NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » newsarchivio20112012

 



Torna alle news

Ci sono 2123 News in 213 pagine e voi siete nella pagina numero 111

Comunicazione sociale: progetto Axè








Ascolta l'audio
Inserito da Golfonetwork martedì 20 marzo 2012 alle 13:27 commenti( 0 ) -

Riceviamo e pubblichiamo da Attilio De Lisa

Monsignore Antonio De Luca,attuale Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, si reca al P.O. di Sapri (Sa) dell'A.S.L. Salerno a celebrare la sua prima Santa messa con grande soddisfazione sia da parte dello Stesso che da parte della grande folla presente ad accoglierlo.
S.E. Rev. Antonio De Luca,attuale Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, il 17-03-2012,alle ore 15.30,si è recato al P.O. di Sapri (Sa) a far visita per la seconda volta agli ammalati e a celebrare la sua prima Santa Messa. A questo grande evento non poteva mancare ad accoglierlo anche il Sottoscritto
(Cav. Attilio De Lisa) come Cattolico praticante di grande Fede e dipendente indeterminato dell'A.S.L. Salerno e quindi del P.O. di Sapri (Sa), dove svolge
la sua manzione giornaliera che è quella di organizzare le Attività Ambulatoriali dello stesso P.O. Inoltre era presente ad accoglierlo anche il D.S. Ruocco dello stesso Presidio, il Cappellano Don Mario Rocco,molti Sacerdoti e Seminaristi,molte associazioni tra cui l'UNITALSI,l'ATES,l'AVO ecc., Autorità Politiche,Dirigenti Sanitari e una grande folla (sia ammalati che gente comune). Durante la Santa Messa si sono visti prima i saluti e il benvenuto da parte del D.S. al Vescovo De Luca portando anche i saluti del Commissario dell'A.S.L. Salerno Bortoletti,poi i ringraziamenti e saluti da parte del Vescovo a tutti i convenuti e a quelli che per motivi di impegno non presenti ed infine i ringraziamenti anche da parte del Cappellano sia al Vescovo che ai convenuti. Dopo la Santa messa il Vescovo De Luca ha girato sia nei Reparti visitando gli ammalati che nel P.S.,Laboratorio analisi, Trasfusionale, Emodialisi e Radiologia e fino in ultimo accompagnato dal Sottoscritto oltre dal D.S,Cappellano ed altre figure sanitarie.
Onore e vicinanza a S.E. Mons. Antonio De Luca e a tutta l'Area Cattolica.
Sanza (Sa) li 18-03-2012
Distinti saluti
Cav. Attilio De Lisa

Inserito da Golfonetwork martedì 20 marzo 2012 alle 13:13 commenti( 0 ) -

Un euro per il cuore di Vibonati e di Villammare

Grande successo per la Giornata di Beneficenza "Un euro per il cuore di Vibonati e di Villammare".
Domenica di festa a Villammare. Tantissima gente, allietata dal sole e da un clima finalmente primaverile, si è riversata in Piazza Portosalvo per partecipare alla manifestazione ,organizzata dall'Associazione Angela tra gli Angeli  in collaborazione con la Onlus Carmine Speranza, finalizzata alla raccolta fondi per l'acquisto di un defibrillatore che sarà donato alla comunità di Vibonati e di Villammare. Sono stati raccolti, solo ieri, 273 euro.
Le giostre gonfiabili, offerte dalla ludoteca Magicabula, hanno attirato davvero molta gente. Famiglie con i loro piccoli si sono recate in piazza e mentre i bambini  si divertivano e  si catapultavano sulle giostre e sul CrazyBull offerto dal Sig.Gennaro Supino Di Arenabianca ,i genitori si avvicinavano ai banchetti, offerti dal "Il Gusto Divino", per acquistare gli oggetti, messi a disposizione  dal Negozio "Emozioni" di Anna Ida Di Giacomo, e i gustosi dolci preparati dalla mamme di di  Vibonati e di Villammare.
Grande soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori. "E'stata- ha dichiarato la fondatrice dell'Associazione "Angela tra gli Angeli",  Norma Finizola-una domenica all'insegna del bel tempo e della solidarietà" .
L'appuntamento adesso è per Domenica 25 Marzo a Vibonati in P.zza Nicotera.
L'associazione ricorda  che tre Salvadanai sono stati posizionati presso il Minimarket "Mensana" di Villammare e presso le Farmacie di Vibonati e di Villammare.  (Manuel Borrelli)
Vibonati, 19.03.2012


Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 19:33 commenti( 0 ) -

Comunicazione dell'on. Franco Brusco. Documenti Parco delle Sughere



Fare clic sull'immagine per ingrandire



Fare clic sull'immagine per ingrandire



Fare clic sull'immagine per ingrandire



Fare clic sull'immagine per ingrandire

Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 19:25 commenti( 10 ) -

Porto di Maratea e Isola di Dino: stazioni turistiche di un nuovo yacht charter
Maratea (Pz)- Matteo Cassiano giovane manager della società che detiene vaste aree dell’Isola di Dino, rende noto con grande entusiasmo dell’iniziativa che avrà come protagonista il porto di Maratea e il suggestivo Isolotto praiese. Dal prossimo mese, sarà possibile non solo esplorare con imbarco dal porto di Maratea la più grande isola della Calabria, ma anche numerosi paradisi naturali e paesaggistici di incommensurabile valore turistico e attrattivo a bordo di confortevoli e classici yacht. La perseveranza del manager, ha reso l’Isola di Dino club armatrice di alcune imbarcazioni adibite per il charter e la locazione. Lo scorso mese infatti, Cassiano ha personalmente conseguito il trasferimento nel porto di Maratea della prima imbarcazione rilevata in Sardegna, navigando per 500 miglia al comando di un motor yacht da 60 piedi denominato “Blue Felix”. Grazie ad un ricco ventaglio di itinerari, i turisti avranno la possibilità di trascorrere comodamente e in tutto relax delle originali e personalizzate crociere partendo proprio dall’affascinante litorale che caratterizza Maratea e Praia a Mare. << L’iniziativa è nata dal desiderio di legare l’amore per il mare con la città di Maratea e l’Isola di Dino, un luogo magico e consacrato dalla natura, dove basta fermarsi per un solo attimo ad “osservare” per restare incantati >> è quanto sostiene Matteo Cassiano, il quale aggiunge << sarà possibile esplorare paesaggi dai colori e dai profumi sempre diversi, caratterizzati da un mare cristallino e fatato, offrendo la possibilità di vivere esperienze uniche e suggestive a bordo di classici e intramontabili yacht. Diversi sono gli itinerari da mescolare per vivere appieno dei colori e dei profumi di questa meravigliosa terra, si inizia dalla passeggiata orientata sull’Isola di Dino per poi fare rotta verso veri e propri paradisi, ricchi di bellezze naturalistiche di imparagonabile splendore. >> Attualmente tutti i collaboratori dell’Isola di Dino club, sono impegnati nel porto di Maratea per pianificare i programmi escursionistici, con il primario obiettivo di fornire un servizio curato e di elevato livello qualitativo. Grazie alla strategica e importante posizione che ricopre Maratea e l’Isola di Dino nel mediterraneo, le destinazioni già in programma riguardano: Isole Eolie, Ustica, Malta, Capri, Ischia, Procida, Penisola Sorrentina, Costiera Amalfitana, Isole Pontine, Ponza, e Sardegna. Non ancora pronti invece gli itinerari che interessano la Grecia e la Croazia. Il programma oltre a consentire di effettuare crociere giornaliere e settimanali, si rivolge al settore che riguarda la pesca-turismo, il charter subacqueo, lo studio e la ricerca con itinerari didattici, ricevimenti, feste, compleanni, produzioni fotografiche per matrimoni, cine-produzioni, viaggi di nozze e tanti altri innumerevoli e personalizzati itinerari in base al tema desiderato. Cassiano nel ringraziare gli operatori portuali per la loro collaborazione, elogia l’altissima professionalità del personale marittimo della Capitaneria di Porto di Maratea e della delegazione di Spiaggia di Praia a Mare. (Stretto Web)
Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 19:23 commenti( 0 ) -

Confcommercio Sapri: Matteo Martino eletto Presidente
Sapri- Matteo Martino è stato eletto Presidente dell’Associazione Territoriale della Confcommercio di Sapri. Durante l’Assemblea dei Soci tenutasi oggi e presieduta dal Direttore Provinciale della Confcommercio Mariano Lazzarini alla presenza dei Funzionari Ruggiero Brogna e Michele Soriente è avvenuta l'elezione. Il Consiglio Direttivo è così composto: Giuseppe Canonico, Giovanni Zappia, Khan Zahed Hossain, Pietro Scaldaferri, Dario De Luca, Vincenzo Manfredi, Enza Anna Scotellaro, Amedeo Noviello, Antonio D’Amico, Nicola Mariani, Carmine Brancaglione e Giovanni Chiacchio. Al nuovo Presidente Matteo Martino ed al Consiglio Direttivo dell’Associazione di Sapri vanno gli auguri del Presidente Guido Arzano e della Dirigenza Provinciale della Confcommercio.
Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 19:14 commenti( 1 ) -

Golfo di Policastro: tre persone denunciate per droga
Golfo di Policastro- Tra sabato e domenica sono state denunciate all'Autorità Giudiziaria tre persone. I Carabinieri, durante i controlli dell'ultimo fine settimana, hanno pizzicato i tre alla guida dei propri veicoli dopo aver assunto droghe. Si tratta di un uomo di 36 anni di Vibonati, un ragazzo di 24 anni di Sanza ed un uomo di 50 anni di Caselle in Pittari. E' scattato anche il sequestro dei veicoli per la confisca. Inoltre, sono stati segnalati alla Prefettura di Salerno un giovane di Palinuro e due ragazzi di Camerota in possesso di piccole quantità di stupefacenti.
Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 19:00 commenti( 0 ) -

Comunicato stampa Sapri Cantiere Aperto

Sapri- Si è svolto nel pomeriggio di domenica 18 Marzo 2012, presso i locali dell’ Hotel Pisacane in Sapri, un incontro tra le delegazioni dell’ASEI (Associazione Esercenti e Imprenditori di Sapri) e del Gruppo Sapri Cantiere Aperto. L’incontro era stato richiesto dal nostro Gruppo per rispondere all’appello dell’ASEI riportato nel Manifesto pubblicato nei giorni scorsi, con cui veniva rivolto ai competitori elettorali l’invito a produrre risposte concrete rispetto alle emergenze del territorio saprese. Le sollecitazioni dell’ASEI, sviluppate nei 13 quesiti in cerca di risposte, hanno potuto trovare le nostre risposte puntuali e circostanziate, nel corso di un confronto franco della durata di oltre due ore. Le due delegazioni hanno concordato nel merito della necessità e urgenza da parte del mondo politico di assumere maggiori responsabilità nell’approccio al governo della cosa pubblica e all’adozione dei principi guida della trasparenza dei luoghi di rappresentanza, nel rispetto dei cittadini e dei loro bisogni. I membri delle due delegazioni hanno avuto modo di approfondire, in un’appassionante crescendo di domande e risposte, i contenuti del Progetto di Finanza relativo alla riqualificazione del Brizzi e della realizzazione del campo di golf con annessa club house; oltre alla ipotesi già avanzata all’amministrazione uscente da parte di una società nautica internazionale della possibile fruizione del Porto per il “Chartering nautico”. Sin dalle prime battute è emersa la volontà reciproca di connotare l’incontro come occasione preziosa per comprendere da una parte (ASEI) lo stato dell’arte del progetto e acquisire quegli elementi di conoscenza rispetto ai quali esprimere un giudizio di merito sulle reali possibilità di esso di generare sviluppo e occupazione. Al Gruppo Sapri Cantiere Aperto, gli approfondimenti hanno dato invece la possibilità di abbattere quelle barriere di diffidenza, alla cui erezione hanno contribuito i tanti “detrattori a prescindere”, che hanno utilizzato sia la rete che il passa parola. La grande mole di dati e informazioni prodotte da Franco Aita (capo della nostra delegazione) e il poco tempo disponibile per ulteriori approfondimenti hanno spinto il Presidente Lucia Pepice, capo della delegazione ASEI, a prendere una decisione storica (almeno per Sapri): chiamare a raccolta il mondo politico-amministrativo e portare intorno ad un tavolo i diversi competitori, costringendoli ad entrare nel merito dei fatti, circostanziando le proprie posizioni pro o contro il Progetto di Finanza. Riteniamo l’iniziativa dell’ASEI, frutto di grande intelligenza e sensibilità, capace di dare quel necessario contributo di chiarezza, a vantaggio soprattutto della popolazione, che potrà assistere al confronto-dibattito direttamente nei saloni dell’Hotel Pisacane, ma anche nello spazio immediatamente esterno, grazie all’ausilio di un maxischermo. La data verrà resa nota non appena ci sarà data comunicazione dall’ASEI.

(Il Portavoce di Sapri Cantiere Aperto)

Inserito da Golfonetwork lunedì 19 marzo 2012 alle 10:10 commenti( 5 ) -

Praia a Mare (Cs): trovata morta ragazza di Lagonegro

Praia a Mare (Cs)- L’hanno trovata con un grosso coltello da cucina conficcato nello stomaco. È accaduto ieri a Praia a Mare, in provincia di Cosenza: la vittima è una ragazza di Lagonegro, Vlady Acchiappati, 22 anni, che si era trasferita nella cittadina tirrenica dal 2008. Qui viveva con il suo compagno, V. P., coetaneo, padre della sua bambina di un anno. A scoprire il cadavere è stata la zia del suo fidanzato, inquilina dello stesso stabile dove abitava Vlady.  Ha sentito un tonfo provenire dall’appartamento vicino e si è precipitata nelle scale per vedere cos’era successo. La povera ragazza a pancia in giù, riversa in una pozza di sangue. Immediato l’allarme con i carabinieri che sono giunti sul posto nel giro di pochi minuti. Ma per Vlady non c’era già più niente da fare. Com’è morta Vlady? Gli investigatori non escludono alcuna pista, anche se, secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, quella più accreditata sembrerebbe essere il suicidio. Un particolare farebbe pendere verso questa tesi: prima di morire la ragazza era da sola in casa con la sua bambina che dormiva nella culla. Dai rilievi non sarebbero emerse tracce riconducibili ad altre presenze. Inoltre la giovane è stata trovata dalla zia sul pianerottolo: la donna ha detto agli inquirenti di aver aperto la porta di casa non appena ha sentito il rumore provenire dall’alloggio del nipote (le abitazioni sono vicine). E non ha visto nessun altro che la povera Vlady. Anche la posizione in cui è stata trovata la ragazza farebbe pensare a un atto autolesionista, a mo’ di «harakiri». Gli investigatori, tuttavia, preferiscono non sbilanciarsi più di tanto e hanno cominciato fin da subito a sentire amici e conoscenti per inquadrare meglio il contesto in cui è accaduta la tragedia. Vlady era una ragazza che in passato aveva avuto problemi con la droga e questo particolare viene accostato a un possibile stato di depressione che l’avrebbe spinta al suicidio. Ma, come dicevamo, al momento non si possono escludere altre piste, a cominciare da quella «satanica»: Vlady amava il rock duro ed era una fan di Marilyn Manson, cantante mefistofelico americano che della trasgressione blasfema ha fatto da sempre il suo cavallo di battaglia, influenzando intere schiere di ragazzi ammaliati dal suo fascino «infernale».

(Massimo Brancati-Pino Perciante/La Gazzetta del Mezzogiorno)

Aggiornamenti del 19/3/2012 ore 19.30:

Lagonegro (Pz)- La tragica fine di Vlady Acchiappati ha gettato nello sconforto l’intera comunità di Lagonegro. C’è un’aria mesta, nessuno ha voglia di parlare. Si respira un’atmosfera surreale. E, soprattutto, nessuno crede all’ipotesi dei riti satanici. È difficile credere che una ragazza di 22 anni, con tutta la vita davanti, abbia potuto decidere di farla finita per sempre. Certo Vlady, nonostante la giovane età, non si può dire abbia avuto una vita facile. «Una brava ragazza», la definiscono in paese. Intanto, oggi sarà effettuata l’autopsia sul suo corpo che si trova nell’obitorio dell’ospedale di Cetraro. Quanti hanno avuto rapporti con lei e la conoscevano sono disperati e a stento riescono a credere all’ipotesi del suicidio, anche se fino ad ora non esistono elementi che possano convalidare altre congetture. Sarà proprio l’autop - sia in programma oggi a stabilire le reali cause della morte della ragazza e cioè se si tratti di un suicidio oppure se sia rimasta vittima di un omicidio. Gli investigatori propendono per l’ipotesi del suicidio. Non si esclude che possa essere stata indotta a commettere l’estremo gesto. Intanto in città la gente commenta la notizia con voce rotta dalla commozione. «Tutto il paese è sconvolto per questo evento. Possiamo solo dire che siamo vicini alla famiglia». Una famiglia quella di Vlady molto conosciuta a Lagonegro, anche se alla prese con varie difficoltà. Un suicidio che ha lasciato tutti a bocca aperta. La ragazza almeno in questo periodo non sembrava avere particolari problemi. Forse, però, visto quello che è successo, qualcosa che non andava c’era, anche se nessuno si sarebbe mai aspettato che potesse arrivare al punto di togliersi la vita. Tra pochi giorni la bimba avuta con il suo compagno con il quale viveva a Praia a Mare compie un anno. Proprio la nascita della figlia poco meno di un anno fa sembrava l’avesse rese un’altra donna. Ma evidentemente non era così. Forse viveva un momento particolare. Forse era depressa per qualcosa. Nessuno riesce a spiegarsi quello che è successo, mentre si aspetta l’esito dell’autopsia per fare luce sul mistero.

(Pino Perciante-La Gazzetta del Mezzogiorno)


Praia a Mare (Cs)- Sulle pagine colorate di un diario scolastico annotava con una penna blu litigi, amori, passioni. Giorni belli e brutti finivano nelle sue brevi cronache piene di ansie e di speranze. Ansie per un lavoro stabile che cercava invano da troppo tempo. Speranze per la sua bimba di un anno, nata dall’amore per Vittorio (22 anni), il suo compagno. Per lui Vlady Acchiappati, 21 anni, di Lagonegro - morta l’altro giorno con un coltello piantato nello stomaco sull’uscio dell’abitazione che a Pria a Mare, in provincia di Cosenza, condivideva con Vittorio e con la bimba – aveva lasciato la famiglia, gli amici, Lagonegro. Qualche pagina di quel diario è stata strappata. Ed è anche per questo motivo che il caso – che i carabinieri si affrettano a chiudere come «suicidio» - non è ancora del tutto chiaro.
Tra i suoi appunti – «spesso su temi molto intimi», riferisce chi ha potuto vederli – potrebbe esserci la chiave per risolvere il giallo. Pare che da qualche settimana Vlady stesse pensando di ritornare dalla sua famiglia. Così risulta agli investigatori. Il sospetto è che manchino proprio le pagine in cui era annotato questo desiderio. Il diario è finito tra i reperti dell’inchiesta ed è stato consegnato al magistrato della Procura di Paola a cui è stato affidato il caso. Il computer e il telefono cellulare di Vlady sono invece già stati esaminati dai carabinieri e - stando ai loro contenuti - non hanno dato alcun contributo alle indagini. Il diario, l’autopsia e l’analisi della scena del crimine forniranno le informazioni che aiuteranno a capire se si tratta davvero di suicidio. Gli investigatori - che al momento non escludono completamente l’omicidio - ipotizzano anche che «potrebbe trattarsi di un’induzione al suicidio». Indotto da chi? Vlady ascoltava la musica di Marilyn Manson. Del «reverendo» Manson, così lo chiamano i fan.
Il verbo del cantante metal è «droga, sesso e suicidio». E i casi di giovani che si sono tolti la vita non sono pochi. Al momento però gli investigatori non se la sentono di dire se il gesto sia legato o meno alla musica satanica. Stabilire con precisione la dinamica dei fatti sarebbe già tanto. Visto che la scena del crimine, stando all’esame degli investigatori, lascia molti dubbi. Vlady è stata trovata da una parente del convivente - Vittorio per l’ora della morte ha un alibi confermato da suo padre (i due pare fossero al lavoro nei campi in c ontrada Fortino, una zona agricola proprio di fronte all’isola di Dino, ma nell’entroterra della costa tirrenica) - riversa in avanti e con il coltellaccio conficcato nel ventre. Era nella piccola stradina privata che serve le sette villette bifamiliari di via Perri. Ma il coltello pare le sia entrato - stando alle macchie di sangue - mentre era ancora sull’uscio di casa. Sul pianerottolo - rialzato poco più di un metro rispetto alla strada - di tracce ematiche non ce n’erano molte. Lei - stando ai primi accertamenti - si sarebbe lanciata da quel pianerottolo e sarebbe caduta, ormai senza vita, sulla strada. Ieri mattina probabilmente il sangue era già stato ripulito. Sul balcone di un’altra villetta ci sono alcuni parenti di Vittorio. All’arrivo dei cronisti mostrano molto nervosismo. Vola qualche parola minacciosa. «Non dovete venire qui a fare domande», urla un anziano, mentre un ragazzo salta un cancelletto e si lancia all’inseguimento dei giornalisti. La famiglia di Vittorio probabilmente vuole che questa storia si chiuda al più presto. Per i carabinieri la ragazza ha fatto «harakiri», metodo usato dagli antichi samurai per togliersi la vita. Letteralmente significa: «Taglio del ventre». È morta così Vlady? Lo dovranno accertare gli investigatori.

(Fabio Amendolara-La Gazzetta del Mezzogiorno)

 

Inserito da Golfonetwork domenica 18 marzo 2012 alle 20:08 commenti( 0 ) -

Autostrada A3 Sa-Rc: riaperto tratto Lagonegro Nord-Lauria Nord

A3 Salerno-Reggio Calabria: riapertura anticipata del tratto compreso tra gli svincoli di Lagonegro Nord e Lauria Nord, in entrambe le direzioni. Le attività di varo del nuovo viadotto “Serra”, prorammate fino alle ore 17,00 di oggi, si sono concluse alle ore 12.00 e il tratto è stato riaperto al traffico.    

L’Anas comunica che è stato riaperto in anticipo il tratto dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, compreso tra gli svincoli di Lagonegro Nord (km 123,300) e Lauria Nord (km 138,000). La chiusura era stata programmata fino alle 17.00 di oggi. Alle ore 12,00 si sono concluse le previste attività di varo e il contestuale posizionamento degli appoggi  del nuovo viadotto Serra, nell'ambito dei lavori di completamento della  nuova autostrada sul tratto lucano. La circolazione è stata ripristinata e il tratto è di nuovo percorribile in entrambe le direzioni. (Raffaele La Pietra)

Inserito da Golfonetwork domenica 18 marzo 2012 alle 19:51 commenti( 0 ) -


Pagina:   << Precedente   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110  111  112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   Successiva >>


© 2021 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica