NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » news_regionali

 



Torna alle news dalla Campania


Ci sono 1352 News in 136 pagine e voi siete nella pagina numero 2

Ex Base Nato di Bagnoli: in preparazione la Festa di Primavera del 5 e 6 maggio

Ex Base Nato di Bagnoli, la Fbnai e le associazioni preparano la Festa di Primavera del 5 e 6 maggio
Scelto il 'logo' ufficiale, a giorni la presentazione

Napoli, 16 aprile - Continuano gli incontri finalizzati all’organizzazione della Festa di Primavera, in programma i prossimi 5 e 6 maggio presso il Parco della Conoscenza e del Tempo Libero (ex Base Nato di Bagnoli - Napoli).
L’evento, fortemente voluto dalla Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia e dal presidente Patrizia Stasi, vede l’entusiastica adesione di oltre 50 Associazioni, attive a Napoli e in Campania. Tante le energie positive che si sono messe in gioco per prendere parte ad un momento storico per Bagnoli e per le aree limitrofe, che vuole ufficializzare la riapertura al territorio di una vera e propria città nella città, rimasta a lungo blindata ed inaccessibile.
Gli organizzatori e i delegati delle Associazioni si sono ritrovati presso l’ex Base Nato, nei vasti spazi che nel fine settimana del 5 e 6 maggio saranno animati da centinaia di iniziative dedicate in particolare ai giovanissimi, ma anche agli adulti. Si è trattato di una riunione logistica per preparare al meglio l’attesa due-giorni nel corso della quale il Parco della Conoscenza e del Tempo Libero di Bagnoli rivelerà la sua nuova vocazione inclusiva, ed un pezzo di città di straordinaria importanza e bellezza sarà restituito alla comunità.
Durante la riunione è stato scelto anche il “Logo” ufficiale della manifestazione che verrà presentato nei prossimi giorni.
“Sono convinta che con l’aiuto di tutti – ha detto Patrizia Stasi, presidente della Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia - questo luogo tornerà a vivere. Vogliamo fortissimamente restituire alla città uno spazio capace di arricchire il tessuto urbano, anche se per il momento limitatamente a strade e piazze, in attesa dell’adeguamento degli edifici. La nostra Fondazione è orgogliosa di questa iniziativa, soprattutto perché la risposta del mondo dell’Associazionismo è fortissima. Tutti i partecipanti sono qui non per chiedere, ma per offrire qualcosa: è entusiasmante la loro voglia di esserci, di abitare i nostri luoghi. E per noi è una emozione ed una gioia grandissima”.
(Antonio Sica)



Inserito da Golfonetwork lunedì 16 aprile 2018 alle 16:23 -

Violenza a Procida,Imma Vietri:«Stop ai patteggiamenti e agli sconti di pena»

Imma Vietri, coordinatore del Dipartimento Tutela Vittime Campania di Fratelli d’Italia – alla luce dell’ennesimo episodio di violenza consumatosi nella provincia di Napoli – sottolinea la necessità di normative più rigorose per la garanzia delle pene. Nella giornata di giovedì, infatti, un quarantacinquenne residente a Procida, ma di origini venezuelane, ha picchiato la compagna incinta a tal punto da causarle un aborto. Una violenza che, a quanto pare, si consumava da tempo con la donna che più volte in passato era stata vittima di maltrattamenti.
«A Procida si è consumata l’ennesima tragedia – ha commentato Imma Vietri –. Un uomo di 45 anni ha picchiato la sua compagna, in dolce attesa, fino a farle perdere il bambino che aveva in grembo. La violenza non è un problema femminile ma individuale e va affrontato insieme dalle donne e dagli uomini. C’è violenza quando manca il rispetto. Purtroppo ancora oggi la donna, a fronte di una mentalità arcaica e retrograda, viene considerata da molti un “bottino di guerra” ed è per questo che la maggior parte dei casi di violenza si consuma nei loro confronti. È urgente mettere un freno a tutto questo, con risposte concrete, efficaci ed immediate. Servono campagne di sensibilizzazione, c’è bisogno di modificare le leggi vigenti e soprattutto dire stop ai patteggiamenti delle pene, alle attenuanti e agli sconti. Fratelli d’Italia, i cui riferimenti in Campania sono l’onorevole Edmondo Cirielli e il senatore Antonio Iannone, presenterà in Parlamento un pacchetto di proposte che garantisca la certezza della pena».
(FdI Vittime Campania)

Inserito da Golfonetwork sabato 14 aprile 2018 alle 20:29 -

Caivano (Na): Restringimento della carreggiata in direzione di Villa Literno

CAMPANIA, ANAS: SULLA STRADA STATALE 7/BIS “DI TERRA DI LAVORO” RESTRINGIMENTO DELLA CARREGGIATA – IN DIREZIONE DI VILLA LITERNO – A CAIVANO (NA)
Il provvedimento è in vigore fino al prossimo 21 aprile per l’esecuzione di alcune attività manutentive
Napoli, 13 aprile 2018
Anas comunica che – per l’esecuzione di alcune attività di manutenzione non prorogabili – lungo la strada statale 7/bis “di Terra di Lavoro” è attivo il restringimento della carreggiata stradale, in direzione di Villa Literno, tra il km 29,200 ed il km 29,700, nel territorio comunale di Caivano, in provincia di Napoli.
Il provvedimento sarà in vigore fino al prossimo 21 aprile.
All’approssimarsi delle aree di cantiere vige il limite di velocità di 40 km/h ed il divieto di sorpasso per tutte le categorie di veicoli.
Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida
(Biggi Chiara)

Inserito da Golfonetwork venerdì 13 aprile 2018 alle 18:42 -

Napoli: la Polizia Ferroviaria arresta rapinatore seriale

Il Coisp: "Una operazione di polizia che da il benvenuto al neo Dirigente Superiore dr Michele Spina. Complimenti ai colleghi ora auspichiamo che il bandito resti  in cella per essere poi espulso. "
Nella giornata di ieri, personale della Polizia Ferroviaria di Napoli ha tratto in arresto un cittadino tunisino pluripregiudicato,  rapinatore seriale e terrore   per i viaggiatori dei convogli regionali.
Sulla vicenda è intervenuto Giuseppe Raimondi,  Segretario Generale Provinciale partenopeo del sindacato indipendente di Polizia COISP, il quale, ha dichiarato:
"Innanzitutto esprimo a nome mio e della Segreteria che rappresento, i più vivi complimenti ai colleghi della Polfer di Napoli che hanno dato l'ennesima dimostrazione di efficienza e professionalità, arrestando il bandito di turno che con molte probabilità era il terrore di tutti coloro che viaggiavano sui treni regionali, la giusta ricompensa ad un duro lavoro di osservazione, conoscenza del territorio, ed a tante ore sottratte aglio interessi familiari. Il mondo delle ferrovie è una realtà molto complessa che merita la giusta attenzione dalle Istituzioni; i viaggiatori, i pendolari ed i tantissimi studenti che quotidianamente utilizzano i treni hanno il diritto di viaggiare in sicurezza, così come hanno diritto alla sicurezza tutti i cittadini. Purtroppo però tutto ciò non può e non deve essere affidato esclusivamente al senso di abnegazione, alla professionalità allo spirito di sacrificio degli uomini in divisa ma necessita di investimenti strutturali. Approfitto dell' occasione per fare un grosso in bocca al lupo al neo promosso Dirigente Superiore della Polizia di Stato - dottor Michele Maria Spina - che porterà la sua grande esperienza nel controllo del territorio a disposizione della specialità della Polizia Ferroviaria di Napoli, esortandolo sin d'ora affinché gratifichi i suoi uomini che tanto lustro hanno dato alla nostra Amministrazione con il loro operato."
Napoli  12.04.2018
(L'addetto stampa - Luigi Fusco)

Inserito da Golfonetwork giovedì 12 aprile 2018 alle 17:27 -

Napoli: ciechi e ipovedenti, incontro-confronto con le istituzioni locali

Tavola rotonda: "Il valore delle istituzioni per ciechi, unitamente alla volontà di riconsiderare e riprogettare le attività educative e formative delle storiche istituzioni campane".
Napoli, 14 aprile 2018, Centro Direzionale isola F/13 - 1° piano.
La Presidenza Nazionale dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e il suo Consiglio regionale (UICI Campania) unitamente alla Federazione delle Istituzioni pro Ciechi ha deciso di promuovere un  incontro confronto con le istituzioni locali per richiamare l'attenzione di tutti sullo stato di abbandono delle istituzioni che da sempre si sono occupate dei ciechi e degli ipovedenti in Campania. L'assenza di iniziative e e la mancanza di operatività delle stesse hanno contribuito ad alimentare un forte fenomeno di emigrazione da parte dei minorati ella vista. Sembra appena il caso di ricordare che le istituzioni, presenti in Campania, sono frutto di donazioni finalizzate alla realizzazione di attività e di iniziative volte a favorire l'inclusione di tutti i ciechi e gli ipovedenti. Il presidente nazionale UICI, Mario Barbuto, ha deciso di scendere in campo in prima persona per rilanciare l'attività di questi gloriosi istituti che per anni sono stati esempio per il resto del nostro paese. La presenza, delle istituzioni pro Ciechi di tutta Italia, è il segnale forte che tutte le istituzioni che fanno capo all'UICI sono unite e coese per sostenere lo sforzo del territorio campano affinché si possano riprendere e promuovere nuove iniziative all'interno dell'Istituto. Il presidente nazionale UICI Mario Barbuto- Abbiamo di accendere i riflettori sugli istituti pro ciechi della Campania perché riteniamo che la situazione sia davvero insostenibile. Non è accettabile che vi sia un silenzio assordante su questa delicata questione perché qui si gioca sulla pelle dei ciechi e degli ipovedenti e sul loro futuro. Con questo dibattito vogliamo risvegliare un po' di coscienze dormienti affinché si rendano conto del grave danno che stanno procurando alla nostra categoria. Istituti come Martuscelli e Colosimo, che hanno contribuito alla formazione di diverse generazioni di disabili visivi non solo campani, rappresentano ancora oggi un patrimonio che non può e non deve essere perduto.  Siamo pronti a fare la nostra parte senza esitazioni e, nel corso del dibattito presenteremo la nostra proposta-. Appuntamento alle 9,30 presso l'isola F  13 della regione Campania.      

Il Programma prevede:
- Ore 9,15 arrivo dei partecipanti; della Regione
- Ore 9,30 saluto del Presidente Nazionale, Regionale e delle autorità presenti;
- Ore 9,45 inizio lavori (intervento dei relatori);
- Ore 11,30 Dibattito
- Ore 12,30 Conclusione Lavori.

Il dibattito sarà moderato dal presidente nazionale della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, cav. Di Gran Croce Rodolfo Masto.
(Vincenzo Massa presidente regionale UICI Campania)

Inserito da Golfonetwork giovedì 12 aprile 2018 alle 17:24 -

Trasporto su ferro Capri-Anacapri, comunicato Gruppo Consiliare Avanti Capri

Collegamento di Trasporto Pubblico su ferro tra Capri ed Anacapri, comunicato Gruppo Consiliare Avanti Capri 

Il Gruppo Avanti Capri,di fronte ad un'opera che indubbiamente avrà conseguenze di diversa natura su tutto il territorio dell'Isola di Capri e che investirà aspetti di carattere economico, sociale ed ambientale;
Di fronte alla grande preoccupazione dell'opinione pubblica, registrata,  che fa emergere la necessità di un urgente confronto con tutte le categorie interessate, imprenditori e ambientalisti,  e soprattutto con la popolazione per la valutazione di tutta la problematica nella sua globalità.
chiede alle Amministrazioni Comunali di sospendere l'iter burocratico per avviare un concreto dibattito che faccia emergere tutte le preoccupazioni e gli aspetti problematici della questione.
Il problema traffico sulle strade dell'Isola sta assumendo condizioni sempre più drammatiche paralizzando di fatto i flussi turistici e gran parte dell'economia di Capri, il Gruppo Avanti Capri chiede, pertanto,  alle Amministrazioni Comunali di avviare da un lato il confronto sullo studio di fattibilità del collegamento su Ferro Marina Grande Anacapri e su altre alternative valide,  e dall'altro che vengano adottati provvedimenti urgenti ed indifferibili per il traffico che ad oggi e per il futuro prossimo rappresenta uno dei problemi più gravi per l'Isola di Capri.
(Il Gruppo Consiliare Avanti Capri)


Ipotesi di progetto della futura stazione località fortino Marina Grande

Inserito da Golfonetwork mercoledì 11 aprile 2018 alle 17:44 -

Il sindacato di polizia Coisp difende l´operato dei poliziotti

Il sindacato di polizia Coisp difende l'operato dei poliziotti: Sfidiamo chiunque a lavorare in questo contesto sociale dove rapine, scippi e violenze fatte a bordo di ciclomotori sono all'ordine del giorno.
Napoli. Nel pomeriggio di sabato, in una delle vie più centrali della città partenopea, si è assistito a scene quasi da film che ha visto protagonisti una pattuglia di Nibbio della Questura di Napoli, intenti all'espletamento del loro lavoro di prevenzione e repressione del crimine, ed un ragazzo, a bordo anch'esso di un motociclo che, nel vedersi intimare l'alt dalle divise, si è dato a precipitosa fuga speronando perfino uno dei due motociclisti poliziotti al fine di guadagnare terreno e dileguarsi. Sull'episodio increscioso si esprime Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp di Napoli : "Purtroppo Napoli non è nuova a questi scenari che lasciano sgomenti gli spettatori civili e noi stessi esponenti delle forze dell'ordine. Mi lascia però, parimenti sgomento, la facilità di giudizio di chiunque, media compresi, che pur non essendo presenti o coinvolti nei fatti, si sentono autorizzati ad esprimersi giungendo addirittura a condannare proprio coloro che, giornalmente ed a rischio della propria incolumità, difendono la democrazia, la sicurezza e quello che dovrebbe definirsi un pacifico vivere civile. Concordiamo con il Questore De Iesu sul fatto che certi atteggiamenti non rientrano in alcun modo nella deontologia professionale del poliziotto, ma mi sento di poter lanciare una sfida a chiunque, a svolgere questo delicato compito in una città e realtà complessa come quella napoletana. Rapine, scippi, violenze come quella di stamattina in pieno centro, perpetrate giornalmente da soggetti a bordo di ciclomotori, non ultime le baby gang che hanno seminato terrore per le vie cittadine, e continuano a farlo, armati fino ai denti e pronti ad offendere e reagire contro chiunque si frapponga fra loro ed il loro delittuoso obiettivo. Vorrei porre l'attenzione proprio sul fatto che non è normale in una società civile, quale dovrebbe essere la nostra, non fermarsi all'alt di Polizia, quasi come lanciare una sfida ai poliziotti ed addirittura permettersi pure di speronarli per farli cadere e guadagnare ancora più velocemente la fuga. Inoltre, preciso che lavoriamo in un contesto sociale difficile e complesso dove non solo manca il rispetto delle regole, anche le più elementari, dove si tenta di disconoscere l'autorità dello Stato ma dove questo stesso Stato ci mette in condizione di lavorare con scarsi mezzi e pochi uomini. E' un decennio che il Coisp denuncia la mancanza assoluta di carri attrezzi per il sequestro dei motorini i quali  puntualmente vengono affidati, in barba alla legge che impone il sequestro e deposito presso i centri autorizzati e con l'ausilio dei carri attrezzi,  ai proprietari che il più delle volte sono gli stessi ai quali sono stati sequestrati.   Dire "stavo lavorando" o "mi sono impressionato"  non può assolutamente legittimare la fuga e l'esimersi dal rispetto delle leggi. A questo punto, mi chiedo che senso abbia  una pattuglia in divisa per strada, se si giustifica l'inosservanza e la disobbedienza ad una disposizione, assolutamente legittima, impartita da chi in quel momento rappresenta l'Istituzione, l'ordine e la sicurezza. Beh, io ritengo che ci sia sicuramente una esagerazione nel comportamento dei miei colleghi, ma mi sento al contempo di giustificare la cosa proprio in virtù dell'atteggiamento di sfida allo Stato di questi soggetti  e del contesto sociale in cui ci troviamo a vivere e lavorare, dove scappare ed addirittura reagire lascia intendere che ci si trovi di fronte a dei delinquenti. Si, proprio così, perché questa si chiama delinquenza … ed è da qui che si parte per arrivare a consumare reati ben più grandi e gravi. Confidiamo quindi nel Questore De Iesu, che in primis è conoscitore del contesto partenopeo e poliziotto di strada, nel valutare e giudicare adeguatamente i fatti ed i colleghi coinvolti nella vicenda".
(Antonella Bufano)

Inserito da Golfonetwork lunedì 9 aprile 2018 alle 12:06 -

Incidente mortale a Teano (Ce)

CAMPANIA, ANAS: SS6 “VIA CASILINA” PROVVISORIAMENTE CHIUSA AL TRAFFICO PER INCIDENTE A TEANO (CE)
Scontro tra due veicoli, due persone decedute
Napoli, 8 aprile 2018 
Anas comunica che, a causa di un incidente, la strada SS6 “Via Casilina” è provvisoriamente chiusa al traffico al km 182,700, nel territorio comunale di Teano, in provincia di Caserta.
Per cause in corso di accertamento, l’incidente ha coinvolto due autovetture provocando il decesso di due persone.
Sul posto è presente il personale dell’Anas per consentire la gestione della viabilità e per il ripristino della circolazione il prima possibile.
Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida.
(Anas)

Inserito da Golfonetwork domenica 8 aprile 2018 alle 11:05 -

Caserta: 13,14 e 15 Aprile 1° Granfondo dei Borbone



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork sabato 7 aprile 2018 alle 18:31 -

Benevento: Anas, interventi eseguiti e in programma

CAMPANIA: PRESSO IL COMUNE DI BENEVENTO, ANAS HA ILLUSTRATO GLI INTERVENTI ESEGUITI ED IN PROGRAMMA SULLA STRADA STATALE 372 “TELESINA” E SU ALCUNE ARTERIE STRADALI LIMITROFE

- esposte le attività di manutenzione straordinaria previste nel 2018, per un totale di 18 milioni di euro;
- descritto l’ampio intervento di pavimentazione da 2,7 milioni di euro, che sarà avviato entro maggio;
- illustrati i due lotti relativi ai lavori di raddoppio della statale nel beneventano.

Napoli, 6 aprile 2018
Anas comunica che si è tenuto oggi un incontro – richiesto dal Sindaco, presso il Comune di Benevento – durante il quale l’Azienda ha fatto il punto sugli interventi eseguiti e di prossimo avvio, nonché sui tempi di realizzazione dei lavori, lungo strada statale 372 “Telesina”. Al tavolo, oltre al Presidente della Provincia di Caserta, hanno preso parte, tra gli altri, numerosi Parlamentari, rappresentanti della Prefettura e Sindaci delle province di Benevento e di Caserta.
Durante l’incontro, Anas ha ricordato che la statale 372 “Telesina” (lunga 71 km) si configura come una delle più trafficate della regione; il traffico medio giornaliero che si registra, infatti, è di circa 20mila veicoli leggeri e di circa 3.500 veicoli pesanti (con prevalenza di trasporto merci), con picchi nella zona di Torrecuso.
Preso atto che – sia tali notevoli volumi di traffico, sia le straordinarie precipitazioni nevose e piovose dell’ultimo periodo hanno notevolmente acuito lo stato di deterioramento di alcuni tratti e strati (anche profondi) della pavimentazione della statale – Anas ha ribadito che (oltre ad aver provveduto, nell’immediato, al ripristino puntuale di alcuni avvallamenti presenti lungo il piano viabile, sia con il proprio personale di esercizio, sia con l’ausilio di ditte di manutenzione), procederà entro il mese in corso ad effettuare un intervento di manutenzione ordinaria finalizzato, in prima istanza, al ripristino  della pavimentazione in punti maggiormente ammalorati, attraverso l’installazione di cantieri mobili.
Entro il mese di maggio, poi, verrà avviato un più ampio intervento di rifacimento di alcune porzioni della pavimentazione già previsto mediante Accordo Quadro per un impegno di spesa di oltre 2,7 milioni di euro.
L’incontro è stato anche l’occasione per annunciare che, entro l’anno, prenderanno il via una serie di ulteriori interventi di manutenzione straordinaria già finanziati per un totale di oltre 18 milioni di euro; tra questi (oltre agli interventi di nuova pavimentazione) i lavori principali riguardano i viadotti ‘Volturno I’, ‘Volturno II’, ‘Calore’ e ‘Fosso Lagno’ situati lungo la SS372 “Telesina” e sui viadotti ‘Mele’, ‘Sant’Anna’, ‘Vallone Castello’ e ‘Candida’ (situati sul Raccordo Autostradale 9 “di Benevento” e sulle statali 87 “Sannitica”, 90 “delle Puglie” e 7 “Appia”).
Nel corso della prima metà del 2019, poi, è previsto l’avvio dell’intervento di manutenzione sul viadotto ‘Pantano’ (anch’esso situato sulla Telesina), già finanziato per 2 milioni di euro.
Infine, è in fase di attuazione, l’intervento di raddoppio a quattro corsie della statale “Telesina” proprio in considerazione degli elevati volumi di traffico che si registrano sull’arteria, in particolare localizzati nell’area del beneventano. Tali lavori – suddivisi in due lotti – sono stati inseriti nel Contratto di Programma Anas 2016-2020, approvato dal CIPE il 7 agosto 2017.
Nel dettaglio, il progetto relativo al primo lotto dal km 37,000 (svincolo di San Salvatore Telesino) al km 60,900 (svincolo di Benevento) – per un costo complessivo di oltre 460 milioni di euro – rientra nel più ampio intervento di raddoppio dell’itinerario Caianello-Benevento, ovvero dall’Autostrada A1 Roma-Napoli fino a Benevento.
Con questo adeguamento viene potenziato il collegamento della direttrice Lazio-Campania-Puglia lungo l’itinerario A1 (Roma-Caianello) – SS372 (Caianello-Benevento) – Raccordo Autostradale (Benevento-A16) – A16 (Castel del Lago-Bari), fornendo una valida alternativa al percorso autostradale attuale.
Il tracciato oggetto del raddoppio a quattro corsie (due per senso di marcia, da 3,75 metri ciascuna, con banchine laterali in destra da 1,75 metri ed in sinistra da 0,50 metri e spartitraffico da 2,50 metri per una larghezza complessiva di 22 metri) si estende per circa 24 km, attraversando i territori comunali di diversi centri abitati, tra i quali Solopaca, Torrecuso, Ponte e Benevento; si sviluppa prevalentemente in rilevato, in viadotto per circa 3 km ed in galleria artificiale, per circa 370 metri.
Fanno parte dell’adeguamento anche 7 intersezioni a livelli sfalsati (San Salvatore Telesino, Castelvenere, Telese, Solopaca, Paupisi, Ponte e Torrecuso e Benevento), con le principali viabilità di collegamento ed alcuni cavalcavia e sottopassi, necessari a garantire la continuità della viabilità.
Relativamente al secondo lotto – dal km 0,000 (A1 Caianello) al km 37,000 (Svincolo di San Salvatore Telesino) – è in fase di avvio una specifica gara per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo.
(Biggi Chiara)

Inserito da Golfonetwork venerdì 6 aprile 2018 alle 20:31 -

© Riproduzione riservata

Pagina:   << Precedente   1  2  3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   Successiva >>



© 2018 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica