NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » news_regionali

 



Torna alle news dalla Campania


Ci sono 1173 News in 118 pagine e voi siete nella pagina numero 2

Napoli. Elsa Morante 2017: Premio per la comunicazione a Renzo Arbore

Elsa Morante 2017: Premio per la comunicazione a Renzo Arbore per il documentario "Da Palermo a New Orleans… e fu subito jazz"
La giuria di Dacia Maraini consegnerà i riconoscimenti il 16 novembre all'Auditorium della Rai di Napoli
Elsa Morante amava il jazz. Aveva dischi di Billie Holiday e Chat Baker. Ed era di origini siciliane. Sarebbe stata felice di scoprire che il jazz, in realtà, non è né americano, né africano, ma ha anch'esso origini palermitane. Lo scopre Renzo Arbore, nel suo documentario "Da Palermo a New Orleans… e fu subito jazz". Per questo documentario, la giuria del Premio Elsa Morante gli conferisce il premio per la Comunicazione 2017, "per la capacità narrativa, comunicativa e di ricerca. Per la curiosità intellettuale e creativa, che lo ha portato ad indagare e raccontare le origini italiane del jazz, nel centenario della sua nascita. Per la capacità di intrecciare genialità, cultura e divertimento".
Lo annuncia la giuria presieduta da Dacia Maraini e composta da Silvia Calandrelli, Francesco Cevasco, Vincenzo Colimoro, Roberto Faenza, David Morante, Paolo Ruffini, Maurizio Costanzo, Monica Maggioni, Gianna Nannini, Tjuna Notarbartolo (direttore della manifestazione), e Teresa Triscari.
A ricevere il riconoscimento,  insieme a Renzo Arbore, ci saranno i vincitori delle altre sezioni: Francesco Piccolo, come sceneggiatore,  Giacomo Durzi per la Regia, Elena Ferrante, Premio alla carriera, Mogol Premio Elsa Morante Musica, Nicola Lecca per la Narrativa e gli altri che la giuria annuncerà nei prossimi giorni.
Il Premio Elsa Morante, testata dell'Associazione Culturale Premio Elsa Morante onlus, è coordinato da Iki Notarbartolo e Gilda Notarbartolo ne dirige la comunicazione, ed è realizzato insieme ad un Comitato Organizzatore presieduto da Antonio Parlati, vicedirettore del Centro Produzione Rai di Napoli diretto da Francesco Pinto.
La manifestazione è patrocinata dalla Rai, Radiotelevisione italiana, media partner dell'evento, e si avvale del sostegno di Sire,  Accademia Mediterranea, Intecs, Officine Grafiche F Giannini & Figli, Aet srl, Casa Ascione, Librerie Raffaello, Grand Hotel Santa Lucia ed il Comitato Amici del Premio Elsa Morante guidato da Norberto Salza, con, tra gli altri, Giovanni Cimmino e Vincenzo Borrelli.
Da quest'anno si avvale della nuova partnership con l'European Cultural Centre La Dante di Cambridge, per una serie di scambi, come, ad esempio, la presentazione in Inghilterra, dei vincitori del Premio Elsa Morante.
L'evento si celebrerà il 16 novembre alle ore 18,30 presso l'Auditorium della Rai di Napoli.  L'ingresso è gratuito previa prenotazione a:  eventiauditoriumnapoli@rai.it
(Gilda Notarbartolo)



Inserito da Golfonetwork sabato 11 novembre 2017 alle 20:30 -

Il progetto di prevenzione WeFree a Sorrento con lo spettacolo #OgniGiorno

Il 13 e il 14 novembre al teatro Tasso lo spettacolo di  prevenzione di San Patrignano per sensibilizzare i giovani sui rischi connessi all'abuso di droga e di alcol
WeFree sbarca a Sorrento. Il 13 e il 14 novembre il  progetto di prevenzione della comunità San Patrignano farà tappa al teatro Tasso con il format teatrale #Ogni Giorno.
Due momenti importanti, rivolti agli studenti del territorio e che WeFree  potrà sostenere grazie al supporto della Fondazione Ania per quanto riguarda la prima data, e a quello di Gilead Community Award Program per la replica del 14.
La presentazione di #Ogni Giorno,  che ha l'obbiettivo di invitare  gli studenti a riflettere sulle proprie azioni in funzione di sé e degli altri, rientra all'interno di un'iniziativa promossa dal  Comune di Sorrento nell'ambito della sicurezza stradale, come spiega l'Avvocato e Assessore alle Politiche Giovanili, Massimo Coppola. "Negli ultimi due anni abbiamo assistito nel nostro territorio a diversi episodi di incidenti stradali dovuti all'abuso di droghe e di alcol. Per questo motivo nell'ambito delle nostre campagne di sensibilizzazione abbiamo deciso di avvalerci della comunità San Patrignano e dei validi contenuti del progetto WeFree con lo scopo di  invitare i giovani a comportamenti consapevoli, responsabili, rispettosi della propria incolumità e di quella degli altri".
Ma di cosa tratta #Ogni Giorno?
Lo spettacolo, ideato in collaborazione con il giornalista Luca Pagliari, autore dell'omonimo  docufilm e reso possibile grazie alla sinergia nata con l'Associazione "Rose Bianche sull'asfalto", ripercorre due storie apparentemente distanti ma destinate a intrecciarsi. Quella di Francesco scomparso a causa di un incidente stradale, e quella di Mihaela, ragazza di 22 anni che ha concluso il suo percorso di recupero a San Patrignano. Un intreccio di vite che, condotto dal giornalista Luca Pagliari (presente sul palco) attraversa le esistenze di chi è stato vittima diretta e indiretta di uno stile di vita scandito dalle dipendenze.
Il progetto WeFree ogni anno coinvolge circa 50.000 studenti e nasce dall'esperienza quarantennale di San Patrignano. Dal 2002 i ragazzi della comunità portano in tutta Italia le loro testimonianze dirette e il messaggio di uno stile di vita positivo e responsabile.
(Matteo Diotalevi - Uff. stampa San Patrignano)



Inserito da Golfonetwork venerdì 10 novembre 2017 alle 20:16 -

Dal 15 novembre obbligo catene a bordo o pneumatici invernali

Campania, Anas: a partire dal 15 novembre 2017 obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sui tratti delle strade statali a rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Anas ricorda che a partire dal 15 novembre 2017 e fino al 15 aprile 2018 sarà in vigore l’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sui tratti delle strade statali maggiormente esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Nel dettaglio, l’obbligo riguarda: - la strada statale 87 `Sannitica`: dallo svincolo Zona Industriale - Torrecuso (km 78,600) fino al Confine Regionale (km 105,840), in provincia di Benevento; - la strada statale 212 `della Val Fortore`: dallo svincolo con la strada provinciale 51 (km 25,120) fino al Confine Regionale (km 49,670), in provincia di Benevento; - la strada statale 212/Var ‘ della Val Fortore`: dallo svincolo di Pesco Sannita (km 10,000) fino alla rotatoria con la strada provinciale beneventana (km 21,274); - la strada statale 90/bis `delle Puglie`: dal bivio Sant`Arcangelo Trimonte (km 16,700) fino a Montecalvo Irpino (km 32,700), in provincia di Benevento; - la strada statale 90 `delle Puglie`: dalla fine del centro abitato di Ariano Irpino (km 27,000) fino all`intersezione con la strada statale 90/bis (km 37,500), in provincia di Benevento; - la strada statale 303 `del Formicoso`: dall`intersezione con via Melfi (bivio per Fontanarosa, km 2,550) fino all`intersezione con la strada statale 425 e la strada provinciale ex SS303 (km 20,084), in provincia di Avellino; - la strada statale 425 `di Sant`Angelo dei Lombardi`: dall`intersezione con la statale 400 (km 0,000) fino all`intersezione con la strada statale 303 e la strada provinciale ex SS303 (km 8,510), in provincia di Avellino; - la strada statale 400 `di Castelvetere`: dall`intersezione con la strada statale 425 (km 29,400) fino all`intersezione con la ex strada statale 7 (km 35,400), in provincia di Avellino; - la strada statale 7 `Appia`: dallo svincolo per Chiusano - San Domenico (km 314,700) fino allo svincolo di Lioni (km 346,800) e dalla intersezione con la ex statale 7 e con la ex statale 91 (km 378,800) fino al Confine Regionale (km 389,800), in provincia di Avellino; - la strada statale 691 `Fondo Valle del Sele`: dallo svincolo Zona Industriale Calabritto (km 13,350) fino alla intersezione con la strada statale 7 dir/C nel territorio comunale di Lioni (km 31,200), in provincia di Avellino; - la strada statale 166 `degli Alburni`: da Ponte Fasanella (km 30,000) fino all`intersezione con via Tempa - San Pietro al Tanagro (km 61,300), in provincia di Salerno; - il Raccordo Autostradale 2 ‘Salerno-Avellino’ dallo svincolo di Montoro Inferiore (km 13,700) allo svincolo di Atripalda/innesto con la strada statale 7/bis (km 30,440); - il Raccordo Autostradale 9 `di Benevento`: dall`altezza del casello autostradale di Benevento della A16 (km 0,000) fino allo svincolo di Benevento est (km 12,500); - la strada statale 7/bis `di Terra di Lavoro`: dall`impianto carburanti al km 64,000 fino alla rotatoria (km 74,400), in provincia di Avellino; - la strada statale 19 `delle Calabrie`: dall`intersezione con la strada regionale ex SS488 (km 26,570) all`intersezione con Contrada Pedicara (km 40,250) e dall`intersezione con Contrada Fonti (km 78,170) fino al Confine Regionale (km 102,170), in provincia di Salerno.

L’obbligo è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale ed ha validità anche al di fuori dei periodi indicati, in caso di condizioni meteorologiche caratterizzate da precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio. L’ordinanza è stata emanata in attuazione delle norme che hanno modificato alcune disposizioni del Codice della Strada (Art. 1 della Legge 29 luglio 2010, n° 120 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”). Anas raccomanda prudenza nella guida.

(Chiara Biggi)

Inserito da Golfonetwork venerdì 10 novembre 2017 alle 13:13 -

Nuova Allerta Meteo -Gialla- in Campania fino alle ore 24 del 10/11/2017

Napoli- A partire dalla mezzanotte e per le prossime 24 ore, una nuova perturbazione porterà sulla Campania piogge e temporali determinando una criticità idrogeologica ed idraulica di colore Giallo. La Protezione civile della Regione Campania ha già diramato l’allerta meteo informando le amministrazioni competenti. Nello specifico, le precipitazioni interesseranno dapprima i quadranti settentrionali della regione coinvolgendo la Piana campana, il casertano, Napoli e la sua provincia per poi sposatarsi verso il centro-Sud della Campania. L’avviso di colore Giallo rigurda tutto il territorio ad esclusione delle seguenti zone:Alto Volturno e Matese; Alta Irpinia e Sannio; Tanagro. La Protezione civile della Regione Campania invita gli enti locali a porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti.

(Protezione Civile Campania)

Inserito da Golfonetwork giovedì 9 novembre 2017 alle 21:13 -

Anas: prosegue il ripristino della viabilità lungo la SS145 Sorrentina

Campania: prosegue il lavoro di Anas volto al ripristino della viabilità lungo la SS145 “Sorrentina”, interrotta a causa dello straripamento del torrente ‘Rivo Calcarella’, nel territorio comunale di Castellammare di Stabia (NA).
In corrispondenza della tratta, già a partire da questa notte, è prevista una nuova ondata di intense precipitazioni
Anas comunica che proseguono con continuità i lavori volti a ripristinare la viabilità lungo la strada statale 145 “Sorrentina”, in provincia di Napoli.
Durante l’esecuzione delle attività finalizzate a liberare l’area circostante al tratto di statale interrotto tra gli svincoli di Castellammare Centro e Castellammare Villa Cimmino – che hanno preso il via con tempestività, subito dopo l’alluvione del 6 novembre scorso –, sono emerse alcune criticità causate dall’enorme impatto dello straripamento del torrente ‘Rivo Calcarella’ sulle aree di Gragnano e di Castellammare, limitrofe alla statale ed alle gallerie ‘Varano’ e ‘Privati’.
In particolare, da un’analisi più dettagliata della situazione è emerso che le eccezionali precipitazioni di lunedì scorso hanno provocato, tra le altre cose, il crollo delle pareti dell’alveo del torrente che ha trascinato nell’area a monte del torrente (ovvero a valle della statale) un’enorme quantità di materiale misto (fango, pietre, sterpaglie, rami d’albero…), creando un allagamento di vasta entità nell’area circostante alla statale ed una vera e propria ostruzione dei sistemi di scolo delle acque sottostanti alle gallerie.
Per risolvere tale circostanza, attualmente Anas è al lavoro con più pompe idrovore di grossa portata, allo scopo di raccogliere l’acqua da monte e di liberare l’area allagata e – nel contempo – ha già provveduto “ad isolare” la cabina di alimentazione degli impianti delle gallerie ‘Varano’ e ‘Privati’ allo scopo di tutelarla da un ulteriore allagamento, in considerazione del peggioramento delle condizioni meteo, previsto già a partire da questa notte.
Operativamente, Anas – non appena concluso l’intervento volto a liberare dall’acqua la zona allagata – potrà concretamente valutare se per le operazioni di disostruzione delle opere di canalizzazione si renderà necessario l’intervento del Genio Civile per le attività di bonifica definitive dell’area.
Soltanto a conclusione delle attività di sgombero del materiale – previo eventuali analisi congiunte con gli Enti territorialmente deputati – sarà possibile procedere alla realizzazione di un intervento atto a garantire il normale deflusso (attualmente interrotto) delle acque nell’alveo del torrente, indispensabile per garantire la sicurezza della circolazione.
Nel contempo Anas ha dato avvio alla realizzazione di un intervento provvisorio nella cabina di alimentazione degli impianti delle gallerie ‘Varano’ e ‘Privati’, per consentire – nel minor tempo possibile – il ripristino della circolazione veicolare nelle gallerie.
Da una prima stima, i danni subiti assommano a diverse centinaia di migliaia di euro. Anas raccomanda prudenza nella guida.
(Biggi Chiara)



Inserito da Golfonetwork giovedì 9 novembre 2017 alle 20:25 -

Napoli: 10 novembre, evento di solidarietà Agop e Aou


Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork giovedì 9 novembre 2017 alle 19:55 -

Ragazza dichiarata morta nel 2013 è viva

LA RAGAZZA DICHIARATA “MORTA CEREBRALE” NEL 2013 “VIVE”
Torna alla ribalta il caso di Jahi McMath sottoposto a processo per verificare se ora è in vita.

Jahi Mc Math aveva 13 anni quando fu trasferita dalla California, dove volevano distaccare la ventilazione, al New Jersey dove è possibile rifiutare la “morte cerebrale” e dove nel 2014 l'avvocato chiese che venisse dichiarata “viva”. Jahi si trova in coma per l'esito negativo di un intervento chirurgico per curare l'apnea notturna. Il direttore della Fondazione Internazionale per la Ricerca sul Cervello ha riferito che i ricercatori hanno rilevato attività elettrica nell'encefalo eseguendo una risonanza magnetica e che su richiesta Jahi muove il piede e la mano.
 
Il caso è stato sottoposto a processo con giuria per verificare se la ragazza sia da considerarsi in vita.
Agli inizi del 2017 il personale medico imputato nella causa per negligenza medica nei confronti di Jahi McMath ha presentato una mozione per respingere il reclamo della ragazza. Gli imputati sostenevano che la McMath non avrebbe potuto impugnare la causa per danni personali perché era stata dichiarata morta nel Dicembre 2013.
Nel settembre 2017 la “Alameda County Superior Court” ha respinto tali mozioni. Nella sua deliberazione, il Giudice Stephen Pulido ha scritto che benché la dichiarazione di “morte cerebrale” sia stata emessa nel 2013 nel rispetto delle norme mediche, rimane la questione se l'attuale condizione della ragazza soddisfi la definizione legale di “morte cerebrale” secondo l'Atto di Definizione Uniforme di Morte (Uniform Determination of Death Act).
In conclusione, se la ragazza non è cerebralmente morta, è quindi, per definizione, viva.
 
Fondamentale la testimonianza del Dottor Alan Shewmon (professore emerito di pediatria e neurologia presso l’Università di Los Angeles, UCLA University of California) che ha indotto il giudice ad emettere la sua sentenza.
Il giudice ha ampiamente citato il Dottor Alan Shewmon, il quale ha concluso dichiarando in tribunale che Jahi non rispetta, al presente, i criteri di “morte cerebrale”, dopo aver riesaminato 49 video in cui la ragazza era in grado di muovere determinate dita o altre estremità del corpo su specifica richiesta, e riesaminato un imaging a risonanza magnetica (MRI).
Il professor Shewmon ha scritto che Jahi “è una giovane donna vivente, con severa disabilità, alla quale non sono, al presente, applicabili né le linee guida diagnostiche regolamentari di morte cerebrale né la definizione legale di morte applicabile in California.”
 
Un processo che in Italia non sarebbe possibile, poiché in Italia la “morte cerebrale” è dichiarata d'autorità sulla base di protocolli di Stato variabili su decreto del Ministro della Sanità. Perfino le DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento di fine vita), attualmente in discussione al Senato, non contemplano il diritto di opposizione alla dichiarazione di “morte cerebrale” a cuore battente.

(Consiglio Direttivo Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente)

Inserito da Golfonetwork mercoledì 8 novembre 2017 alle 10:58 -

Proseguono interventi Anas per ripristino viabilità lungo SS 145 Sorrentina

Campania: proseguono gli interventi di Anas per il ripristino della viabilità lungo la strada statale 145 “Sorrentina”, interrotta da ieri – nel territorio comunale di Castellammare di Stabia (NA) – a causa dello straripamento del torrente ‘Rivo Calcarella’
Continuano ad imperversare sulla zona forti precipitazioni che rendono difficoltosi i primi interventi di messa in sicurezza del tratto
Anas comunica che, a causa  delle eccezionali precipitazioni abbattutesi durante la giornata di ieri (e proseguite nella giornata di oggi) sulla Penisola Sorrentina, che hanno causato anche lo straripamento del torrente ‘Rivo Calcarella’, permane la chiusura al traffico del tratto di strada statale 145 “Sorrentina” compreso tra gli svincoli di Castellammare Centro (km 3,600) e Castellammare Villa Cimmino (km 9,500), in provincia di Napoli.
L’interdizione al transito – tempestivamente segnalata dal personale Anas sul posto e dalle Forze dell’Ordine – si è resa necessaria a partire dalla tarda serata di ieri, quando, a seguito dello straripamento del corso d’acqua, in prossimità dello svincolo di Gragnano della statale 145 si è riversata un’enorme mole di materiale (fango, pietre, sterpaglie, rami d’albero…) che ha invaso – in un primo tempo – l’area della cabina di alimentazione degli impianti delle gallerie ‘Varano’ e ‘Privati’ coinvolgendo, successivamente, anche il tunnel di Varano.
Durante la giornata odierna, durante la quale sono proseguite le attività di sgombero del fango e del materiale all’interno dei tunnel e nelle aree attigue al tratto di statale, il personale di Anas ha eseguito sopralluoghi tecnici volti a tracciare una prima stima dei danni, resa difficoltosa dal perdurare delle condizioni meteo avverse.
La stima complessiva degli interventi da eseguire, infatti, potrà essere definita soltanto a seguito del completamento delle attività di deflusso forzato delle acque, anche tramite l’intervento di pompe idrovore, soprattutto in considerazione del nuovo peggioramento delle condizioni meteo previsto dalla giornata di giovedì 9 novembre.
Completate le operazioni di pulizia da parte delle ditte incaricate da Anas nelle zone attigue ed interne alla cabina di alimentazione degli impianti delle gallerie Varano e Privati (già da ieri disalimentata dalla società che eroga energia elettrica), Anas sta effettuando una puntuale valutazione dei danni agli impianti che, per la parte di propria competenza, fatti salvi gli eventuali ulteriori danni nell’area della cabina di competenza del gestore della rete elettrica appaiono comunque – ad una prima stima – particolarmente ingenti.
Proseguiranno domani le ulteriori valutazioni da parte del personale di Anas per definire gli interventi da eseguire e calcolare i tempi di ripristino della viabilità. Anas raccomanda prudenza nella guida.
(Biggi Chiara)

Inserito da Golfonetwork martedì 7 novembre 2017 alle 20:26 -

Campania: Allerta meteo prorogata fino alle ore 12 del giorno 8/11/2017
Napoli-Si lavora alacremente in Campania per limitare i danni del maltempo che in queste ore sta interessando il territorio: volontari e tecnici operano per liberare da fango e detriti le zone in cui si sono registrati eventi alluvionali o dissesti idrogeologici. Particolare attenzione si sta prestando alla costiera sorrentino-amalfitana (in modo particolare Positano) e ad alcune zone al confine tra la provincia di Napoli e Salerno: i Sindaci di Nocera Superiore e Cava dei Tirreni hanno firmato ordinanze di sgombero, in via precauzionale, per alcune aree circoscritte situate al di sotto di costoni ritenuti particolarmente a rischio a causa degli incendi estivi che ne hanno distrutto la vegetazione. Sono 13 le famiglie per le quali potrebbe rendersi esecutivo lo sgombero a Cava de' Tirreni e 25 a Nocera Superiore. In entrambe i casi è stato già predisposto il piano di accoglienza nei centri comunali in caso di necessità. Le zone sono perlustrate da esperti in modo da consentire l’eventuale evacuazione. I Centri operativi comunali sono stati attivati in molti comuni della Penisola Sorrentino-Amalfitana. Danni si registrano ad Angri (Sa), Gragnano (Na), Castel San Giorgio (Sa) dove ha continuato a piovere tutta la notte e si registrano allagamenti e piccole frane. Le precipitazioni sul territorio regionale hanno fatto registrare superamenti di soglia nelle zone di allerta costiere: sono costanti le comunicazioni tra sala operativa della Protezione civile regionale ed i comuni interessati. Intanto il Centro Funzionale, sulla base delle ultime elaborazioni meteo, ha prorogato la criticità già in essere, confermano l’Arancione per l’intera Campania, eccezion fatta per l’Alta Irpinia, il Sannio e il Tanagro (dove permane la Gialla) fino alle ore 12 di domani. Si raccomanda alle autorità competenti di tenere alta l’attenzione soprattutto in ordine al rischio residuo dal punto di vista idraulico ed idrogeologico.
Inserito da Golfonetwork martedì 7 novembre 2017 alle 13:58 -

Castellammare di Stabia: Chiuso provvisoriamente tratto della SS 145 Sorrentina

Campania, Anas: per allagamento, chiuso provvisoriamente un tratto della strada statale 145 'Sorrentina' nel territorio comunale di Castellammare di Stabia in provincia di Napoli
Anas comunica che, a causa dell’allagamento della sede stradale dovuto alle intense precipitazioni che hanno caratterizzato la giornata di ieri lunedi' 6 novembre, è provvisoriamente chiuso al traffico un tratto della strada statale 145 ' Sorrentina' nel territorio comunale di Castellammare di Stabia in provincia di Napoli.
Nel dettaglio, è chiuso il tratto dal km 3,600 al km 9,700, in corrispondenza delle gallerie 'Varano' e 'Privati'. Tale chiusura sarà in vigore anche nella giornata di domani e comunque fino al ripristino delle condizioni di transitabilita'. È invece regolarmente fruibile,  la galleria di Santa Maria di Pozzano.
I veicoli in transito diretti a Napoli dovranno uscire a Castellammare di Stabia in direzione Sorrento, mentre chi viaggia in direzione Sorrento dovrà obbligatoriamente uscire a Castellammare Città.
Sul posto è presente il personale Anas che sta intervenendo per ripristinare la transitabilità appena possibile.
Anas raccomanda prudenza nella guida.
(Polito Graziella)

Inserito da Golfonetwork martedì 7 novembre 2017 alle 13:10 -

© Riproduzione riservata

Pagina:   << Precedente   1  2  3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   Successiva >>



© 2017 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica