogo e al questore di Salerno, Rispoli denuncia "la mancata liquidazione della mensilità del mese di dicembre e il saldo della tredicesima 2017". "Questa situazione è una violazione contrattuale e crea un grave disagio ai lavoratori, alimentando un crescente stato di tensione. Ecco perché chiediamo l'immediato pagamento delle spettanze".
(Csa Fiadel Salerno)


Angelo Rispoli

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 20:02 commenti( 0 ) -

PNCVDA: Presentato regolamento e progetti legati al Marchio

Presentato il regolamento e i progetti legati alla concessione d’uso del Marchio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
Un primo, ma sostanziale, passo e` stato fatto per definire il quadro d’insieme delle strategie di promozione che l’Ente Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni intende realizzare per stimolare lo sviluppo dell’Identita` Territoriale.
Attraverso la valorizzazione della Dieta Mediterranea nasce il sistema che riunisce settori Produttivi, Agroalimentari e della Tradizione del più importante Parco Nazionale del sud Italia; un modo per far esprime anche la comunità locale.
L’obiettivo dell’iniziativa e` quello di legare il Parco al mondo produttivo, economico e sociale del territorio attivando meccanismi virtuosi capaci di incidere positivamente sul miglioramento della qualita` della vita dei residenti, aumentare l’occupazione e contribuire alla crescita attraverso la sostenibilita` ambientale.
L’Ente Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, considerate le finalita` di tutela e valorizzazione del proprio patrimonio ambientale, agroalimentare e culturale, ha attivato un progetto dedicato alla promozione delle attivita` e produzioni di eccellenza presenti all’interno dell’area protetta, creando un marchio collettivo ai sensi dell’art. 2570 del codice civile.
Molteplici le opportunità per chi aderirà al progetto. Le strategie di sviluppo sono state presentate in conferenza stampa insieme alle prime realtà produttive che già hanno aderito al progetto rendendo l’iniziativa corale.
Hanno partecipato alla Conferenza la Camera di Commercio, Artigianato e Industria di Salerno,  la Regione Campania, Legambiente Campania, Copagri Campania, Confesercenti Salerno, CIA Campania, SlowFood Campania, Confagricoltura Campania, Confartigianato Campania, Coldiretti Salerno, Confcooperative Campania oltre a Sindaci, Amministratori e numerose aziende del territorio.
Sono invitati a fare la richiesta tutte le realtà produttive e gli attori economici e sociali del Territorio che hanno le caratteristiche previste dal regolamento.

La finalità del progetto:
- salvaguardare il patrimonio tradizionale, le produzioni tipiche e l’artigianato locale; - incentivare e qualificare la produzione di beni e servizi con metodi compatibili con le caratteristiche del Territorio dell’area naturale protetta;
- valorizzare la Dieta Mediterranea come sistema complesso che riunisce settori produttivi, agroalimentari e il bagaglio di tradizioni espressione della Comunita` locale;
- stimolare e coinvolgere gli attori locali in azioni volte alla costruzione dell’identita` territoriale;
- promuovere la commercializzazione e il consumo di prodotti locali che presentino requisiti di indubbia qualita`, contribuendo alla conservazione della biodiversita` del Territorio;
- consentire ai consumatori un’immediata identificazione dei prodotti/attivita` che sono proprie dell’area Parco;
- garantire la provenienza del prodotto/servizio attraverso un sistema di tracciabilita` che consente di risalire con certezza al produttore iniziale.

Il regolamento approvato dal Consiglio Direttivo del Parco  prevede la concessione d’uso del marchio alle aziende agricole e artigianali, cooperative, fondazioni e consorzi che operano nei comuni dell’area protetta e che possiedono determinate caratteristiche quali:

- avere la propria sede nel perimetro del Parco o nelle aree contigue;
- nel caso di imprese con più unità locali, le produzioni/servizi per le quali puo` essere utilizzato il marchio sono quelle prodotte dalle sedi ricadenti nell’area Parco;
- le produzioni devono rispettare quanto previsto dal regolamento e dai disciplinari/ programmi specifici per settore/prodotti/servizi predisposti dall’Ente Parco e dimostrare di possedere requisiti di “onorabilità”.

Le domande di adesione dovranno essere indirizzate a parco.cilentodianoealburni@pec.it e saranno valutate da un’apposita commissione composta dal responsabile dell’Area Comunicazione e Promozione, che ne assume il coordinamento, dal responsabile dell’Ufficio Comunicazione e dal Responsabile dell'Ufficio Promozione dell’Ente Parco.
La concessione del Marchio del Parco è gratuita per il primo anno. Le aziende che ne faranno richiesta saranno partecipi di un processo di collaborazione che vedrà un diretto coinvolgimento dei produttori anche nello sviluppo e modifiche del regolamento stesso.
L’Ente Parco si propone di offrire la più ampia possibilità di accesso al marchio e, pertanto, ha attivato una campagna di informazione capillare diretta alle aziende che possiedono le caratteristiche previste dal regolamento, i cui dettagli si trovano su http://www.cilentoediano.it/sito/ente/notizie-ed-avvisi-istituzionali/605- concessione-del-marchio-del-parco
Il Presidente Pellegrino, a margine dell’incontro, ha dichiarato: “Il Marchio del Parco rappresenta i valori ed il valore territoriale del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Sono profondamente convinto che l’attivazione di questa sinergia tra pubblico e privato possa costituire un valore aggiunto per tutta la nostra economia ed un prezioso stimolo per la crescita del territorio."
(Ufficio stampa Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni)

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 20:01 commenti( 0 ) -

Il gruppo «Scafati Arancione» scrive al ministro Marco Minniti

Scafati ostaggio della criminalità, il gruppo "Scafati Arancione” scrive al ministro Marco Minniti. Il portavoce Francesco Carotenuto: «Si faccia qualcosa. In città non si percepisce la presenza dello Stato».
«Criminalità dilagante e scarsa manutenzione, a Scafati non si percepisce la presenza dello Stato». Diciotto firme per sollecitare l’intervento di governo e prefettura su alcune delle principali criticità che affliggono la comunità scafatese. Il movimento “Scafati Arancione”, guidato da Francesco Carotenuto, ha protocollato una lettera al ministro dell’Interno, Marco Minniti, e al prefetto di Salerno, Salvatore Malfi, evidenziando una serie di problemi divenuti cronici nella città dell’Agro sciolta per infiltrazioni malavitose e attualmente guidata dalla commissione straordinaria presieduta da Gerardina Basilicata. «Consci e consapevoli del gravoso lavoro cui è stata chiamata la triade commissariale che ha ereditato una pesante e difficile gestione caratterizzata da un’azione clientelare oltre che di contiguità con la camorra (tanto si evince dalla relazione di scioglimento del consiglio comunale) – scrivono gli attivisti – , non possiamo sottacere dinanzi alle criticità che attanagliano la città». In primis la questione legata alla sicurezza: gli “arancioni” denunciano nella missiva «mancanza di controlli di polizia sul territorio comunale, dovuti principalmente a gravi e significative carenze di personale delle forze dell’ordine (in particolare la locale tenenza dei carabinieri soffre una endemica carenza di militari e poco sembra essere stato fatto all’indomani del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato a seguito di episodi dinamitardi); si registra una escalation delinquenziale con furti, scippi e rapine negli ultimi mesi, ed in particolare nel centro cittadino, senza che vi sia percezione della presenza dello Stato ad arginare tali fenomeni. Pur essendo presente sul territorio una compagnia della Guardia di Finanza, all’interno della quale vi è il servizio “baschi verdi”, non si notano efficaci azioni di contrasto alla microcriminalità. Né può essere comprensibile l’utilizzo delle poche unità della polizia municipale per il contrasto di tali fenomeni che non può neppure contare sull’ormai inefficace e obsoleto sistema di videosorveglianza». Da non sottovalutare, inoltre, «l’assenza di una programmazione per la manutenzione delle strade e della pubblica illuminazione, in particolare si segnalano arterie nevralgiche per il transito veicolare sprofondate a causa di lavori non realizzati a regola d’arte da imprese aggiudicatarie di lavori pubblici; si segnala altresì che sono ignoti i motivi per i quali intere strade risultano essere al buio in centro, come in periferia, agevolando fenomeni predatori».
In conclusione, il gruppo Scafati Arancione si augura che la lettera possa «essere di stimolo ad un dialogo costruttivo e costante nell’interesse esclusivo del bene comune e che fa seguito alle tante istanze presentate e, ad oggi, non riscontrate».
(Ufficio stampa Scafati Arancione)


Francesco Carotenuto

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 19:59 commenti( 0 ) -

Notizie flash

Omignano- Donna di 50 anni, a causa di una emorragia cerebrale, è morta durante il trasferimento in ambulanza da un ospedale all'altro al di fuori del territorio cilentano. Purtroppo un guasto alla TAC dell'ospedale San Luca di Vallo della Lucania non ha consentito di diagnosticare in tempo il malore che ha colpito la donna.  

Inserito da Golfonetwork giovedì 18 gennaio 2018 alle 18:51 commenti( 0 ) -

Notizie flash

Auletta- I ladri tornano a colpire: segnalati furti in località Mattina.

Pontecagnano- Investita una persona (un uomo di 65 anni), questa mattina alle ore 9 circa, sui binari della tratta ferroviaria Salerno-Sapri. Il traffico dei treni è stato bloccato con inevitabili disagi.

Inserito da Golfonetwork mercoledì 17 gennaio 2018 alle 20:22 commenti( 0 ) -

Camerota, frana al Ciglioto: strada chiusa

Poche ore fa si è verificata una frana lungo la strada provinciale 66 nel Comune di Camerota, meglio nota con il nome di 'Ciglioto'. L'arteria collega la frazione di Licusati con la strada Mingardina. Alcuni massi si sono staccati dalla montagna precipitando sull'asfalto. Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi comunale. Il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, ha allertato il Coc (Centro Operativo Comunale) che si è precipitato sul posto con uomini e mezzi. La strada è stata prontamente chiusa. Oltre al Coc e all'Amministrazione comunale, sul posto sono arrivati i vigili urbani del comando di Camerota agli ordini del capitano Annamaria Adinolfi.
"Prima di tutto la sicurezza dei cittadini - ha affermato il primo cittadino -. Nelle prossime ore i tecnici verificheranno il da farsi. Abbiamo già contattato il geologo e i rocciatori che arriveranno in zona appena il maltempo si sarà placato per effettuare un sopralluogo e fare la conta dei danni".
(Comune di Camerota)



Inserito da Golfonetwork mercoledì 17 gennaio 2018 alle 19:36 commenti( 0 ) -

Unisa: 18 gennaio Convegno internazionale di studi
Domani giovedì 18 gennaio 2018 l’Università di Salerno ospiterà i lavori (che proseguiranno il 19 gennaio presso la Provincia di Salerno) del Convegno internazionale di studi su “CITTADINANZA, CITTADINANZE E NUOVI STATUS: PROFILI INTERNAZIONALISTICI ED EUROPEI E SVILUPPI NAZIONALI” promosso dalla Società italiana di Diritto Internazionale e di Diritto dell’Unione europea.
Rispetto ad un istituto quale quello della cittadinanza, oggetto di forti spinte evolutive anche per effetto delle conseguenze dei flussi migratori, il Convegno si propone di approfondire le conseguenze della parziale erosione della sovranità statuale nel senso della tradizionale competenza esclusiva nell’attribuzione della cittadinanza e l’incidenza, su tale processo, degli obblighi di protezione internazionale dei diritti dell’uomo.
Inoltre i lavori intendono analizzare le questioni più attuali e problematiche legate al rapporto tra cittadinanza europea e libera circolazione dei cittadini dell’UE (crisi economica e libera circolazione dei cittadini, perdita dello status di cittadini europei da parte dei sudditi del Regno Unito, ecc.). L’istituto della cittadinanza sarà analizzato anche alla luce dei nuovi status personae e familiae (maternità surrogata, disciplina di conflitto delle unioni civili, ecc.) emergenti e delle conseguenze derivanti dalla internazionalizzazione delle comunità nazionali ma anche dell’emersione di nuovi modelli culturali e sociali di vita familiare.
L’Ateneo di Salerno prosegue nella ormai consolidata proiezione delle attività di ricerca (e didattiche) in uno spazio europeo ed internazionale dell’istruzione superiore.
(Paolo Rocca Comite Mascambruno)



Fare clic sull'immagine per ingrandire


Inserito da Golfonetwork mercoledì 17 gennaio 2018 alle 19:31 commenti( 0 ) -

© Riproduzione riservata

Pagina:   << Precedente   1  2  3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   275   276   277   278   279   280   281   282   283   284   285   286   287   288   289   290   291   292   293   294   295   296   297   298   299   300   301   302   303   304   305   306   307   308   309   310   311   312   313   314   315   316   317   318   319   320   321   322   323   324   325   326   327   328   329   330   331   332   333   334   335   336   337   338   339   340   341   342   343   344   345   346   347   348   349   350   351   352   353   354   355   356   357   358   359   360   361   362   363   364   365   366   367   368   369   370   371   372   373   374   375   376   377   378   379   380   381   382   383   384   385   386   387   388   389   390   391   392   393   394   395   396   397   398   399   400   401   402   403   404   405   406   407   408   409   410   411   412   413   414   415   416   417   418   419   420   421   422   423   424   425   426   427   428   429   430   431   432   433   434   435   436   437   438   439   440   441   442   443   444   445   446   447   448   449   450   451   452   453   454   455   456   457   458   459   460   461   462   463   464   465   466   467   468   469   470   471   472   473   474   475   476   477   478   479   480   481   482   483   484   485   486   487   488   489   490   491   492   493   494   495   496   497   498   499   500   501   502   503   504   505   506   507   508   509   510   511   512   513   514   515   516   517   518   519   520   521   522   523   524   525   526   527   528   529   530   531   532   533   534   535   536   537   538   539   540   541   542   543   544   545   546   547   548   549   550   551   552   553   554   555   556   557   558   559   560   561   562   563   564   565   566   567   568   569   570   571   572   573   574   575   576   577   578   579   580   581   582   583   584   585   586   587   588   589   590   591   592   593   594   595   596   597   598   599   600   601   602   603   604   605   606   607   608   609   610   611   612   613   614   615   616   617   618   619   620   621   622   623   624   625   626   627   628   629   630   631   632   633   634   635   636   637   638   639   640   641   642   643   644   645   646   647   648   649   650   651   652   653   654   655   656   657   658   659   660   661   662   663   664   665   666   Successiva >>


© 2018 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica